La mia prima volta con una puttana

Avevo già fatto sesso con delle ragazze che aprivano le cosce e mi davano la loro bocca con molta facilità.
La cosa faceva ovviamente godere anche me, ma non riuscivo a raggiungere l’orgasmo come volevo io, con queste puttanelle una sveltina dove capitava in ascensore, nei sottopassaggi, in macchina, con una durante una lezione all’università con un centinaio di ragazzi attenti alla lezione e con il professore che spiegava, lo fatta sedere sul cazzo e l’ho scopata li davanti a tutti, venendogli tra le cosce senza che nessuno si accorto del nostro coito.
Volevo provare con una puttana così sono andato nei viali di periferia, ho chiesto ad una troia di colore (poteva avere si e no 20 anni) quanto voleva per fargli oltre la fica anche il culo, lei mi rispose “80 mila” mi fece vedere il suo seno sodo, sali che ci divertiamo” gli risposi io.
Arrivati in un luogo appartato abbassai i sedili, cominciò a levarmi i pantaloni
“fammelo diventare duro che voglio fotterti” glielo ordinai e lei iniziò a spompinarmi con le sue labbra carnose rosse sangue.
Quando l’ho avuto talmente duro da farmi male mi feci mettere da il profilattico che avevo preparato, fece subito (si vedeva che aveva pratica) stava mettendosi sopra di me ma volevo stare sopra io cosi l’ho fatta distendere, gli ho aperto le cosce con mio grande stupore mi accorsi che era completamente depilata non aveva neanche un pelo, gli chiesi il perché lei mi rispose che molti clienti glielo avevano chiesto perché così sembrava loro di fottere una bambina.
Ripresomi dallo stupore la trapanai con vigore senza curarmi s’era abbastanza lubrificata.
Baciandogli i capezzoli duri e tenendola per le spalle davo dei colpi con le reni come un forsennato per godermela come meglio potevo, lei mugolava diceva che voleva che glielo sbattessi più in fondo.
Quando ha avuto l’orgasmo (vero o falso a me poco interessava) l’ho fatta girare per metterglielo in culo, si è allargata le chiappe con le mani per facilitarmi l’entrata, mi sono sputato sulle mani per lubrificarmi il cazzo (anche s’ero sicuro ch’era talmente allenata a prenderlo nel culo che non c’era bisogno) e l’ho penetrata lentamente.
Arrivato a toccargli il culo con il ventre ho cominciato ad andare sù e giù, da fuori si poteva chiaramente vedere la macchina che ondeggiava, sudavo freddo e cominciai ad avere lo stimolo di sborrare e decisi che volevo venirgli in bocca.
Lei mi disse di si perché a suo parere l’avevo fatta divertire e girandosi mi liberò del profilattico.
Si è bevuta un bel po’ di sperma e mi ha detto che aveva pure un buon sapore.
Quando tornai a casa stavo mettendo l’automobile in garage mi accorsi che aveva dimenticato lo slip (sporco) in macchina, l’ho preso e invece di buttarlo nella spazzatura me lo sono portato sopra così quando avrò voglia di farmi una sega sentirò l’odore degli slip e ricorderò questa prima bellissima esperienza con una puttana. FINE

Condividi con gli altri!

Comments are closed.