Ultimi racconti erotici pubblicati
Home / Adolescenti / Cugine
copertina racconto erotico

Cugine

Una tranquilla mattina di qualche anno fa.
Sono nella mia casa di campagna con alcuni miei parenti, quando mio zio invita me , i miei cugini e le mie cugine ad andare in piscina .
La piscina è privata ed è nel giardino della casa di un suo amico che però è partito e gli ha lasciato via libera per andare tutte le volte che vuole.
Trascorriamo lì tutta la giornata.
Il posto mi piace, è isolato, tranquillo e facile da raggiungere; insomma un buon posto dove ritornare.
Un paio di giorni dopo chiedo un po’ ai miei cugini chi vuole ritornarci, ma le uniche entusiaste della proposta sono le mie due cugine Emanuela e Stefania.
Sono entrambe molto belle e quindi non mi dispiace andarci con loro. Anzi!
Una volta volta arrivati lì ci togliamo i vestiti e rimaniamo solo con i costumi.
Mi siedo subito sul prendisole mentre guardo le mie due cugine svestirsi.
Sono davvero molto interessanti e mi eccito per la situazione.
Anche loro si sdraiano sul prendisole, una alla mia destra e l’altra alla mia sinistra.
Dopo un po’ Emanuela si mette a sedere e si sfila il reggiseno, subito dopo imitata da Stefania.
La mia eccitazione cresce e francamente non so a chi guardare.
Emanuela subito se ne accorge e mi dice perché visto che siamo soli non ci spogliamo completamente e prendiamo il sole integrale?
Detto questo si toglie subito gli slip e mi mette con molta delicatezza una mano nel boxer tastando il mio pene diventato ormai enorme.
Nel frattempo Stefania è già in ginocchio vicino a me, tutta nuda, con quei due seni sodi modellati da anni di nuoto, che mi accarezza prima il petto e poi scende anche lei nel mio boxer per accarezzarmi le palle.
Di lì a poco sono anche io nudo con la bocca di Stefania sul mio cazzo, Emanuela è stesa a fianco a me ma con il suo splendido sedere vicino al mio viso e le sue mani che mi accarezzano le palle.
Ormai mi sento eccitatissimo e incomincio ad accarezzare il culo di Emanuela poi passo alla sua fica bagnata e le infilo un dito dentro.
Lei emette un gemito ed incomincia anche lei a leccarmi il cazzo.
Devono accorgersi che sto quasi per venire perché si tolgono di colpo e si avvicinano in piedi vicino a me che sto ancora sdraiato.
Emanuela mi prende la testa fra le sue gambe ed io le lecco con avidità la fica, mentre Stefania, che ha un lago tra le gambe si prende la mia mano e se la passa prima fra le sue labbra di sopra, poi a quelle di sotto ed infine si mette due dita nella fica.
Entrambe godono come pazze emettendo leggeri gridolini fino a che si staccano tutte e due all’improvviso, mi danno un velocissimo bacio sulla guancia e si buttano in piscina.
Io ormai non capisco più niente e seguo il loro invito ad entrare in acqua con loro.
Subito Stefania mi abbraccia e mi porta sul bordo dove io la stringo alla parete e la penetro ripetutamente mentre lei cinge le sue gambe intorno la mia schiena per sentire meglio il mio cazzo dentro di lei.
Emanuela è vicino a noi che se la tocca baciandomi di tanto in tanto sulla bocca fino a che Stefania non viene emettendo un fortissimo urlo.
A quel punto io non ce la faccio più e mi siedo sul bordo della piscina chiedendo che le mie cugine se lo prendano in bocca e mi facciano venire.
Loro non aspettano altro e si avvinghiano al mio cazzo leccandolo e succhiandolo a turno finché vengo sulle loro facce.
Non si perdono d’animo ed incominciano a leccarsi lo sperma a vicenda pulendosi in questo modo.
A questa vista io mi rieccito, entro in acqua e prendo Emanuela da dietro le ficco il mio cazzo nella sua fica.
Ovviamente lei è eccitatissima e non ci mette molto a venire, così ricomincio allo stesso modo con Stefania fino a che non raggiungiamo uno splendido orgasmo in contemporanea.
Dopo un po’ siamo nuovamente sdraiati sui prendisole, ma io riguardando i corpi perfetti ed attraenti delle mie cugine mi rieccito.
Anche Emanuela è eccitata e si alza, si siede vicino a me, me lo prende prima in bocca e poi subito si lascia impalare mettendosi su di me con il mio cazzo ben saldo nella sua fica.
Mentre lei va su e giù e godiamo, Stefania si alza e con le gambe aperte poggia la sua fica sulla mia bocca che lecco subito tastando ripetutamente il clitoride.
Le mie cugine ripetutamente si toccano i seni e si baciano finché non veniamo contemporaneamente un unico piacevole ed intenso orgasmo.
Rimaniamo lì ancora un po’, poi ci rivestiamo molto lentamente e più tardi ritorniamo a casa esausti dai nostri piaceri. FINE

About Erzulia

Colleziono racconti erotici perché sono sempre stati la mia passione. Il fatto è che non mi basta mai. Non mi bastano le mie esperienze, voglio anche quelle degli altri.

Leggi anche

copertina racconto erotico

Ilaria – La nipote

Arrivò a scuola, uno dei primi giorni di giugno, la nipote della preside. Una ragazza …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.