Home / Adolescenti / Dietro le dune
copertina racconto erotico

Dietro le dune

Il giovane quasi ha gemuto con forza quando ha sentito per la prima volta il corpo di un donna così vicino al suo, e non il corpo di una donna qualsiasi, ma quello della sua attraente amica, Tania.
Il giovane Roby ha irrigidito il braccio e, delicatamente, si è alzato sulle mani e sulle ginocchia. Il diciottenne era deciso ha non muovere l’area dei suoi lombi che era quella da cui provenivano le sensazioni più incredibili. E la ragione? Semplice, perché proprio in quel momento la ragazza sua coetanea era sulla morbida coperta dove erano sdraiati nascosti dietro una duna di sabbia, e la ragione delle loro inusuali e piacevoli sensazioni era semplicemente che proprio in quel momento Roby aveva avuto un altro orgasmo che aveva spedito ad entrambi sensazioni diverse da quelle che avevano mai provato e che non credevano esistessero. Il bel giovane ha irrigidito il suo corpo, inarcando la schiena e spingendo le anche in avanti, guidando il suo cazzo molto lungo ed eretto profondamente nel corpo magro di Tania, lei si è allungata sulla coperta. Quando l’ha sentito spingere il fallo dentro di lei, provocando lo scivolamento della completa lunghezza dell’asta dura nella sua micia bagnata, ha emesso un grido soffocato di piacere e ben volentieri ha allargato le gambe per prenderne ancora di più dentro di lei, come se volesse prendere tutto ciò che lui aveva.
Tutto questo era semplicemente iniziato come un semplice invito, quando Roby aveva invitato Tania ad una gita sulla barca dei suoi genitori; avevano passato gran parte della giornata con la sua famiglia, ma più tardi i genitori avevano voluto rimanere un po’ da soli, così avevano domandato ai due giovani se non desideravano fare una passeggiata sulla spiaggia.
Roby era rimasto sommerso dalla bellezza di Tania, così sexy, solo un po’ più bassa di lui, con un tale bel corpo, molto magro e piccino, ed i piccoli seni sodi tanto attraenti, da come indossava il piccolo bikini non c’erano dubbi di quanto fosse bello il suo corpo. Roby avrebbe giurato di vedere i piccoli capezzoli, scuri, duri attraverso la stoffa morbida del reggiseno, e la loro vista eccitava terribilmente il giovane.
Mentre camminavano sulla banchina e poi attraverso le dune, ha gettato lo sguardo alla bianca stoffa sottile delle mutandine, così aderente alla forma del suo corpo, anche dove scendeva tra le gambe snelle, fino al punto in cui la stoffa entrava nella piccola fessura della vagina, quasi una seconda pelle.
Il povero Roby ha sentito svegliarsi una tremenda sensazione a quella vista, così mentre le camminava accanto ha sentito il pene, che in precedenza era molle, cominciare ad indurirsi ed allungarsi, provocando un rigonfiamento sulla parte anteriore del costume da bagno e, senza che lui se ne accorgesse, Tania aveva gettato uno sguardo con la coda dell’occhio a quella protuberanza dura che l’aveva eccitata quasi quanto l’effetto che lei aveva avuto su di lui.
Quando hanno raggiunto le dune, Roby ha preso la coperta che portava su di una spalla, l’ha scossa e vi si sono seduti sopra osservando il sole che lentamente tramontava; faceva ancora caldo e ha visto il corpo della ragazza luccicare in una lucentezza morbida di sudore, e la faceva sembrare così sexy che veramente ora sentiva che il suo pene si era indurito, mentre lei era seduta là, davanti a lui, le gambe incrociate che provocavano veramente l’ingresso della stoffa sottile sempre più profondamente in quella fessura, finché non ha cominciato a dimenarsi un po’ per far strofinare la stoffa nel taglio e provocare quella sensazione tanto bella.
Appoggiandosi ai gomiti Tania ha steso le lunghe gambe dorate e la stoffa luccicante del costume si è adattata scendendo ancora più profondamente nella fessura e Roby poteva giurare di aver intravisto una distesa di morbidi peli pubici che si arricciavano fuori dal costume.
Il suo stomaco era molto sodo, quasi duro e piatto, ma così sexy a vedersi mentre la guardava respirare, i muscoli della pancia si muovevano dolcemente su e giù; ha guardato il suo piccolo ombelico e avrebbe voluto potersi chinare, pigiare le sue labbra calde contro il suo corpo morbido. Poi ha spostato gli occhi alla rotondità morbida delle piccole mammelle così eccitanti a guardarsi, tanto che sarebbe morto se non avesse potuto guardarle; ha osservato come erano deliziose a vedersi, e specialmente gli scuri, duri capezzoli visti attraverso la stoffa sottile del reggiseno.
Povero Roby che ora doveva nascondere il suo cazzo duro e con un gemito è rotolato sopra lo stomaco, questo l’ha portato quasi a toccarla, mentre lei si appoggiava indietro sui gomiti, cosicché la parte superiore del costume si è alzata scoprendo quasi metà di quelle belle mammelle rotonde.
E di nuovo Roby ha sentito il cazzo indurirsi, ora spingeva attraverso la coperta contro la sabbia. Un minuto più tardi Tania si è sdraiata sulla schiena e così facendo ha aumentato al massimo l’eccitazione di Roby che si è sporto in avanti schiacciando le labbra contro quelle morbide ed umide di Tania.
Fin dall’inizio aveva desiderato che lui la baciasse e dolcemente ha aperto la bocca, lasciando che Roby facesse scivolare la lingua nella sua bocca calda, la lingua si è spinta in avanti ad incontrare la sua, fino a che con un morbido sospiro si è avvicinata contro di lui mettendo le due braccia intorno alle sue spalle forti e tirandolo verso di se il più possibile; facendolo la pancia dura e piatta del ragazzo si è schiacciata contro la sua e gli ha provocato un sospiro. Il suo pene duro strofinava con forza profondamente contro l’area tra gambe della ragazza creandole una situazione tanto sexy che rapidamente le ha aperte per avere meglio quella durezza contro di lei. Solo un minuto ed i due giovani strofinavano insieme le loro anche. Il povero Roby capiva che doveva resistere, le sue mani hanno raggiunto i morbidi globi rotondi delle sue belle natiche e sono scivolati sotto il suo costume, tirandola con più forza contro il suo cazzo duro che andava avanti ed indietro contro le labbra formicolanti della micia che rispondeva come se volesse che lui le trasmettesse sensazioni ancora più forti.
Era così bello, e voleva ancora di più, rapidamente una mano è salita lungo la schiena a scoprire i bottoni della parte superiore del costume e li ha slacciati, dopo di che ha gettato via il reggiseno, così lei è rimasta completamente nuda da sotto l’ombelico alla testa. Roby ha rantolato alla vista di quelle splendide mammelle, così belle, sode, ed i capezzoli duri quasi quanto una gomma da matita, che lo imploravano…. ha capito subito cosa doveva fare e, chinata la testa, ha succhiato prima un capezzolo e poi l’altro nella sua bocca; le labbra, la lingua e i denti stuzzicavano quei punti scuri finché non ha sentito il suo amore gemere di felicità torcendo il torace verso di lui come se gli volesse offrire i capezzoli per farglieli mangiare.
Era troppo bello per lei e voleva che lui continuasse a farle quelle magnifiche cose. Fin dall’inizio Tania aveva sentito qualche cosa formicolare profondamente nella sua pancia, no, ancora più in basso, qualche cosa di troppo bello, ed ha sentito che doveva fare tutto il possibile per far provare a Roby qualcosa di simile. Sapeva che fra poco avrebbero cominciato a fare l’amore, ed era proprio quello che voleva. Sentiva che Roby doveva farle tutto ciò che era capace di fare.
La mano libera del ragazzo è scesa ai legacci delle mutandine del bikini e, mentre la distraeva col suo succhiare, ha slegato ambedue i lati del costume e le ha fatte cadere lasciandola completamente nuda. Alzata la testa per un momento, ha deglutito alla vista del più bel corpo che avesse mai visto. La sua vita era sottile, le anche piccole meravigliosamente magre, e poteva vedere quanto fosse bianca la sua carne era sotto il bikini, mentre il resto del corpo era leggermente abbronzato. Ora poteva vedere la piccola fessura profonda… e le spesse labbra della micia, ancora ermeticamente chiuse, poi quando lei si è rilassata, hanno ammiccato aprendosi giusto un po’ mentre lei cominciava a voler essere toccata in ogni parte del corpo.
Delicatamente Roby ha fatto scivolare la mano giù sulla sua piccola pancia piatta, il suo medio è scivolato nella fessura ed in un istante ha sentito il calore e l’umidità della micia mentre lei si “preparava” per il suo amore. Ha rantolato forte quando ha sentito il suo dito scivolare per qualche frazione di centimetro nella sua passera, strofinarla, toccandole la clitoride che sembrava allungarsi per accarezzargli il cazzo. A momenti ha gridato di gioia quando ha sentito il dito che le massaggiava dentro e fuori il canale profondo, finché non l’ha voluto più profondamente e più duramente. Tania ha rantolato quando improvvisamente Roby si è mosso, torcendo il corpo finché non si sono trovati con la testa dalla parte dei piedi dell’altro. Per un momento è rimasta confusa, finché non ha compreso quello che Roby voleva fare ed a quel pensiero la povera ragazza è impazzita di felicità, ha compreso che lui veramente la voleva, e avrebbe fatto qualsiasi cosa per farla felice. Quando ha sentito le sue labbra muoversi giù, giù, dai capezzoli rivestiti di saliva, giù all’ombelico, dove ha leccato e ha succhiato per molti minuti, e ha cominciato a vibrare e scuotersi di felicità quando ha cominciato a diventare sempre più eccitata.
La ragazza è rabbrividita e quasi è impazzita quando ha sentito le labbra di Roby scendere dalla piccola, soda carne della sua pancia e mentre leccava scendeva sempre più in basso.
Ha alzato la testa giusto in tempo per vederlo muovere la testa di fianco e scendere al piccolo ginocchio, poi rapidamente muoversi all’interno della gamba mentre l’afferrava e l’allargava fino a che i suoi piedi non si sono trovati ad un metro l’uno dall’altro…, le labbra sono scivolate all’interno di una coscia, e lentamente, stuzzicante ha baciato salendo di nuovo, guardando con la coda dell’occhio finché non ha visto quello a cui stava arrivando. Le labbra erano più spesse, più scure, si stavano gonfiando mentre lei si eccitava sempre più, con un gemito ha sentito le dita separare le labbra e dopo un istante ha quasi gridato di felicità quando ha sentito la liscia lingua bagnata scivolare profondamente nella fessura e poi muoversi alla clitoride che si ergeva fuori dalla parte superiore dell’apertura, come se stesse aspettando che qualcuno la stuzzicasse e ci giocasse.
Anche se era la prima volta che Roby vedeva una ragazza nuda, qualche cosa all’interno della sua mente gli ha detto quello che doveva fare e, circondata la clitoride con le labbra morbide, bagnate, l’ha succhiata nella sua bocca, coi denti ha grattato contro quella protuberanza finché non ha sentito Tania gemere e la parte inferiore del suo corpo diventare selvaggia mentre spingeva le spalle ed i piedi contro la coperta e cominciava a fottere contro la sua bocca più forte e più veloce che poteva.
Le piaceva quello che Roby stava facendo e sapeva che voleva fare qualsiasi cosa per far provare al ragazzo le stesse sensazioni, così girando la testa di lato ha visto che le sue anche non erano lontane dal suo viso e ha deglutito quando per la prima volta nella sua vita ha visto il vero cazzo di un uomo, ed a dispetto della meraviglia ha tremato di felicità vedendolo muoversi mentre Roby muoveva su e giù la lingua penetrando con tutta la lunghezza la sua fessura eccitatissima. Ha visto che il cazzo era enorme, non meno di venti centimetri e non molto più piccolo della circonferenza del suo polso snello. Poteva vedere che al cespuglio che sporgeva dalla sua pancia dura, piatta, erano appese le palle, ora gonfie per l’eccitazione.
Ha capito quello che doveva fare e delicatamente ha afferrato quel cazzo caldo con le due mani, quasi le è sfuggito perché era troppo caldo e duro, ma l’ha trattenuto.
Quando Roby ha sentito che lo toccava, quasi è sobbalzato come colpito da una scarica elettrica, ma poi le sue mani morbide e calde hanno coccolato quel cazzo, istintivamente Roby ha spinto avanti le anche, facendo scivolare il membro attraverso le mani, facendo scendere le morbida carne che c’era intorno alla cappella, lei ha rantolato alla vista della testa del cazzo, simile alla punta di una lancia enorme, pronta a forarle il corpo, e sapeva che quando sarebbe successo sarebbe stata troppo felice. Ma ora voleva rendere felice Roby, così lentamente ha cominciato a schiacciargli la verga fra le mani ed a muoverle avanti ed indietro finché non ha capito che doveva muoversi sempre più velocemente, dopo alcuni secondi Roby ha cominciato a pompare le anche contro le sue mani, facendo scivolare il bastone tra le mani finché non ha sentito che la punta del cazzo stava per esplodere con sensazioni meravigliose.
Non si era mai sentito così bene in tutta la sua vita… neppure quando qualche volta, sdraiato sul letto, faceva la stessa cosa che Tania faceva ora. Poi lei ha voluto ancora di più, e Roby era completamente impreparato a quello che lei stava per fare.
Rapidamente Tania ha mosso avanti la testa, ha afferrato la punta del cazzo e l’ha diretta verso le sue morbide labbra rosa, bagnate, ed aperta leggermente la bocca, ha sporto la lingua e proprio quando la cappella di Roby ha toccato le calde labbra, ha fatto scivolare la lingua intorno alla la punta, lasciando una grande quantità di saliva per lubrificarla.
Il povero Roby a momenti saltava via dalla coperta quando la lingua ha toccato il suo cazzo, sentendo la sensazione più meravigliosa che avesse mai provato. Ha sentito come se il suo cazzo fosse un mortaretto gigantesco, pronto ad esplodere; con un grido di gioia il giovane ha inarcato il suo corpo, forzando il cazzo duro profondamente tra le labbra calde di Tania, e mezzo secondo dopo ha udito il gemito della ragazza quando ha sentito il colpo del grosso cazzo contro il fondo della bocca, quasi sprofondato nella sua gola. Sembrava di essere in una vasca di acqua calda, poi ha sentito le sue labbra circondare la grossa base del cazzo e le labbra si sono seppellite nella morbida lanugine di peli. Ha sentito la sua lingua turbinare intorno a tutta la lunghezza della sua verga e quasi immediatamente, istintivamente, il giovane ha cominciato a spingere e tirare, muovendo le anche avanti ed indietro di molti centimetri finché ha sentito il cazzo lavorare dentro e fuori della sua bocca che succhiava e gli è sembrato di essere sul punto di venire da un momento all’altro; non gli era mai capitato niente di così bello.
Avrebbe voluto che durasse per sempre, sapeva che da un momento all’altro avrebbero avuto il loro orgasmo e voleva che fosse nel modo migliore. Di nuovo si è chinato sulla micia bagnata della sua saliva e l’ha attaccata con le labbra e la lingua fino a che l’aria intorno ai loro corpi sudati non è stata piena delle loro giovani voci mentre la sensazione dei loro orgasmi rapidamente cominciava.
Poi ambedue hanno sentito che accadeva, quasi insieme, Roby si è sentito riscaldarsi dentro ed la più meravigliosa sensazione di formicolio tra le gambe che avesse mai sentito, ha capito che qualche cosa di meraviglioso gli stava accadendo, si è avvicinato ancora di più a Tania, così da poter spingere più profondamente e più velocemente nella sua bocca.
Allo stesso tempo Tania ha sentito la vibrazione della lingua del suo amante intorno alla clitoride gonfia finché non l’ha fatta impazzire, ha preso la testa bruna di Roby, le sue dita si sono attorcigliate fra i suoi capelli mentre cominciava a pompare più forte e più velocemente contro la sua bocca. Il suo respiro è diventato più veloce e più profondo mentre cominciava a sentire che stava per esplodere, poi, con un forte gemito, i suo corpo si è irrigidito, le anche si sono inarcate sulla coperta fino a che solo le spalle ed i piedi la toccavano. Un suono di felicità dopo l’altro è uscito dalla sua bocca mentre il suo corpo rabbrividiva e si agitava e sentiva che i suoi lombi impazzivano mentre veniva.
Allora con un gemito si è afflosciata sulla coperta, le mani ai lati, le gambe aperte, completamente esausta. C’era ancora il cazzo duro di Roby che lavora dentro e fuori della sua bocca e con le forze rimaste ha ruotato la lingua intorno alla cappella, con la bocca così piena di saliva che ha completamente rivestito il pene duro come olio mentre lui pompava sempre più velocemente e con più forza nella bocca.
Quando ha sentito aumentare in lui il piacere, si è messo in ginocchio a cavalcioni della sua testa, le ginocchia quasi contro le sue orecchie, ha abbassato le anche, si è inginocchiato sul suo viso e, in questa posizione, ha cominciato a fottere più veloce e più forte che poteva; pochi momenti più tardi è stato ricompensato quando ha sentito il cazzo gonfiarsi, improvvisamente è sembrato esplodere e ha sentito qualche cosa di caldo, bagnato, molto spesso scoppiare fuori della punta. Ne ha pompato schizzo dopo schizzo a riempire profondamente la bocca della sua amante.
Si è accorto, con sorpresa, che Tania lo desiderava e rapidamente l’ha ingoiato, gustandone il calore.
Le piaceva al gusto ed al tatto, il suo primo amante le era venuto in bocca, solo per lei; ha leccato il cazzo che ha continuato a pompare nella sua bocca per un altro minuto.
Roby improvvisamente si è sentito come alla fine di una lunga corsa, mentre con un debole gemito si abbatteva mollemente sulla coperta. Rotolato via dal piccolo corpo della ragazza, si è girato fino a fronteggiarle il viso, l’ha presa tra le braccia e l’ha baciata stringendo il corpo nudo contro di se. FINE

About Storie porno

Caro visitatore maggiorenne, sei qui perché ti piace la letteratura erotica o solo per curiosità? Leggere un racconto erotico segna di più perché la tua mente partecipa al viaggio dei nostri attori. Vieni dentro le nostre storie, assapora il sesso raccontato dove la mente fa il resto.

Leggi anche

copertina racconto erotico

La mia maturità sessuale

Il professore mi aprì la porta dell’appartamento e si scostò per farmi passare. Indossava soltanto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.