Ultimi racconti erotici pubblicati
Home / Adolescenti / Ho una amica che si chiama Cristina
copertina racconto erotico

Ho una amica che si chiama Cristina

Ci siamo conosciuti alcuni anni fa, all’epoca io durante la stagione estiva facevo il bagnino per contribuire a mantenermi agli studi.
Ricordo che era una mattina calda ed appiccicosa come tante altre, stavo rastrellando la spiaggia dell’albergo dove lavoravo, una vera noia, l’unico passatempo che mi permetteva di sopportare quello stupido lavoro era costruire sogni immaginari con le bagnanti.
Ma quella mattina non prometteva niente di buono nemmeno sotto quell’aspetto.
Quando dall’altro lato della spiaggia il mio sguardo viene catturato da un vestitino giallo canarino, lentamente rastrellando la sabbia mi avvicino e mi metto ad osservare con attenzione.
Il vestitino giallo da spiaggia fascia alla perfezione il corpo di una signora sulla cinquantina, bionda, con i capelli raccolti dietro la nuca ed un velo di leggero trucco sul volto, forse allo scopo di coprire i segni dell’età.
Mi domando incuriosito per quale motivo non indossa un costume, ma non ostante la temperatura equatoriale si ostina a portare il vestito.
Rastrellando con attenzione la sabbia mi avvicino ed intanto osservo le sue gambe che sono state scoperte dal vestito che oramai e salito fino all’inguine e……. stupore, il mistero e presto svelato quando da sotto il vestitino vedo apparire la rada peluria bionda della fica.
Non indossa il costume ne gli slip.
Incantato mi fermo a guardare quel corpo steso al sole e comincio a fantasticare, ma non faccio tempo ad iniziare i miei sogni ad occhi aperti che Cristina, scoprirò dopo il suo nome, abbassagli occhiali da sole e comincia a fissarmi indicandomi così in modo inequivocabile che si è accorta delle mie attenzioni, ma il suo sguardo non è adirato, anzi mi sorride, mentre, lentamente divarica le gambe offrendomi così uno spettacolo completo.
Continuo come in trans a rastrellare la sabbia, non ho idea di quanto tempo sia passato, e certo che la sabbia ai piedi di quel lettino fosse perfetta.
Improvvisamente Cristina si alza e scompare nella hall dell’albergo, lasciandomi da solo con la mia vistosa erezione.
Verso le sette di sera, finito il mio turno sulla spiaggia, intervallato da numerose docce fredde, ho cominciato a pensare come ritrovare la meravigliosa villeggiante nei meandri dell’albergo.
Ho appena cominciato la mia ricerca quando vedo Cristina che attraversa il giardino in direzione della spiaggia, la seguo senza esitazione, tenendomi ad una adeguata distanza.
Lei raggiunta la spiaggia va a sedersi sul lettino che nel pomeriggio era stato teatro della sua esibizione, intanto il sole sta tramontando sul mare.
La raggiungo, sono alle sue spalle, si volta verso di me sorridendo e mi saluta
< ciao, io sono Cristina >.
Indossa una camicetta di seta bianca che lascia trasparire il reggiseno di pizzo, ed una gonna scura, nella luce del tramonto intravedo lo sguardo lascivo dei suoi occhi.
Sempre sorridendomi dice < non e carino che tu non ti presenti >
< mi chiamo Lorenzo >
< va meglio così, ma non è carino che tu abbia visto quasi tutto di me, e non mi fai vedere niente >, così dicendo guardava in mezzo alle mie gambe.
Io senza farmelo ripetere mi sono sbottonato i jeans e subito il mio membro già duro e balzato fuori dai boxer.
Lei ha sospirato, ed allungata una mano lo ha stretto con violenza, mi sentivo esplodere.
Intanto era calato il sole e tutto intorno a noi era buio e silenzioso, si sentiva solo il rumore del mare.
< Posso toccare ? vero >
< certo >
< bello duro, carnoso, caldo, ma soprattutto giovane e mhhhhhh…….. saporito >
Ero finito nella sua calda e avida bocca.

L’autore (Timoteo): lormagnifico@lycosmail. com
Luglio 1999 – Etero ATTENZIONE! Questo testo è tutelato dalle norme sul diritto d’autore. L’autore autorizza solo la diffusione gratuita dell’opera presso EROSITALIA. L’autore pertanto mantiene il diritto esclusivo di utilizzazione economica dell’opera in ogni forma e modo, originale o derivato. FINE

About Sexy stories

Storie sexy raccontate da persone vere, esperienze vere con personaggi veri, solo con il nome cambiato per motivi di privacy. Ma le storie che mi hanno raccontato sono queste. Ce ne sono altre, e le pubblicherò qui, nella mia sezione deicata ai miei racconti erotici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.