Home / Adolescenti / In barca con Frà
copertina racconto erotico

In barca con Frà

Mi venne a prendere la mattina molto presto verso le 7, 30 con il suo piccolo fuoristrada dal colore che mi faceva venire molta allegria … un bel giallo canarino.
Era una bella mattina d’estate …. e si prospettava una giornata ancora più bella.
Ci salutammo … lui baciandomi entrambi le mani e io con un casto bacio sulla guancia.
Salii sul fuoristrada e gli dissi: ” oggi dove mi porti di bello? ieri sera quando ci siamo lasciati non mi hai voluto dire niente e di mettermi qualcosa di leggero ma di portarmi anche un maglioncino di cotone…
dai ti prego dimmi dove mi porti…. lo sai che sono curiosa da morire!!! ”
Lui sorrise divertito ma non mi rispose e non disse nulla fino a che non arrivammo a destinazione.
Eh si mi portò in un piccolo porto ….. ci stavano parecchie barche quasi tutte a remi o a motore ma tra queste si notava un barca a vela … era tutta bianca con una striscia rossa ai lati .
Mi disse: “Dai bella Frà … preparati oggi ci facciamo un bel giro in barca… noi non dovremmo fare nulla se non goderci il panorama… a guidare la barca ci sta il nostromo, è veramente una persona molto
discreta”.
Ero felicissima della sorpresa . Salimmo sulla barca e piano piano lasciammo il porticciolo.
La brezza del mare si faceva sentire …. e io cercai il maglioncino che avevo lasciato sotto coperta…
Il mio uomo sexy mi accompagnò di sotto… e con l’occasione mi fece visitare la barca.
Ci stava la cucina… il bagno … e una grande camera con uno strano letto …. strano perché sembrava che si muovesse …. glielo feci notare e lui, ridendo a crepapelle, mi disse: ” a Frà è un letto ad acqua ahahahahahha!!!!!! ”
Sorrisi a quella battuta e gli dissi: ” lo vogliamo provare? ” Ci guardammo e ci buttammo sul letto a farci il solletico come due matti….
Era solo il preludio … ognuno di noi due aspettava di gustarsi l’altro.
Mi abbracciò … le sue mani iniziarono a togliermi la camicia …. mi tolse i pantaloni e rimasi “vestita” con un bel completino di pizzo bianco.
Mi disse: “oggi, mia cara Frà, faremo pazzie….. vedrai”.

Mi distese sul letto supina, mise la sua testa tra le mie gambe e iniziò a leccarmi ai bordi degli slip …. piano piano … delicatamente …… mentre con una mano mi accarezzava i fianchi e il seno ….
Inarcai la schiena… mi stava facendo impazzire ….. sapeva eccitarmi in un modo fantastico …
Con lui io perdo letteralmente la testa …. continuava a leccarmi quando una sua mano si infilò nelle mutandine …. e subito sentì che ero bagnatissima …… mi sfiorò con un dito le piccole labbra e le dischiuse cercando il clito ……
Oh madonna … siiiiiiii …. mamma mia è stupendo … mi tolse gli slip … e iniziò a mordicchiarmi il clito …. era un misto di piacere e dolore ….. più mordeva e più mi bagnavo e più lui leccava …. sentiva il mio odore di femmina …. che lo faceva inebriare ….
All’improvviso mi guardò e mi disse: sentirai ora qualcosa che non hai mai sentito in vita tua ….
Ritornò nell’antro del piacere e iniziò a stuzzicarmi con la barba….
Oh mamma era fantastico ……. lingua mani barba … un mix perfetto per la sua Frà….. venni non una di volta ma due .. tre quattro ….. lo avevo innondato dei miei odori …. mi guardò e mi disse: sei fantastica donna mia … non ti lascerò mai …….
E sorrisi ma vidi che il bel gioco lo aveva fatto eccitare…… lo feci sdraiare …. e iniziai ad accarezzare il suo membro con le mani ….. sentivo quanto era eccitato …. avvicinai la testa …. e iniziai a soffiarci sopra …. lo feci trasalire ….. stava per dirmi qualcosa ma io sapevo già cosa volesse chiedermi ….
Così iniziai a baciarlo mentre gli massaggiavo le palle e l’interno coscia …… lo leccai per tutta la lunghezza ……. lo avevo vicino la bocca ma …… ma……… presi una delle sue mani e iniziai a leccargli il dito indice facendogli capire che cosa gli avrei fatto poco dopo …..
Sorrisi maliziosamente e lui andò in estasi …
Così lo presi in bocca ……. e iniziai a leccarlo … a mordicchiarlo ….. a baciarlo … a leccargli la punta come se fosse un gelato ….. quanto mi piace il gelato … iniziai a succhiarlo sempre di più … fino a che non sentii che stava per godere ……. mi fermai … lo guardai e capii tutto ……. accelerai il ritmo e lo sentii esplodere dentro la mia bocca …………
Fantastico …. ero inondata del suo sapore…… dolce come il miele ….. lo leccai ancora e ancora…. fino a farlo diventare tutto lucido e pulito …….. mi accoccolai a lui che fino a quel momento non aveva avuto forza di far nulla …. ma aveva solo la forza di stare con la sua bella Frà.

Io ero ancora eccitata … la sua presenza mi fa eccitare tantissimo e allora …. allora ….
mi misi a pancia in giù … lui si mise a cavalcioni su di me e iniziò a massaggiarmi con un olio profumato che però non ungeva la pelle …. e Prima la nuca … le spalle … la schiena … il fondo schiena …………. mi guardò e mi disse: ora ti metto un cuscino sotto la pancia … vedrai come ti rilasserai ancora di più … ”
Mi mise questo cuscino e piano piano le sue mani iniziarono a stuzzicarmi il centro del mio piacere ……. mani? ho detto mani? ? ? ? mi sembravano lì per lì … invece mi stava facendo eccitare con il suo bel membro duro … la posizione era adatta ……. e piano piano il membro iniziò a scomparirmi dentro mentre sia io che lui emettevamo mugolii di piacere …..
Mi disse : Francè dimmelo dai …. dimmi cosa vuoi dal tuo maschio!!! “”
Gli risposi: ” …. ti voglio e ti desidero …. lo voglio tutto dentro voglio lo scettro dentro …… sentirlo fino in gola …… dai non ce la faccio più !!!! ”
Lui iniziò una danza e io lo accompagnavo nei movimenti lenti, precisi e decisi ….. ” la tua donna è con te … fammi tua fammi sentire il maschi che sei ” gli dissi.
Mi mise le mani sui fianchi guidando il movimento …. quando capii il ritmo lasciò i fianchi e iniziò a massaggiarmi la schiena …… a toccarmi i lati dei seni a baciarmi sul collo …..
Stavo morendo di piacere e lui con me ….. “Frà …. mi sussurrò all’orecchio … sei MIA …. sei la regina dei miei sogni e desideri più nascosti ….. ti voglio !!!!! ”
I nostri movimenti erano all’unisono ……. avevo una pazza voglia di lui ….. se ne accorse e iniziò a penetrarmi più profondamente, stuzzicando così il mio interno …. dove ci sta il mio punto debole …. siiiiiii ancora … dicevo … dai ti prego …….. sentii ad un certo punto uno strano calore che mi pervase tutta
………. siiiiii amore …. sto godendo ….. dai ancora vieni con me ….. ti voglio sentire … voglio sentire l’uomo … dentro di me …… ebbi un secondo orgasmo e lui ebbe il suo …….
“Siiiiiiiii dai frà siiiiiiiiii sto godendo mmmmmmmmmmmmm sei stupenda
… un sogno ……. stai con me….. ora stai con me ……. ora sto in teeeeeeeeeeeeeeeee!!!!!!!!!!!!!!!! ”

Ci accasciammo sfiniti ……. ma felici …… lui prese il lenzuolo e me lo mise addosso mentre una mano mi prendeva il mento e mi baciava con una dolcezza inesprimibile ….
Ricambiai il bacio con tenerezza …… e per la prima volta ci dicemmo all’unisono : ” ti amo”. FINE

About Esperienze erotiche

Mi piace partecipare al progetto dei racconti erotici, perché la letteratura erotica da vita alle fantasie erotiche del lettore, rispolverando ricordi impressi nella mente. Un racconto erotico è più di una lettura, è un viaggio nella mente che lascia il segno.

Leggi anche

copertina racconto erotico

La mia maturità sessuale

Il professore mi aprì la porta dell’appartamento e si scostò per farmi passare. Indossava soltanto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.