Ultimi racconti erotici pubblicati
Home / Adolescenti / La cugina della mia ragazza
copertina racconto erotico

La cugina della mia ragazza

La mia ragazza, 20 anni, ha una cuginetta di 18 anni molto attraente con un corpo provocante un visino intrigante, loro si dicono tutto, sono come due sorelle.
Un giorno andai a casa della mia ragazza e con lei c’era la giovane cugina, ci mettiamo a parlare ma dopo pochi minuti la mia ragazza riceve una telefonata e con tutta fretta deve allontanarsi. Rimasti soli la cuginetta non se ne torna a casa ma decide di rimanere a parlare un po’ e l’assenza di mia cugina sembra non dispiacerle affatto.
Il suo sguardo mi fa intuire la sua voglia di spingersi oltre a quegli stupidi discorsi che stavamo facendo, non so per quale motivo preciso ma improvvisamente le prendo la mano e la metto sul mio membro, pochi secondi in silenzio in quella posizione, la sua faccia è sbalordita e un po’intimorita, mi avvicino e le dico:
“vuoi farlo? “. Non so bene se per la sua poca esperienza o per il fatto che sono il ragazzo di sua cugina non riesce a dire niente ma non lascia la presa.
Ad un certo momento si sblocca, si inginocchia davanti a me e comincia a sbottonarmi i pantaloni, i suoi movimenti sono lenti e timorosi ma si vede da lontano che muore dalla voglia… me lo tira fuori e dalla faccia stupita si capisce che non ha mai visto niente del genere, le misure sono spropositate!
Incominicia con un movimento lento ma continuo ed efficace, su e giù e su e giù, le sue giovani mani mi fanno impazzire… le prendo il visino tra le mani e le dico:
“dai adesso prendimelo in bocca, so che ti piace! “. Lentamente si avvicina con le labbra, partendo dal basso fa scorrere la sua fantastica lingua per tutta la lunghezza del cazzo risalendo fino alla punta poi con un movimento deciso se lo infila in bocca, la sua lingua inaspettatamente esperta si muove a meraviglia, le dimensioni sembrano soffocarla ma questo le piace, ad ogni colpo affonda sempre più fino in gola, le piace… non vuole fermarsi.
Io mi sento in paradiso, i suoi movimenti mi fanno godere e la mia verga ormai è durissima. Le chiedo cosa volesse fare a quel punto e lei mi rispose: “ti prego insegnami tutto! “.
A quelle parole la prendo, la giro con le mani sul tavolo, mi inginocchio dietro di lei, la spoglio lentamente e comincio a masturbale la bagnatissima fighetta, i miei colpi sono precisi e a volte ricadono tra il buchino del culo e sono proprio questi colpi che la eccitano di più, oramai è in preda all’eccitazione più estrema.
Il suo viso mi suggerisce che è arrivato il momento di penetrarla, il suo corpo chiede piacere. Mi avvicino e dolcemente entro nella sua fighetta, il piacere ci avvolge, mi coinvolge al punto da farmela da dietro, poi sdraiata sul tavolo, in piedi, a cavalcioni su di me, in bagno, lungo il corridoio, sulle scale… lei viene una volta, due, tre e mi impressiona la sua resistenza… oramai la cuginetta indecisa e timida non pensa ad altro che a godere e cavalca, cavalca, cavalca…
Lei mi prende, con una spinta mi appoggia al muro, si abbassa e prende di nuovo il mio cazzone in bocca ma questa volta fino alle palle e con una decisione mai vista, le piace, lo vuole, vuole sentirlo crescere tra le labbra, vuole sentirlo pulsare in gola, è la pompa migliore che mi abbiano mai fatto… mi coinvolge è troppo eccitante. Si sfila il membro dalla bocca e con quei grandi occhi mi dice:
“mi avevi detto che mi avresti insegnato tutto… ! “, io capisco subito a cosa si riferisce ma ho un attimo di esitazione, ripenso alla situazione, so che lei non lo ha mai fatto e poi non avevo mai tradito la mia ragazza e ora mi trovo ad un passo da inculare sua cugina.
Con il mio cazzo tra le mani insistè ed io preso dall’eccitazione mi lascio trasportare, la prendo, la giro, le apro con decisione le gambe e comincio a succhiarle il buco del culo… è perfetto, intatto, giovane. Lei non resiste più, mi guarda e mi sussurra:
“non fermarti, sfondami!! “. Appoggio la cappella sul suo buchetto e con un colpo preciso la infilo… un urlo di dolore echeggia per la casa ma dopo pochi colpi questi si trasformano in gemiti di piacere, gemiti coinvolgenti, un piacere indescrivibile, ci sentiamo in un altro mondo e i suoi orgasmi mi fanno perdere la testa… godo, godo, godo.
Improvvisamente ci accorgiamo che alla finestra è arrivata la mia ragazza e con una faccia sbigottita ci fissa: si ritrova in casa il suo ragazzo che incula in modo esemplare la sua dolce cuginetta. Noi non riusciamo a fermarci, lei vuole godere ancora, i miei movimenti si fanno sempre più decisi, sento che sto per venire:
“bella sto per venire! “.
Sfilo il tutto da dietro e lei incurante della vista di sua cugina si inginocchia davanti a me, lo afferra e se lo sbatte tutto fino in gola, succhia, succhia avidamente, vuole tutto dentro… succhia fino a quando le inondo la gola di sperma, succhia ancora, tutto le scende sui perfetti seni. Lo sfila dalle sue labbra e agitandolo fa fuoriuscire altri schizzi che le finiscono sugli occhi e tra i capelli. Sono sfinito… bellissimo!
Subito dopo entra la mia ragazza che si era goduta la fine di quello spettacolo, ero terrorizzato dalla intuibile reazione ma con grande stupore lei si inginocchia di fianco a sua cugina e le volta il viso verso di se, la bacia appassionatamente per succhiarle lo sperma che le era rimasto tra le labbra… poi girandosi verso di me mi dice:
“l’hai trattata proprio bene! ” FINE

About Porno racconti

La letteratura erotica ha sempre il suo fascino perché siamo noi a immaginare e a vivere, seduti su una comoda poltrona o a letto, le esperienze e le storie raccontate qui, Vivi le tue fantasie nei miei racconti, i miei personaggi sono i tuoi compagni d'avventura erotica. Buona lettura.

Leggi anche

copertina racconto erotico

La matematica non è un’opinione

Metà Maggio, la scuola sta per finire e come ogni anno la matematica è la …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.