Ultimi racconti erotici pubblicati
Home / Adolescenti / Movies maker
copertina racconto erotico

Movies maker

“Forza! Andiamo, belli! Ci siamo tutti?
Entra, entra, che manchi solo tu! Dai che nun c’ho tempo da perde.
E chiudi stò cazzo de porta!
A Nando…. accendi i riflettori.
Prepararsi tutti!
Riprendiamo dalla scena a tre: la dovemo rifà quasi tutta, perchè er cazzone de Pietro se l’è fatto ammosscià sur più bello!
Hai capito, testina de pollo? Se nun lo tieni sù per tutta la scena, giuro che t’ inculo personalmente!
Gina; datte un po’ de cipria alle tette che sò troppo lucide e fanno riflesso.
Tu Lola, fatte un nodo ai capelli che ogni volta che lo pigli in bocca, te cascano sul viso e nun se vede un cazzo, nel vero senso d’ a parola.
N’dò stà bocca de velluto? Ah! Sei quà. Nun t’ avevo visto. Senti, famme un piacere: lo sò che c’ hai 60 inverni sur groppone, ma mi servi presente per un paio d’ore. Nun se sà mai che c’abbia bisogno delle tue labbra per farlo tirà a stò segaiolo.
OK! Pronta ‘a camera? Audio? A posto! Nun vojo sentì volà ‘na mosca!
Gina stendete sul letto: Pietro al lato sinistro: Lola inginocchiate dietro a Pietro. No! Più indietro: così va bene.
Motore! Eeeee…….. AZIONE!!!

((come avrete capito, il regista è romano, burino di Trastevere! Il resto della storia la lasciamo in italiano, per i non laziali) n. d. r. )

Comincia a toccarle le tette. Si, così va bene. Falle venire su i capezzoli. Bene, continua così.
Lola, prendigli il cazzo in mano e struscialo lento, che lo senta bene e gli venga duro.
Fagli un bel primo piano della faccia: così…. bene…. Passati la lingua sulle labbra: fai vedere che ti piace…. che sei calda.
Pietro, accarezzale la figa e sgrillettala un po’. Mettici sentimento, cazzo!!
Non stai facendo i gnocchi!
Ecco, …. dai che vai bene. Ora, senza spostarti, mettiti in ginocchio, alzale il culo e comincia a leccargliela. Beeeeene! Con sentimento.
Lola, sdraiati sotto di lui, prendi il cazzo in bocca e pompalo: voglio vederlo lungo e duro come un manganello.
Ok! Continuate cosi che noi facciamo un po’ di primi piani e foto di gruppo da mandare ai giornaletti.
Luca datti da fare con la Pentax che non ho tutta la notte. E non usare il flash come ieri!
Non me ne frega un cazzo fottuto se non vengono bene! Mettici una pellicola da 1000 ASA e si vedranno anche i peli del culo!

Mettiti in moto e segui le mie indicazioni come fosse il Vangelo.
Dai una zummata alla fica e fammi vedere come lavora la lingua sul clitoride.
Bene così: lasciala un po’ che tanto in montaggio la ripetiamo venti volte e sembra che gliel’abbia leccata per mezz’ora.
Come sarebbe che non lo sapevi? Una volta c’erano veri stalloni capaci di sbattere fiche per ore! Oggi non più. Sono tutti froci. La fica non piace più e allora fai 5 minuti di ripresa fatti bene, la moltiplichi e diventa una scopata di un’ora.
Ora uno a mezzo busto: che si veda come spasima, la cagna in calore e si strizza le tette.
Ecco! Lo sapevo io! Bocca di velluto: ho bisogno di te! Questo ce l’ha ancora mollo come un’anguilla: vedi se ci riesci tu, altrimenti mi va a puttane anche stà sera.
E tu con quella video, fammi un bel quadro alla figa di Lola mentre se la tocca. Così va bene, fermati lì un po’. Lola, amore mio, mettici un po’ di sentimento e masturbati come Dio comanda. Si bella: infilaci un paio di dita: falle andare su e giù, …. brava, … brava, sei proprio un amore!
Perfetto! Dato che Mister Macho è pronto…….

Cambio!!!
Pietro, in ginocchio si scopata Gina. Lola, sopra la faccia di Gina a fartela leccare.
Perfetto! Questo quadro mi piace; tenetelo 5 minuti fatti bene.
Cazzo se sei lento tu con stà Pentax! Spicciati con le foto, coglione!

Cambio!!
Gina resta dov’è, Lola alla pecorina, leccandole la mona e Pietro se la fotte. Bellissimo!! Altri 5 minuti così.
Fammi vedere il cazzo che entra e esce, per un minuto.
Ora un minuto sulla slinguata di Lola.
Abbassati dietro a Pietro e fammi una ripresa del cazzo che la scopa.
Pietro, apri un po’ le gambe che non si vedono le palle. E tu Lola, accarezzagli lo scroto. Ah! che meraviglia! Da orgasmo.

Cambio!!
Lola sdraiata, lecca la fica a Gina che contemporaneamente si fà scopare da Pietro.
Bravi, avanti così che andate bene.
Trucco! Dove stà trucco? Senti, gioia, spruzza un po’ d’acqua sulle spalle e il petto di Pietro che non stà sudando niente. E che non sia fredda, che se no gli si ammoscia come ieri!
Fammi un bel quadro da dietro, che si veda la fica in primo piano e il culo di lui scopandola, leggermente sfuocato: lascialo un po’…… Ora sfuoca la fica e a fuoco il culo……. fermoooo….. zumma lento….. FERMO!! Perfetto!

Cambio!!
Pietro sdraiato, Lola lo monta e Gina si fà slinguare.
Forza lumache, che Natale è ancora distante!!
Lola, vedi di andare su e giù con un po’ di stile: sembri una barca con mare grosso! Fà finta che ti piaccia, mettici sentimento.
Ma guarda questo! Ti sembra il modo di leccare una figa? La lingua deve andare leggera, solo la punta! Non stai mica leccando un gelato, cazzo!
Brave; ora lesbicate un poco, sù.
Un po’ di baci roventi e dei bei lingua-lingua. Accarezzatevi le tette.
Una ciucciatina ai capezzoli….. così…… molto bene, figliole: stà venendo bene.
Continuate così che facciamo tirare il cazzo anche ai moribondi.
Come sarebbe che quasi ti finisce la pellicola? Ma sei frocio o testa di cazzo?
Ma devo sempre dirti tutto, porca zoccola? Non faccio la baby-sitter, io!
Non mi importa un cazzo se ti sei dimenticato a casa l’altra! Stò perdendo soldi per colpa tua! Vorrà dire che paghi tu, cazzone! Così impari una buona volta.
Chiaro che paghi tu! E non rompere più coglioni, che se nò ti butto dalla finestra!!
Vorrà dire che stasera finiamo prima per colpa di stò merdoso!
E tu risparmia, hai capito? ?

Cambio!!
Pietro continua sdraiato, le due ragazze a 69 con lui, senza montargli sopra e spompinandolo. Pietro con le mani, una bella forbice a cadauna: possibilmente pollice e medio.
Ma mi sembra ovvio che l’indice và nel culo, se no che forbice è?
Brave le mie ragazze… Dateci dentro con quelle lingue. Bene, anche le palle.
Prendile bene in bocca: che si veda. E tu ficcatelo in gola che sei una specialista dell’ingoio. Madonna bona, figlia mia! Vai così che vai bene, vacca zoccola!
Dai tortuga! Fà un po’ di quadri da varie angolazioni. Che si vedano bene le lingue sulla cappella.
La Cappella Sistina del cazzo, spiritoso di merda!! E non ridere che viene tutto mosso.
Cosa dici? Che sei pronto a venire? Ok, Ok.

Cambio!!
Scena finale, belle figliole!
Pietro in piedi e voi due in ginocchio a smanettare, slinguare e ciucciare finchè non sborra. Voglio sedere sperma volare e ne voglio a litri! Bei getti lunghi e potenti.
Avanti, avanti che andate bene. Dateci dentro, cazzo!
E tu Pietro, concentrati! Ok, Ok. stò zitto.
Tu frocio, riprendi tutto. spero solo che non finisca il nastro, perchè se no ti rompo! e non perderti neanche una goccia!
Truuuucccccoooo!!! Prepara lo yogurt tiepido che non si sà mai.
Bisogna prevedere tutto.
Ecco, ecco, ecco; così…… Sborra figlio mio! Lascialo andare tutto.
Dateci dentro, ragazze che abbiamo finito. Ora dategli una bella leccata finale e pulitelo bene.

Porta lo yogurt!!
Spruzzane un po’ in faccia a tutte e due. Ora, figliole, leccatevelo a vicenda, proprio come se foste assetate di sperma.
Bene.. perfetto.. falle un bel primo piano… sfuoca, eeeeee STOOPPPP!!

OK! Anche questa è fatta. Portate da bere! Andate a farvi una doccia e non metteteci tanto che andiamo a mangiare.
E spegni i riflettori, che consumano un casino!!
Oh! Vai portare subito…. Si, subito! …. No domani, stronzo! Stanotte! Gia! Che stanno aspettando in sala doppiaggio per il montaggio della musica, dei sospiri, dei lamenti e tutto quello che ci và, insomma! Mangiare dopo, faccia di merda!

E poi dicono che fare film è piacevole e rilassante…… :

Ma ‘nnate a prendelo ner culo!! FINE

About Porno racconti

La letteratura erotica ha sempre il suo fascino perché siamo noi a immaginare e a vivere, seduti su una comoda poltrona o a letto, le esperienze e le storie raccontate qui, Vivi le tue fantasie nei miei racconti, i miei personaggi sono i tuoi compagni d’avventura erotica.
Buona lettura.

Leggi anche

copertina racconto erotico

Amore semi-incestuoso

Mi immergo nell’odore acre e untuoso della stazione: sono appena arrivato in questa città. A …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.