Ultimi racconti erotici pubblicati
Home / Adolescenti / Stupenda creatura una voglia infinita
copertina racconto erotico

Stupenda creatura una voglia infinita

La bella Elisa a poco più di 21 anni aveva un esperienza notevolissima di pratiche sadomaso e sesso di gruppo , l’addestramento alla arts fellatio con Maurizio era terminato e di lì a poco avrebbe saputo la data della Gara di Pompe nel famosissimo Club di Milano a cui accedevano di diritto le “diplomate” del cinquantenne Maurizio.
Il suo amante era Mauro titolare di un azienda di distribuzione di piastrelle a grandi formati e lei era impiegata presso la stessa ditta in qualità di segretaria.
La bella bionda era esplosa negli ultimi due anni in una trasformazione notevole da timida ragazzina a scatenata ragazza che sapeva il fatto suo, amava molto il sesso in tutte le sue forme e non si tirava mai indietro di fronte a nulla.
Non molto alta aveva nelle grosse tette , una sesta favolosa, il suo punto forte, capelli lunghi a metà schiena di un biondo bellissimo naturale e due fantastici occhi azzurri su un viso da angioletto pur con delle belle labbra da pompinara, aveva forme morbide e anche con qualche chilo di troppo non vi era persona che non girasse la testa quando passava.
Un bel culo rotondo e sodo e due gambe ben fatte completavano la figura della ragazza che sprizzava sesso da ogni poro della pelle .
Ogni settimana si incontrava di sabato con il suo amante nei motel della zona ma a volte riuscivano in ditta a dare sfogo alle loro voglie ed era in quelle occasioni che Elisa dava il meglio di sé come pompinara.
Qualche festa e qualche incontro organizzato da Mauro con altri uomini contattati su internet e preventivamente incontrati da lui completavano il campionario dei loro giochi sessuali. A sua volta la bella bionda quando usciva con le amiche alla sera se aveva l’occasione non si faceva certo pregare a succhiare un bel cazzo e questo a volte le era costato delle avventure spiacevoli.
L’ultima novità era stato l’addestramento all’arte del pompino che aveva fatto in cinque sedute diverse con un eccentrico e ricco cinquantenne , naturalmente la innata capacità della giovane e la raffinatezza della scuola avevano prodotto un risultato notevole e la bravura della bionda era diventata smisurata.
Quando Luca mi chiamò per dirmi la data della Gara fui soddisfatto perché ero curioso di vedere come se la sarebbe cavata la mia bella amante, avevano scelto il Giorno della Festa della Donna e fu comodo perché non ci furono problemi con le scuse da inventare, l’8 Marzo per una donna è semplice liberarsi.
Arrivammo a Milano in orario e dopo una capatina in un ristorante di mia conoscenza dove consigliai a Elisa di rimanere leggera , ci dirigemmo al locale un famoso Club della metropoli lombarda. L’organizzazione era all’opera e vi era una valanga di gente , entrammo con il pass fornitoci e andammo nei camerini riservati alle partecipanti.
Quella serata vi erano 3 ragazze… Elisa naturalmente , MariaGrazia una bionda carina sulla trentina con un bel seno rifatto , Barbara una stupenda bionda che ricordava Cameron Diaz vagamente… i maschi mi dissero che non erano un problema ve ne erano più di centocinquanta in attesa ed il primo gruppo di cinquanta stava per essere preparato dalle 6 fluffers addette.
Dovete sapere che le fluffers hanno il compito di portare all’erezione i partecipanti a questo genere di avvenimenti, gang bang ecc. ecc. in modo che quando i ragazzi entrano in azione siano pronti.
Vi erano nel salone 3 poltrone speciali dove le ragazze potevano stare comodamente appoggiate pur essendo quasi in ginocchio ed essere comode per lo svolgimento della gara , per i maschi vi erano solo dei cosi tipo sgabelli per appoggiarsi in qualche modo.
Per essere conteggiato un pompino il ragazzo doveva durare almeno 180 secondi /tre minuti nella bocca della concorrente ma non più di 8 minuti e la venuta doveva essere visibile , quindi vi erano 3 giudici che controllavano da vicino, la ragazza poteva farsi venire in bocca e poi mostrare al giudice lo sperma prima di ingoiarlo oppure farsi venire sulla lingua per permettere al giudice di controllare, tutti i pompini per essere validi dovevano finire con l’ingoio dello sperma.
Entrarono le tre concorrenti completamente nude e si posizionarono sulla poltrona rovesciata speciale e la gara ebbe inizio… vinceva chi faceva più pompini.. semplice!!
Elisa mi guardò e mi sorrise prima di sdraiarsi in ginocchio sulla poltrona.. e la gara ebbe inizio…. le fluffers erano al lavoro instancabili e i ragazzi pronti con l’erezione al massimo quando si presentavano dalle pompinare concorrenti.
Vidi la mia bella pompinara imboccare il primo cazzo e controllai il piccolo cronometro digitale da polso che avevo indossato rinunciando al mio Rolex
… dopo 3 minuti e 10 secondi il ragazzo venne in bocca alla mia amante bionda e il giudice girò una specie di calendario con i numeri rotanti ed apparve il numero 1
Dopo un ora la mia troia era in testa con 18 pompe e stava leccando il 19° cazzo.. MariaGrazia la bella troia bionda era a quota 16, mentre Barbara era a 15
Due ore dopo la classifica mostrava Elisa con 37 pompe seguita da Barbara che era riuscita a recuperare a quota 34 e Mariagrazia a 33 . Le ragazze avevano ingoiato tutte le sborrate e la difficoltà di quelle gare era proprio la quantità di sperma che ognuna di esse doveva ingurgitare.
Elisa succhiava il cazzo con un occhio al cronometro e mi ero accorto da tempo che solo dopo 2 minuti e mezzo cominciava a fare sul serio per portare il maschio alla sborrata appena passavano i tre minuti fatidici. Sia Barbara che Mariagrazia avevano avuto una pompa annullata perché il ragazzo era venuto prima che fosse passato il tempo previsto.
Due ore e mezza dopo e la mia pompinara conduceva con 45 pompini fatti seguita da Barbara con 43 e la bella Mariagrazia a 42, il ritmo era rallentato perché stanche e probabilmente piene di sperma.. stavano aspettando che le rivali cedessero…. guardai Elisa e la vidi tranquilla a succhiare un cazzo nodoso di un uomo di mezza età e portarlo alla sborrata dopo quasi 4 minuti…
Poco prima delle tre ore Barbara cedette di schianto mentre faceva il 49° pompino .. ingoiò la sborrata e poi vomitò sul pavimento e venne soccorsa dal suo compagno e dal personale… dopo qualche minuto era seduta in perfetta forma con un drink in mano a guardare le due vacche rivali darsi battaglia a colpi di lingua.
Alle tre ore Elisa conduceva con 52 pompe e Mariagrazia non mollava a 50 entrambe erano provate e faticavano a ingoiare lo sperma che i ragazzi scaricavano loro in gola.
L’organizzazione aveva trattenuto una quarantina di ragazzi in più ed aveva fatto bene perché le tre bocchinare se ne erano passati qualcosa come 151 tra tutte e tre.
Era solo resistenza ora con Elisa che cercava di regolarsi sulla rivale facendo sborrare il maschio appena vedeva che la troia bionda aveva fatto altrettanto… i pompini duravano anche 5 o 6 minuti ma non potevano durare più di 8 per regolamento.
Al limite delle tre ore e venti MariaGrazia sfinita si fermò e fece un segno di resa, aveva spompinato 54 ragazzi e bevuto le relative sborrate, la mia bella bionda ebbe un lampo negli occhi e come sempre volle essere protagonista.. aveva già vinto perché a quel punto lei era a quota 56 ma volle continuare e velocizzò la sua azione per raggiungere nel giro di pochi minuti la quota di 60 e poi soddisfatta si fermò sorridente ed assetata.
Aveva vinto e il premio era una settimana ad Ibiza per 2 persone in una data a piacimento ed in più la quota di 60 ingoi era la più alta mai raggiunta perché la settimana prima una certa Alessandra era arrivata a 56 prima di fermarsi.
La raggiunsi e le feci i complimenti evitando di baciarla vigliaccamente….. mi disse che era arrivata attorno ai 35-40 abbastanza semplicemente però dopo ogni ingoio diventava sempre più difficile e adesso aveva lo sperma che le veniva su…..
La accompagnai in bagno con un amaro adatto e attesi che si fosse liberata faticosamente , dopo una ventina di minuti era in perfetta forma nonostante qualche rigurgito la perseguitasse ed avesse ancora un alito non proprio ai petali di rose.
Chiamai Maurizio annunciandogli che Elisa aveva vinto e mi rispose che gli sarebbe parso strano il contrario e di farle i complimenti.
Anche quell’avventura era passata e la mia bella amante mi disse che era un bel po’ che non facevamo una bella orgia e in effetti era dalla fine dell’anno precedente
Le dissi che entro la fine di Marzo avrei organizzato qualcosa di carino.
FINE MARZO 1994
Era costato tempo e parecchie telefonate sul mio nuovo telefonino ma finalmente la serata era arrivata un venerdì sera in cui ci eravamo entrambi liberati e non senza fatica. Eravamo in 6 coppie e credete non è facile combinare un simile incontro oltretutto trovare le coppie con la lei figa non è assolutamente difficile ma spesso i compagni sono impresentabili, invece 6 coppie con tutti di bella presenza e con qualche lei veramente super.
Filippo e Michela avevano affittato per la serata una specie di mega suite in un Hotel alla periferia di Milano che era costato un occhio pur dividendo per sei… in compenso avevamo ogni genere di comodità cena compresa a buffet…. soprattutto privacy .
Arrivammo insieme ad Alberto e Lilly una coppia sposata di Bergamo, sui trentacinque entrambi , lei una bionda veramente bella 1. 68 circa fisicata il giusto con un aria altezzosa che poi svaniva dimostrandosi simpatica ed alla mano, lui cordiale e simpatico con un fisico sportivo , entrammo nell’hotel e salimmo all’ultimo piano trovando altre 3 coppie che già si scambiavano i convenevoli di rito.
Ci presentammo tutti perché ci si conosceva solo per telefono e e-mail oppure si conosceva il lui e non la sua compagna…. Rita e Gianni di Milano una coppia non regolare con la lei giovane attorno ai 23 anni e Gianni sui 35 carini entrambi , Rita era una morettina frizzante con i capelli a caschetto ed un bel fisico .
Michela e Filippo di non ricordo dove con lei giovanissima , tanto che qualcuno volle che fosse esibito un documento 19 anni con lui di 34 , fidanzati ci dissero. La giovane ragazzina era splendida , bionda capelli lunghi e un viso molto carino su un corpo da peccato….. sarebbe stato un bel bocconcino, ad onor del vero anche Filippo era un bel tipo e parecchie donne se lo mangiavano con gli occhi.
Alessandra e Roberto venivano dalla zona di Pavia, sposati, lei una bella mora con i lunghi capelli sino alle spalle ed un paio di gambe da sballo , lui simpatico e distinto , avevano attorno ai 37-40 anni non di più.
Per ultimi arrivarono Federica e Carlo di Varese con la ragazza molto carina alta , mora con un bel fisico ed un viso simpatico non avrà avuto più di 24 anni mentre il suo compagno che si presentò come fidanzato ne aveva almeno 36
Poi c’eravamo noi con la mia bella Elisa che catalizzò sul suo seno prorompente più di uno sguardo e parecchi complimenti di donne ed uomini. Lasciammo le donne a fare amicizia perché è sempre fondamentale e noi uomini come già deciso parlammo dei giochi…. per scaldare tutta la serata avremmo estratto a sorte dei nomi ed estratto a sorte delle cose da fare…
Velocemente si scrissero i bigliettini con i dodici nomi e invece molto più di dodici furono i biglietti soprannominati delle “porcate”…. es. pompa con ingoio, scopata alla pecorina, leccata di figa.. ecc. ecc.
Il buffet resistette al primo assalto e poi abbassammo i potenziometri delle luci e regolammo il volume per la musica in sottofondo. Fu anche estratto chi doveva estrarre….. Fu Carlo il 36 enne di Varese che estrasse il primo nome…. Michela la fighetta giovanissima e poi dal contenitore dei nomi maschili…. (li avevamo divisi) ecco arrivare Alberto il trentacinquenne bergamasco…
Toccava alla “porcata”…. attimo di suspence con Michela che rideva … leccata di culo e figa !!! I due si avvicinarono e Michela improvviso un mini strip applaudita mentre Alberto a sua volta si toglieva gli indumenti… la bellissima giovane era sul letto ad aspettare e il suo corpo era un portento di curve armoniose una quarta spettacolare e un culo a mandolino a cui mancava la parola…. fortunato il Filippo pensai.
La bella ragazzina si mise alla pecorina e Alberto non perse tempo a deliziare la sua lingua e la sua bocca su quella fresca carne…. dopo pochi istanti la ragazzina urlava il suo piacere incitando l’uomo a gran voce….
Li lasciammo giocare una decina di minuti godendoci lo spettacolo del corpo di Michela e poi nuova estrazione….. Carlo estrasse se stesso e poi sempre lui estrasse
Alessandra la bella mora di Pavia….. la porcata? … un attimo….. scopata alla pecorina !! applausi e commenti sagaci….
Il divano li accolse e dopo qualche breve preliminare sottoforma di un rapido 69 Carlo si mise a cavalcarla con vigore.
Proseguì io nell’estrazione ed estrassi Elisa… neanche a farlo apposta … e poi Gianni
Il quale mostrò un uccello degno di nota anche a riposo…. la solita troia pensai .. !!
La porcata…. ? Scopata con lei sopra e lui sdraiato…….. mica male!!
Le tette di Elisa quando apparvero bloccarono il fiato e Gianni giustamente ne prese possesso facendola sospirare con la sua lingua, si abbracciarono sul letto e poco dopo Elisa lo montava sballottando il suo poderoso seno e urlando sconcezze.
Mi estrassi anche io e poi estrassi Federica la giovane fighetta e ne fui contento.. la porcata? ….. pompa e leccata di coglioni e culo senza venire, …. brutto? ? no di certo e mi avvicinai alla giovane puttanella che mi guardava sbarazzina….. un bel divano mi vide seduto con lei che dopo aver mostrato un fisico da top model mi imboccò il
cazzo con insospettata maestria….
Mentre mi divertivo con la bella e giovane brunetta , il sorteggiò proseguì e
Fu la volta di Lilly la bellissima bergamasca che confermò le attese con un corpo da favola nonostante le tette rifatte tra l’altro bene , insieme a lei Roberto il distinto quasi quarantenne di Pavia , il sorteggio per la porcata di loro due disse: un bel sessantanove…
Inevitabilmente gli ultimi due furono , Rita la bella 23enne con i neri capelli a caschetto che mostrò a sua volta un corpo agile e sinuoso, con Filippo che a quel punto era impaziente di divertirsi a sua volta… porcata? Scopata con lui sotto e lei reverse cioè di spalle…
Tutti si stavano dando da fare e la mia bella puttanella si dimostrava abile con la lingua , mi girai e vidi Elisa muoversi sinuosamente su e giù sul cazzone di Gianni con lui che aveva afferrato il seno della bionda e lo smanacciava abbastanza rudemente con grosso godimento delle stessa
Lilly spompinava Roberto che a sua volta aveva tra le gambe un notevole cazzo la vidi ingoiarlo quasi per intero mentre gemeva per la lingua di lui che gli torturava la figa abilmente, la bella Michela urlava il suo piacere mentre Alberto non le dava pace leccando sapientemente il bellissimo culo e la figa depilata della giovane puledra.
Carlo si pompava l’esperta Alessandra con vigore assestando sul bellissimo culo delle sberle notevoli e la bella donna aveva il culo arrossato leggermente e pareva gradire
Proseguimmo per un po’ e poi Carlo disse “cambio” le coppie si separarono e mi trovai vicino a Rita e iniziammo a baciarci languidamente, aveva fame di cazzo la morettina e subito si mise a leccarmelo con abilità mentre le accarezzavo il corpo sodo come una pesca, Elisa a sua volta stava pompando il cazzo di Roberto …
La bella biondina mia amante aveva voglia di cazzo e si imboccò il grosso cazzo all’istante appena Roberto le passò vicino, ora l’uomo sospirava impazzito di piacere sotto i colpi delle lingua della mia pompinara…..
Al successivo cambio la sorte mi diede la bellissima Lilly e dopo aver accarezzato Rita salutandola mi trovai la figa della bella bionda in bocca mentre lei si buttava a leccarmi i coglioni in un furibondo sessantanove , poco dopo la feci urlare di piacere e poi mi alzai in piedi tenendola per i capelli e la scopai in bocca….
La troia si mise le mani sulle cosce e subì l’oltraggio con molto trasporto e pensai che la tipa fosse abituata a ben altro….
Mentre mi divertivo con la bionda bergamasca diedi un occhiata a Elisa che si stava facendo inculare da Filippo guaendo da par suo come una cagna in calore…. feci girare Lilly e dopo averla leccata per bene la inculai con estrema facilità…..
La bionda emetteva urletti e sospirava ad ogni affondo e dopo i primi affondi parziali le ficcai tutto il mio cazzo in culo insultandola pesantemente mentre con le mani le allargavo la figa…. “Prendilo nel culo bella troia…. troiaaaa…. ”
Dopo un Roberto chiese la pausa e propose un sorteggio… con penitenza da decidere..
Tutti accettammo prendendo fiato e la sorteggiata fu Federica….. ci consultammo tutti e decidemmo che sarebbe stata inculata a turno da tutti mentre leccava la figa delle ragazze fino a farle godere tutte.
Iniziò Carlo ad inculare la bella e giovane puttanella preparando lui che era il suo uomo la strada agli altri, Rita si mise davanti a Federica facendosi portare una poltroncina e comodamente si gustò la lingua della morettina di Varese
Vicino a me era seduta Alessandra e le stavo accarezzando le cosce ed il culo mentre vedevo Gianni accarezzare distrattamente le tette di Elisa , Federica gemeva sotto i colpi del suo uomo e i lunghi capelli le cadevano sul viso ma riusciva spingendosi tra le cosce di Rita a far sospirare la bella morettina…
Quando Rita urlò il suo piacere fu la volta di Roberto e Elisa a prendere il loro posto… Roberto si era fatto pompare da qualche minuto il bel cazzo da Lilly e inculò Federica dopo averle sputato nel buco del culo… Elisa aprì le cosce e l’urlo della giovane vacca fu smorzato dal fatto che Elisa le spinse la testa a fondo in mezzo alle sue cosce….
Anche Elisa trovò il piacere sotto l’abile lingua della giovane puledrina, e il cambio successivo vide Gianni che si staccò a malincuore dalla bocca di Alessandra e Lilly
La bella bionda si pose davanti a Federica e a voce alta disse “leccami giovane troietta… leccami la figa”….. le sue parole infiammarono l’ambiente e la bella morettina si tuffò con la lingua nella figa della bionda..
Gianni a sua volta la stava inculando facilmente affondando il suo membro per tutta la lunghezza con le mani sui fianchi della bella e giovane vacca.
Mi feci leccare il cazzo da Michela a cui non doveva dispiacere per nulla prenderne tanti dalla golosità con cui mi fece avere un erezione splendida e poi quando Lilly sborrò i suoi umori in bocca alla ragazzina , ci alzammo io e Alessandra….
Tutto il giro ebbe fine con Federica abbastanza provata dalle poderose inculate che aveva subito… era venuta a sua volta almeno 2 volte urlando e gemendo con strilli acuti.
A quel punto le ragazze che avevano confabulato ci dissero di estrarre a sorte una di loro che avrebbe giocato con due maschi a sua scelta, immediatamente il sorteggio fu effettuato ed uscì Alessandra che scelse Alberto e Filippo
La bella donna si inginocchiò ed iniziò un lento pompino ai due cazzi degli uomini che le tenevano una mano sulla testa e si esibì in affondi da brivido ingoiando per intero le loro aste… “fottetemi per bene bei maschioni” furono le parole che disse..
Un attimo dopo stava saltando sul cazzo di Filippo penetrandosi la figa mentre Alberto la stava scopando in bocca , la bella mora di Pavia era scatenata e mostrò la sua troiaggine chiedendo di essere inculata a gran voce e difatti mentre Filippo la scopava Alberto non perse tempo spaccandole il bel culo con poderosi affondi fino a sbattere i suoi coglioni sulle bianche chiappe della troia…
L’esibizione scaldò di più tutti quelli che guardavano e mentre i tre se lo godevano facemmo un altro sorteggio con Lilly estratta insieme a Roberto e a me stesso…
La fantastica bionda si mise carponi e sensualmente raggiunse i suoi maschi camminando a quattro zampe e con i begli occhi azzurri li fissò dicendo “sono la vostra troia… usatemi a vostro piacimento”… un attimo dopo era alla pecorina con un cazzo in culo e l’altro in bocca sottoposta a feroci affondi nel culo da Roberto.. mentre io le avevo dato i coglioni da leccare tenendole la testa premuta in mezzo alle mie cosce…. ci sapeva fare la troia….
L’altra estrazione premiò Elisa con Gianni e Carlo e i grossi calibri degli uomini trovarono conforto nella bocca della mia puttana , che dopo averli deliziati con una pompa veloce inginocchiata si sedette infilzandosi la figa su Carlo e chiese a gran voce di essere inculata da Gianni… “spaccami il culoooo….. cazzooo… aprilooo”
Le tre donne che non furono sorteggiate si divisero e io mi trovai Michela che mi leccava il buco del culo standomi alle spalle….
Federica a cosce aperte si mise davanti ad Elisa che iniziò a leccarle la bella fighetta..
Mentre Rita si dedicò a baciare le tette di Alessandra standole sotto mentre veniva inculata….
A turno poi ci scambiammo le donne e Michela ad un certo punto si trovò un cazzo nel culo mentre leccava la figa di Alessandra che a sua volta mi stava spompinando…
Elisa era sottoposta continuamente a doppie massacranti cambiando in continuazione i maschi… urlava che era una troia e che voleva tutti i cazzi !!
Vidi Lilly spompinare due cazzi mentre si impalava con il culo sul cazzo di Filippo che le strizzava le tette ferocemente…
Poi Federica che leccava il culo a Gianni che a sua volta stava scopando Michela la quale a sua volta aveva in bocca il cazzone di Roberto…. la ragazzina poi smise di leccare il culo a Gianni e si mise dietro a Roberto allargando le chiappe dell’uomo e ricominciò a leccare golosamente il buco del culo del maschio.
Ognuno ebbe momenti di lussuria indicibile e la prima sborrata di Roberto finì nella gola protesa di Federica che vidi chiaramente ingoiare tutto leccandosi le labbra… la mia troia fu fortunata e stava sbocchinando Gianni e Alberto mentre era impalata su Filippo e entrambi le esplosero sul viso il loro sperma insulatandola come la peggiore delle baldracche….
Vidi Lilly precipitarsi a leccare la sborra che colava sulle tette di Elisa con un golosità notevole…. anche Michela si avvicinò e si mise a leccare il cazzo gocciolante di Gianni e poi baciò Lilly scambiandosi lo sperma che aveva raccolto.
Quando Filippo non ce la fece più e si sfilò dal culo di Elisa la più rapida ad imboccarlo fu Rita che lo ingoiò bevendosi l’intera sborrata come fosse una bibita mentre Lilly leccava i coglioni del maschio spossato ….
Io a mia volta stavo inculando Alessandra che leccava in quel momento la figa di Federica e quando sborrai sul culo della bella donna trovai subito la lingua abile di Lilly che raccolse lo sperma e poi mi spompinò con in bocca lo sperma raccolto dalle chiappe di Alessandra….
Le due donne poi si baciarono con trasporto tenendo la mia cappella tra le labbra lascivamente, mi girai e vidi Filippo con il culo appoggiato alla faccia di Elisa che lo stava leccando con ardore mentre Roberto la sditalinava con tre dita facendola saltare come un grillo, le belle tette della mia vacca erano alla mercè di Rita che le stava strizzando e leccando con avidità.
Insomma fu uno spasso assoluto e dopo tutte le sborrate ci fu una inevitabile pausa, tutti stravaccati su letti e divani con le donne a caso vicino a chi capitava…
Un piccolo assalto al buffet e dopo un occhiata all’orologio , erano le 23. 25 e la notte era ancora giovane.
Parlai con Filippo e gli altri e chiesi se avevano qualcuno da convocare di ” giusto ” perché mi pareva che le nostre donne avessero bisogno di più materiale per esprimersi… ognuno aveva le sue conoscenze in fatto di singoli e un oretta dopo mentre Lilly mi stava spompinando la reception annunciò che avevamo visite..
Tutte le ragazze continuarono a pompare i cazzi che avevano in bocca mentre nell’enorme suite facevano il loro ingresso una decina di uomini tra cui due di colore.. tutti molto prestanti e carini come ebbi modo di notare.
Si misero a loro agio spogliandosi e soprattutto i due ragazzi di colore destarono impressione con i loro randelli scuri che pendevano in mezzo alle gambe, Elisa ne chiamò uno a sé e si mise a pomparlo dando l’esempio alternandolo al cazzo di Gianni che aveva in bocca fino a poco prima.
Vidi l’enorme cazzo ergersi sotto il tocco dell’abile lingua della mia vacca bionda e poco dopo ognuna delle ragazze aveva uno se non due cazzi dei nuovi arrivati tra le labbra mentre noi quasi tutti assistevamo rilassati alle dimostrazioni delle nostre splendide amanti.
Elisa non perse tempo e si impalò sul grosso randello nero mentre ciucciava un altro cazzo di un biondo palestrato, anche Federica stava facendo lo stesso con un cazzo nel culo ed urlava il suo piacere soffocata dal membro che aveva in bocca….
Quella troia di Lilly aveva catturato l’altro possente negro e si stava facendo sbattere nel culo da quella sberla nera mentre spompinava un altro che non era poi tanto da meno e difatti la bella troia bionda faticava ad ingoiare la grossa cappella dello sconosciuto…
Tutte le ragazze adesso avevano cazzi a volontà ed assistemmo ad una serie di porcate incredibili , Elisa si fece portare in giro a quattro zampe leccando il culo a chiunque glielo chiedesse mentre veniva inculata ….
Lilly la vidi ingoiare una venuta di un ragazzo di colore e poi lasciarla colare sul tavolinetto di vetro e mentre era inculata da un altro il negro la costrinse a leccare di nuovo tutto e a baciarsi con Federica che osservava la scena impalata su Gianni….
La stessa Federica poi si bevve due sborrate a fila tenuta per i capelli mentre ingoiava lo sperma che le colava dagli angoli della bocca tanto ne aveva ricevuto…
Rita era sottoposta ad una doppia furibonda ed aveva un altro cazzo che le occupava la bocca e ululò di piacere quando ebbe l’ennesimo orgasmo semisoffocata dagli schizzi di sborra che le riempivano la bocca…
Alessandra era in mezzo a tre inginocchiata e la riempirono di sperma sulla faccia e sui capelli e poi con un cucchiaino raccolsero lo sperma e glielo fecero ingoiare…
Michela che urlava mentre l’altro negro la inculava selvaggiamente aveva 2 uomini davanti alle labbra che si masturbavano dandole ogni tanto la cappella da succhiare e poi le esplosero in volto due sborrate colossali che lei ingoiò solo in parte mentre Elisa veniva trascinata come una cagna per leccarle il volto e per raccogliere da terra la sborra con la lingua.
Tutti venimmo almeno un’altra volta e credo che qualche d’uno sia venuito tre o quattro volte con quelle insaziabili troie che non avevano limiti.
La mia vacca si distinse perché subì una bella doppia nel culo da parte di Roberto e d un altro ragazzo che le aprirono il culo a dismisura inculandola insieme mentre uno dei negri la scopava in bocca tenendole una mano sulla gola ed un’altra sulla testa…
Federica aveva un cazzo in bocca e due nelle mani e inginocchiata sul viso di Lilly spompinava mentre la bionda vacca le leccava il buco del culo, , , ,
in un altro momento Lilly aveva due cazzi nella figa e altri due in mano e urlava come una pazza che era una troia …
Michela spompinò davanti ai miei occhi tre ragazzi a fila ingoiando le sborrate senza perderne una sola goccia….
Rita aveva tre uomini intorno compreso Roberto che si alternavano ad incularla a turno e poi le esplosero sulle tette le loro sborrate , con le dita ognuno di essi raccolse la sborra e le diede alla bella morettina da succhiare e pulire.. la troietta eseguì con piacere sorridendo con gli occhi vispi.
Quella gran vacca di Alessandra urlava a gran voce che voleva essere inculata anche mentre gli schizzi di sborra di due maschi le arrivavano sulla lingua e sul collo mentre Alberto la stava scopando alla pecorina con terribili affondi…..
Fu una serata molto bella che ci vide esausti e verso le 03. 50 ci accomiatammo salutandoci tutti e dandoci appuntamento al più presto.
Sulla strada del ritorno la mia porcellina non era sazia di porcate e mi chiese di inventarmi qualche cosa… mi fermai vicino ad un tir in una piazzuola di parcheggio e
La feci mettere a torso nudo con le fantastiche tette bene in vista… scese dalla macchina e bussò alla portiera del tir e poco dopo la vidi salire….
Ne scese venti minuti dopo felice e contenta e durante il ritorno mi disse che uno dei camionisti era tedesco e puzzava come una capra e l’aveva costretta a spompinare il suo cazzo sporco e a leccargli il culo e poi l’aveva scopata sborrandole in faccia…
Mentre l’altro l’aveva inculata per tutto il tempo sborrandogli poi in bocca e facendosi leccare e pulire il grosso cazzo …. alla fine aveva passato la sua cappella nei capelli della mia vacca bionda e poi l’avevano fatta scendere.
Avevo nuovamente il cazzo duro e le dissi di succhiarlo….. arrivammo a casa che la sua lingua stava ripulendolo dei resti di una sborrata limitata ma molto goduta.
“ciao amore” “ciao piccola troia” . “Buonanotte”…
Archiviata quella bella avventura avevamo comunque il numero di Alberto e Lilly e di Alessandra e Roberto e avremmo poi deciso quando e come contattarli.
Nei giorni successivi Elisa mi confidò che si sentiva spesso con Lilly e che non le dispiaceva l’idea di andare ad Ibiza con lei …. per me sarebbe stato impossibile andare via una settimana senza insospettire mia moglie.
Immaginai quelle due troie a Ibiza ….. avrebbero ribaltato tutta l’isola !!
Nei mesi successivi non vi furono episodi particolari anche se i due amanti si incontravano sempre al sabato e intensificarono i loro giochetti di sottomissione e sadomasochismo… Elisa era sempre più attratta dal mondo bdsm e voleva sempre aumentare il livello dei giochi ed delle punizioni… arrivò a chiedere a Mauro di bucarle un capezzolo con un ago ma l’amante non se la sentì e non se ne fece nulla.
Alla fine di Maggio mi disse che aveva deciso di andare a Ibiza con Lilly durante la prima settimana di Luglio , se avevo qualcosa in contrario…. disse che andava bene ma poi mi sentì con Alberto e concertammo un piccolo ricatto….. le due troie si sarebbero divertite a tutto spiano e noi volevamo qualcosa in cambio…
Dopo qualche lunga telefonata decidemmo io e Alberto di proporre alle nostre due vacche le seguenti condizioni…
Primo: prima di andare ad Ibiza ce le saremmo scambiate per una serata e separatamente le avremmo usate a nostro piacimento e avrebbero dovuto subire ogni cosa che le chiedevamo.
Secondo: a Ibiza potevano fare tutto quello che volevano a patto che avessero fatto almeno uno scatto di ogni situazione sessuale che le vedeva protagoniste, acquistammo per lo scopo 4 macchine fotografiche usa e getta con flash per darne due a testa.
Terzo : al ritorno ci saremmo trovati tutti e quattro una serata per commentare insieme le foto e le avventure delle due troie.
Quando ognuno di noi lo disse alla propria donna non ci furono problemi perché entrambe accettassero felici e divertite, non restava poi tanto tempo e ci organizzammo velocemente per la nostra serata prima della loro partenza.
Un week End di fine giugno sembrò l’ideale perché Elisa era libera e io con una scusa inventai un meeting a Bologna con un rientro in tarda nottata, parlai con Alberto e decidemmo per trovarci verso le 14. 00 a metà strada tra Bergamo e noi e scambiarci le donne , alle 03. 30 della notte ci saremmo ritrovati per restituirle e poi andare a casa.
Io avvisai 6 miei amici di tenersi liberi per la serata ….. volevo divertirmi con quella splendida troia.
Elisa a sua volta era eccitata anche perché Alberto sapeva della sua passione per la sottomissione e sperava in cuor suo di essere messa alla prova dal bel bergamasco.
Naturalmente io e Alberto avevamo stabilito di comune accordo “nessun segno e nessuna violenza eccessiva”…. con una confidenza inaspettata mi confermò ciò che sospettavo che anche Lilly amava essere usata e sottomessa.
Con impazienza da parte di tutti arrivò il sabato stabilito e ci incontrammo come concordato in un Autogrill a metà strada…. Elisa era splendida… la temperatura calda di quel periodo favoriva i vestiti leggeri, era uno schianto, un top sfrangiato che le arrivava poco sotto alle stupende tette, una gonna corta ed un paio di sandali aperti con tacco alto .. tutto rigorosamente azzurro come i suoi occhi, il tessuto del top era teso dalle mammelle strepitose della mia giovane amante, era impossibile distogliere lo sguardo da quei due grossi globi di carne.
Quando vidi Lilly dovetti ammettere che era altrettanto sexy , bellissima come sempre ma sexy in un modo osceno
La splendida trentacinquenne bergamasca indossava una camicetta trasparente sotto la quale si vedeva l’intimo nero, un reggiseno che copriva ben poco dello splendido seno della donna, la gonna che le fasciava il favoloso culo era pochi cm sopra al ginocchio ma aveva due spacchi laterali uno di una decina di cm e l’altro di un bel venticinque….. quando camminava le belle gambe abbronzate erano uno spettacolo mozzafiato.
Ai piedi anche lei degli stupendi sandali con tacchi di almeno dieci cm la facevano arrivare vicino al metro e ottanta.
Un caffè e i saluti di rito con qualche battuta ci fecero scaldare e probabilmente ognuno di noi quattro non vedeva l’ora di allontanarsi per cominciare quella bella giornata. Un bacio sulle belle labbra da pompinara alla mia amante e una stretta di mano con occhiolino a Alberto, le due donne si baciarono sulle labbra… “ciao”.. “ciao”
Lilly salì in auto e ricordammo la serata di qualche mese prima… poi le feci i miei complimenti per la sua bellezza… ci baciammo e trovammo un feeling giusto..
Dopo una mezzora abbondante entravo al Motel….. i miei amici avevano riservato 4 stanze a loro spese per gratificarmi dell’invito a loro fatto , non era la prima volta e sapevano che si sarebbero divertiti.
A me avevano riservato una suite grande, adatta poi in seguito a contenerci tutti.. la direzione probabilmente immaginava che a volte ci fossero amucchiate ma chiudevano gli occhi purchè ogni due persone avessero una camera e i documenti fossero in ordine.
Appena fummo in camera giocai subito le mie carte, mi misi sul letto e con un tono un po’ invitante ed un pochino prepotente le dissi di spogliarsi…. “Spogliati davanti a me bella figa.. “…. Lilly mi guardò un poco sorpresa ma stette al gioco senza protestare… del resto vi erano degli accordi… usate a nostro piacimento.
Lentamente si spogliò con movimenti capaci.. “tieni i sandali” gli dissi io
Rimase nuda a guardarmi e la feci inginocchiare al centro della stanza, le legai i polsi dietro alla schiena e la bendai…. poi a mia volta mi spogliai completamente…
“troia cammina sulle ginocchia adesso …. verso il letto… brava troia … ”
“sali sul letto …. bene…. troiona… cerca il mio cazzo e leccalo”
La bellissima bionda non si fece pregare e iniziò un fantastico pompino insultata ferocemente , poi mi sfilai dalla bocca e la obbligai a restare con la testa appoggiata al letto ed il culo alto… le rifilai due belle sberle sul culo.. “haaa.. uh…. ” poi le leccai la figa trovandola bagnata e le infilai due dita nel culo facendola gemere….
“sei un gran troia lo sai vero? ? “…. “Sii…. s.. siii… sono la tua troia”
Giocai con Lilly sottomettendola e la feci lavorare a lungo con la bocca , i coglioni ed il mio cazzo furono omaggiati dalla sapiente lingua della bella troia bionda fino a che decisi di incularla selvaggiamente con lei a terra con il culo alzato a candela ed io che le aprivo con decisione il buco del culo…..
Una bella scopata sdraiato con le mani sulle sue tette e lei che mi ballava sul cazzo infilzandosi completò quel inizio di giornata e terminò in una violenta sborrata che volli ingoiasse per intero spingendole a fondo il cazzo nella gola.
Erano le 17 ed alle 21 sarebbero arrivati gli amici… per la troia sarebbe stata una bella sorpresa.
ELISA
Elisa appena salì in auto fu messa alla frusta da Alberto “leccami il cazzo troietta” gli disse l’uomo estraendo l’uccello mentre guidava l’auto…. naturalmente ella si affrettò ad ubbidire accarezzando con le labbra la cappella e poi ingoiando tutto il bel cazzo del bergamasco , in breve furono in un casolare vicino ad un uscita dell ‘autostrada.. e Elisa si chiese come mai lì….
Scesero dalla macchina con Alberto che si ricomponeva , era un casolare di campagna enorme con uno spiazzo davanti e tutto fatto a porticati con porte e portoncini all’ombra delle alte arcate. Alberto entrò deciso in un portone con la bella tettona che lo seguiva….
Li attendeva una cucina enorme con un tavolo al centro e Alberto disse alla ragazza di togliersi i vestiti e di restare completamente nuda… lo spettacolare corpo della bionda emerse prepotente una volta tolti i ridotti indumenti, la fece sdraiare di schiena sul tavolo con la testa oltre il bordo , si spogliò a sua volta e le porse il cazzo da succhiare tenendola per le potenti tette..
Alberto dava il ritmo del pompino tirando il bel seno della ragazza e muovendosi come se stesse scopando… parecchi affondi lo portarono ad urtare il viso della troia con il pube, “vacca … ingoia il cazzo …. da brava pompinara cosiii…. rotta in culo… !! ”
Con una mano aprì un cassetto del tavolo ed estrasse un mestolo di legno lungo di quelli per girare la minestra nei grossi pentoloni industriali…. poi un altro identico e ne mise uno in ogni mano…..
Il primo colpo sorprese la ragazza facendola uggiolare di dolore… l’aveva colpita su una tetta con un qualcosa che non riusciva a vedere “Aaghhhh…. “…..
Poi un altro colpo sull’altra mammella…. “Uahhhh…. ” Alberto si divertì a torturare Elisa con i mestoli di legno picchiandole le belle tette a lungo mentre la bionda lo deliziava con la sua bocca da pompini.
Poi entrarono tre ragazzi imponenti , fisici da contadini e lo erano sicuramente pensò Elisa quando li vide… Alberto si spostò…. e un grosso cazzo le fu messo tra le labbra mentre una lingua si intrufolava nelle sue cosce e lambiva la tenera carne della figa… sentì anche delle mani strizzarle il seno , mani forti e rudi che si misero ad impastarlo come fosse l’impasto per il pane….. delicatamente e poi rudemente…
Ingoiò il poderoso cazzo leccandolo da par suo appoggiando le mani sul culo del maschio che le profanava la bocca senza rispetto , mentre sentiva un orgasmo avvicinarsi grazie alla lingua di velluto che la stava leccando abilmente
Fu usata dai tre contadini a lungo che si diedero il cambio divertendosi a turno con la bocca , le tette , e leccandole la figa.. portandola ad un bel orgasmo con lei che urlava “siiiiii… hoiooooo…. che qualcuno mi scopiiii…. ”
Poi all’improvviso la sua bocca ricevette una violenta ondata di sborra, si trovò la gola piena e assaporò il buon gusto di quello sperma sconosciuto… aveva appena finito di ingoiare la prima che un altro cazzo le fù ficcato in bocca e anche lui scaricò una dose di sperma notevole tra le sue labbra …
Tutti e tre i giovanotti godettero tra le labbra della bella tettona che fece una scorpacciata di sano sperma bucolico… Alberto aveva osservato tutto in disparte
Pregustando quello che sarebbe successo di lì a poco….
Fece scendere dal tavolo la bella troietta e le fece indossare i sandali… le mise un collarino e un guinzaglio di seta entrambi di un azzurro intenso e poi cambiarono stanza….. entrarono in un locale molto più piccolo con un lettone e diverse poltrone
Di velluto… era poco illuminato ma poco dopo scorse almeno 5 uomini tutti nudi e di imponente stazza fisica…..
Alberto la accompagnò sul letto e le staccò il guinzaglio lasciandole il collare….. si rivolse agli uomini e disse “è tutta vostra adesso ci vediamo tra un paio di ore”…
Elisa li vide avvicinarsi e accerchiarla…. ebbe un moto di paura.. poi guardò i loro cazzi e si rilassò…..
LILLY
La bella bionda aveva appena finito di leccare e succhiare i piedi di Mauro quando lui la legò fissando i polsi alle caviglie con dei bracciali di velcro e dei moschettoni poi le ficcò nella figa un grosso fallo di gomma seguito da uno più piccolo nel bel culetto… li spinse a fondo e poi con una larga striscia di cuoio li fissò avvolgendola diverse volte attorno al corpo della bellissima bionda che muggiva come una vacca dal piacere e dal tormento della scomoda posizione..
Alzò il telefono ed ordinò due caffè alla reception che gli furono portati immediatamente e passati tramite un passavivande…… “Bella troia lo vorresti un buon caffè? “…. la bionda immobilizzata e penetrata dai falli disse … “magari… ”
“però lo dovrai bere senza sfilarti niente né dal culo e né dalla figa ok.. ? ? ” la donna annuì sorridendo e disse “sei un gran maiale lo sai vero? “….. Mauro sorrise.. e le staccò i moschettoni liberando mani e piedi….
Quando ebbe sorbito la nera bevanda la bella bergamasca si rivolse all’uomo “posso fare qualcosa per te per sdebitarmi del caffè? ” … la guardai aveva già avuto diversi orgasmi ed era bella come il sole….. “leccami i coglioni , molto lentamente…. io non ho fretta bella troia”…… la donna si avvicinò camminando in modo buffo per gli intrusi che aveva e sorridendo fece “sarà un piacere come sempre”….
Fumava tranquillamente l’uomo con la fantastica donna che aveva il volto affondato in mezzo alle sue cosce con la lingua che passava incessantemente i coglioni…
E pensava alla sua bella Elisa che a quell’ora avrebbe certamente avuto la sua dose di piacere perverso da Alberto.
Lasciò che Lilly si occupasse molto a lungo dei suoi coglioni e poi le disse che poteva fargli un pompino… la donna ingoiò il cazzo duro fino alla radice e iniziò a pomparlo abilmente roteando la lingua e passandolo da una parte all’altra della bocca….. poi leccava l’asta dal basso e giocava leccando la cappella e sfiorandola con le belle labbra… poi di nuovo lo ingoiava e ricominciava ….
Mauro la voleva…. la fece mettere alla pecorina e le tolse i falli delicatamente dandole due sonore pacche sullo stupendo culo… poi le puntò il cazzo in figa e la scopò così com’era….. accarezzava i fianchi e la schiena della troia e la sentiva gemere di piacere…
“Ohhhhhh…. siiii… siii…. porco , … spaccami tuttaa…. ” Le sfilò il cazzo dalla figa e glielo piantò rudemente nel culo con un affondo secco… “auhhhhhhh….. bast…. Ohhhh…. siii… ” le dava affondi violenti stringendole una tetta con una mano protesa…. “Prendilo vacca merdosa…. prendilo in culo bella troia!! ….. ”
Andò avanti per un bel pezzo alternando il culo e la figa e godendosi quel corpo da favola…. la fece godere 2 volte e mentre godeva le sue dita le martoriavano i duri capezzoli stringendoli ferocemente…. “UAGhhhhhh….. aooooo….. siiiiii….. ”
La bella donna guaiva come una cagna godendo e soffrendo…..
Mauro preferì non venire ancora per conservarsi per il resto di quella giornata….
Erano sul letto sdraiati a recuperare le forze con una mano di Mauro appoggiata al seno della bionda mentre lei aveva le gambe attorno a quelle dell’uomo…..
“quante avventure vero…. ? Con il nostro vizio del sesso….. ” disse Mauro guardandola….
Lilly annuì…. “innumerevoli e fantastiche”….. “qual è stata la porcata più grande che ritieni di aver fatto Lilly? ? “…….. “cribbio… “….. la bionda pensava… “sai che faccio fatica a scegliere? “……
Poi disse che una volta a Cap d’Age in Francia si era fatta un intero commissariato di Polizia in una notte, l’avevano scopata nel bagno della centrale con il marito che stava fuori dalla porta a passare i preservativi ai poliziotti.
Mauro rise e disse che era veramente troia quanto era bella e lei era proprio bellissima…..
ELISA
Nessuno degli uomini aveva emesso una parola… solo i suoni del piacere e la stavano scopando da un sacco di tempo … un cazzo nel culo e un altro nella figa fradicia , uno in bocca .. e aveva sempre due cazzi in mano….. le uniche pause erano quando si scambiavano di posto….. in compenso lei parlava eccome !!
Aveva un orgasmo devastante ogni dieci minuti con quei bastardi che erano bravissimi… “Oshhhhh…. siiii…. aprimi il culooooo…. Yahhh…. gooodoooo…. !! ”
E poi ancora “…. si …. aughhh… slapp…. sono … la vostr… a …. vacccaaaaa…. siii.. Huuu….. ”
I cinque poderosi maschi si passavano quella femmina stupenda e pensavano che così giovane e così troia ne avevano viste poche… la bella tettona aveva 21 anni e non dimostrava nemmeno un giorno in più….
Alberto aveva detto loro che faceva tutto… di metterla alla prova in ogni cosa e loro la stavano montando da un ora in cinque senza che la ragazzina desse segni di cedimento…. che troia… e che tette !!
Andarono avanti ancora a lungo facendola godere come la peggiore delle troie e poi a turno le sborrarono tutti nel culo riempiendola all’inverosimile…
Elisa si accorse alla terza sborrata che era di sicuro un gioco…. si erano scaricati tutti nel suo buco del culo… e così fecero anche gli altri riempiendola di sborra , .. dopo che l’ultimo uomo si fu scaricato con potenti affondi , le piantarono un grosso fallo nel culo e poi per la prima volta una di loro parlò…
“allarga le gambe e mettiti sopra quel tavolino lì… ” indicando un basso tavolino al centro della stanza….. Elisa si mise a gambe larghe sul tavolino e la fecero abbassare sino a sfiorare con le chiappe la superfice , le tolsero il fallo e la sborra iniziò a colarle dal buco del culo dilatato….. “aprì la bocca pompinara” … il fallo sporco di sperma le fu messo in bocca
Poi quando la sborra cessò di colare uno le cacciò due dita in culo e rovistò togliendole intrise di sperma e toltole il fallo finto se le fece leccare dalla ragazzina bionda che eseguì fissandolo con i suoi spettacolari occhi azzurri…
Poi le legarono i polsi dietro alla schiena e le fecero leccare tutta la montagna di sborra che le era colata dal culo spingendola con il viso contro il tavolo…
LILLY
La fantastica bionda aveva raccontato alcune sue avventure e Mauro si era eccitato…. una volta aveva avuto una sorpresa da un amante che l’aveva fatta scopare da tre sconosciuti in un Motel vicino a Pavia…. alla fine le avevano fatto una maschera di sborra venendole tutti sul viso…..
Un’altra volta sotto gli occhi di Alberto aveva passato due giorni con 10 uomini interamente a loro disposizione…. l’avevano montata per ore e avevano voluto che facesse di tutto….
Mauro guardò l’orologio erano le 19. 30 e aveva ancora un po’ di tempo per divertirsi con quella incredibile vacca da monta. FINE

About Erzulia

Colleziono racconti erotici perché sono sempre stati la mia passione. Il fatto è che non mi basta mai. Non mi bastano le mie esperienze, voglio anche quelle degli altri.

Leggi anche

copertina racconto erotico

Sul treno

Marco, un ragazzo di vent’anni aveva appena ricevuto il congedo dall’Esercito. Si mise subito a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.