Ultimi racconti erotici pubblicati
Home / Adolescenti / Torturato
copertina racconto erotico

Torturato

Una mia amica di scuola mi aveva telefonato nel pomeriggio invitandomi a casa sua a studiare, ed io avevo accettato subito .
La cosa però mi sembrava molto strana, Alessia era una ragazza di 20 anni che stava antipatica a tutti, voleva dimostrare in ogni occasione la sua superiorità, si comportava comunque in maniera molto distinta ed educata.
Arrivai a casa sua verso le 3 del pomeriggio, suonai il campanello e lei venne ad aprire, rimasi esterefatto nel vederla era vestita per così dire con una tuta aderentissima e con dei pantaloncini corti che la coprivano fino alle fino a sopra le ginocchia, lei mi invitò ad entrare ed io le chiesi il motivo dell’invito dato che non avevamo da studiare, ci sedemmo sul divano e lei mi spiegò che si sentiva sola i genitori erano partiti e lei e la sorella erano sole in casa, la sorella momentaneamente era fuori e lei non voleva restare sola pertanto si era scelta una compagnia simpatica con la quale passare la giornata.
Io le dissi che ero contento di risultarle simpatico, lei sembrò neanche ascoltare, mi passò un bicchiere di amaro che aveva preparato prima e mi disse di berlo mentre lei beveva la sua, io la ringrazia e bevvi .. .
Poco dopo comincia a sentirmi strano, mi girava la testa, mi sentivo pesante ed improvvisamente fui colto da un gran sonno mentre le palpebre mi si chiudevano e la vista si annebbiava la vedevo sorridere maliziosamente ma non capivo, ero frastornato e stanco e mi addormentai sul suo divano.
Non posso dire cosa successe immediatamente dopo, ma mi sveglia in una camera, sopra un letto a due piazze, nella stanza c’era poca luce e mi accorsi di essere bloccato sul letto come legato mani e piedi, non potevo liberarmi, ma fortunatamente ero ancora vestito, mentre mi agitavo per cercare di liberarmi sentii la sua voce mi ordinò di non muovermi o sarebbe stato peggio per me.
Il fatto di essere legato e non potermi muovere mi rese molto nervoso anche perchè sentivo la sua voce me non vedevo Alessia, non sapevo che fare e dopo poco eccola, Alessia fuoriesce dal buio di un angolo della stanza vestita in nero con una lunga vestaglia e con le labbra colorate con un rossetto rosso molto intenso, contemporaneamente esce dall’altro angolo della stanza un’altra ragazza, forse un po’ più giovane di Alessia vestita come lei, quest’ultima successivamente si presenta come la sorella di 19 anni.
Le due si fermano ai lati del letto e mi guardano in faccia, io non posso far a meno di ridere e Alessia molto seria mi dice che quella della solitudine era solo una scusa per attirarmi lì per soddisfare le loro voglie nascoste, dicendo questo le Alessia e sua sorella salgono sul letto e mi accorgo che tutte e due sotto la veste nera indossano delle calze scure con giarrettiera veramente sexi, le due si avvicinano a me molto sensualmente, Alessia mi monta a cavallo sulla pancia e comincia ad accarezzarmi la faccia la sorella invece è interessata ad altre parti del mio corpo, leccandosi le labbra mi slaccia i pantaloni e mi scosta le mutande estraendo il mio pene eretto, lo guarda, mi accarezza le palle, chiede ad Alessia
“Posso ? “,
“certo” le rispose la sorella
“è nostro schiavo e deve fare quello che vogliamo o meglio noi possiamo fare quello che vogliamo con lui! ” dicendo questo si abbassa sulla mia faccia e mi sussurra
“Sono una vampira assetata” e scoppia a ridere dopodiché si china ancora di più sul mio collo e s’impegna nel farmi un succhiotto da paura, nel mentre la sorella si era gettata sul mio pene, mi stava spompinando senza tregua, succhiava in maniera incredibile e quando venni non si lasciò scappare neanche una goccia di sperma dopodiché cominciò a farmi una sega per farmi venire di nuovo e bere ancora una volta.
Alessia intanto mi leccava la faccia dopo essersi divertita ad impersonare la vampira spietata, quando furono le sei Alessia e sua sorella mi dissero di alzarmi ed andarmene, consigliandomi di non dire niente a nessuno così avremmo fatto quel gioco ancora, io non dissi mai niente a nessuno e tornai più volte da loro .. .. . FINE

About Porno e sesso

I racconti erotici sono spunti per far viaggare le persone in un'altra dimensione. Quando leggi un racconto la tua mente crea gli ambienti, crea le sfumature e gioca con i pensieri degli attori. Almeno nei miei racconti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.