Ultimi racconti erotici pubblicati
Home / Articoli / Sesso troppo rumoroso: arriva la polizia
copertina racconto erotico

Sesso troppo rumoroso: arriva la polizia

ARCELLA. Mercato del sesso notturno troppo rumoroso, così le famiglie nigeriane che abitano nel condominio all’incrocio tra le vie Avanzo e Gloria, hanno chiamato la polizia, esasperate dal via vai di clienti diretti alle stanze che le prostitute hanno preso in subaffitto dai pakistani.
Da mesi, ogni notte è la stessa storia. Le famiglie, italiane e straniere, non riescono più a dormire sonni tranquilli da quando il loro palazzone è diventato il bordello preferito dalle giovani rumene (nella foto) che sostano sotto le finestre dell’edificio e poi si portano i clienti in camera, previa 30 euro a prestazione. In effetti la protesta di alcuni inquilini nigeriani ha già sortito i primi effetti perché ieri mattina le stanze delle lucciole sono state visitate da una decina di poliziotti, che nell’occasione hanno controllato i documenti di tutti i residenti del condominio.

E non è escluso che i proprietari degli appartamenti in affitto possano incappare nei fulmini della nuova legge nazionale sulla sicurezza, che prevede pesanti multe, confische e perfino il carcere a chi affitta abusivamente ai clandestini.
Intanto, padovani e stranieri regolari plaudono all’intervento della questura: «E’ cosi che bisogna fare», commenta Federico Bruson, consigliere di circoscrizione di Alleanza Nazionale «gli immigrati che lavorano onestamente e i residenti devono avvertire le forze dell’ordine appena vengono a conoscenza di eventuali reati, a prescindere da chi li commette. Il problema delle prostitute rumene e del via vai notturno dei clienti che disturba la gente di via Avanzo, dura ormai da tempo. Il Governo ha approvato leggi più severe, speriamo finalmente di riuscire a liberarci dei clandestini e dei delinquenti, a beneficio di tutti».
Resta il problema del subaffitto: all’Arcella, il quartiere più popoloso della città e a maggiore presenza straniera, si tratta di una realtà ancora molto diffusa e i controlli compiuti finora hanno soltanto scalfito il fenomeno. FINE

About Hard stories

Scrivo racconti erotici per hobby, perché mi piace. Perché quando scrivo mi sento in un'altra domensione. Arriva all'improvviso una carica incredibile da scaricare sulla tastiera. E' così che nasce un racconto erotico.

Leggi anche

copertina racconto erotico

La casa di montagna

Non mi sembrava possibile eppure era vero, finalmente tre giorni quasi completi da solo e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.