Ultimi racconti erotici pubblicati
Home / Bondage, sadomaso e mistress

Bondage, sadomaso e mistress

I racconti erotici bdsm e bondage sono pieni di dominazione e sottomissioni. Tanti racconti erotici di schiavi e padroni, master e slave. Leggi e lasciati dominare.

  • Una prova

    La porta era chiusa. La porta lungo quel coridoio lungo, anonimo, di quel palazzone moderno, che metteva tristezza. Un posto che se entri ti mette desolazione. -Farò bene ad entrare? fece le spallucce, bussò. -Avanti! Era una voce femminile. Monica aprì l…

  • La prostituta nel weekend

    Mi trovavo in macchina con la mia cara mogliettina, tornavo da Ostia, dopo un sabato pomeriggio passato sul lungomare. Al ritorno a casa passiamo per una strada dove ci sono delle prostitute. Il mio occhio cade su una ragazza nera, stupenda, fisico da moz…

  • Schiavina

    Quando si dice unire l’utile al dilettevole…questa storia ha avuto inizio circa un mese fa. Ricevetti una mail che diceva Mi hai fatto eccitare col tuo racconto, adesso sono tutta bagnata come una vera troia in calore. Mi è sempre piaciuta l&#…

  • Ex Alice

    Un caldissimo pomeriggio di Luglio decisi di chiamare Alice, la mia ex fidanzata, forse in preda ad una crisi di solitudine… Avevo appena litigato con Giovanna, una piccola verginella che avrebbe avuto piacere a farsi svezzare da un esperto. Ma i su…

  • Rapita

    Questo è un racconto che Laura ha confidato alla sua amica del cuore, e a nessun altro: Erano le 23; 00 ed io dovevo portare a casa i miei figli, Giorgio e Davide, 7 e 9 anni. Tornavamo stanchi da una giornata passata con degli amici di famiglia, mio mari…

Laura sadomaso

Quando uscirono dalla villa faceva fresco, Giorgio aveva aiutato Laura ad indossare il lungo cappotto nero semplicemente appoggiato sulle spalle che lei teneva per i lembi, ad ogni passo si apriva facendo arrivare soffi di freddo sul suo corpo, il sottile tessuto dell’abito non creava alcuna barriera al freddo e …

Continua... »

L’inizio della tragedia

Elena percorse la stradina di campagna serenamente, con un candido sorriso sulle labbra. Era felice. Aveva passato un buon pomeriggio, ed aveva uno sorpresina per il suo amante. Indossava un bel completino, nuovo di zecca, acquistato per l’occasione. Aveva passato davvero un buon pomeriggio, a fare spese, e alla fine, …

Continua... »

Impalato

Arrivai in piscina verso mezzogiorno. Silvia e Francesca erano già li probabilmente da un paio d’ore a curare la loro abbronzatura. Avevano preso due sdraio situate al bordo della piscina e i loro topless erano uno spettacolo apprezzabile per le persone che affollavano quella zona del piccolo albergo di Beaulieu. …

Continua... »

Una dolce sorpresa

Salve vi racconto una storia che mi è capitata all’ inizio della primavera. Sono un medico di 40 anni sposato, il mio ambulatorio è frequentato da bella gente, da circa un mese ho una nuova paziente, una mora non tanto alta molto elegante sempre molto curata, non direi volgare ma …

Continua... »

Tristano

Mio bene, pare che sono di nuovo d’umore alquanto… come dire? ispirato? ma no, diciamo piuttosto irritato alterato incitato bizzarro stranito, insomma credo che ci siamo capisciati benissimo, vero? orbene, però stavolta devo dire che il “favore” lo faccio a me stessa, quindi non è una promessa fatta, bensì un …

Continua... »

Pazzo

Dio mio…… mi chiedo come diavolo ho fatto…… Ero ricco, anzi ricchissimo. Giovane laureato, unico erede delle ricchezze di una famiglia nobile. Avevo tutto e potevo avere tutto. Trent’anni passati in giro per il mondo a divertirmi come un pazzo…… poi…… Sei entrata nella mia vita in una mattina tiepida …

Continua... »

Il Monastero

Qualche anno fa avevo una ragazza di nome Daniela, molto sensuale, con due grosse mammelle, la faccia da troia e un culo stupendo, leggermente abbondante che lo rendeva irresistibile. L’aspetto, per cui l’avevo corteggiata immaginandola troia, strideva col suo carattere, dolce, remissivo, pudico e molto cattolica. Ragazza di ventuno anni …

Continua... »

Il feticista dei collant

La signora Paola Santelli, ora in Anselmi, era una gran bella donna. Ventisette anni, slanciata, corpo esile e delicato, forme sinuose, modi garbati, voce melodica e armoniosa. Il dottor Stranopene aveva avuto un presagistico rizzamento quando l’aveva vista entrare nel suo studio, l’andatura felina accompagnata da un’aria candida e pulita, …

Continua... »