Ultimi racconti erotici pubblicati
Home / Bondage, fetish e sadomaso / Brenda e la capo reparto
Racconto erotico

Brenda e la capo reparto

Brenda é una donna dal fisico mediterraneo, mora, alta ,180 una sesta di seno belle gambe slanciate. Lavora in una multinazionale ed è segretaria di una capo reparto!

Dopo una paio di mesi, venne la nuova capo reparto ed il giorno dopo convocò nel suo ufficio Brenda dicendole tramite telefono che doveva comunicare alcune cose riservate! Dopo averle comunicato le cose inerenti l’ufficio rivolta alla ragazza le disse: quando viene al lavoro cerchi di essere più femminile, eviti di venire con i pantaloni e scarpe da ginnastica, meglio gonna, calze e scarpe con tacco a spillo!

Così il guardaroba di Brenda si aggiornò alle esigenze della sua capo. Spuntarono le gonne che diventarono sempre più corte, si abituò ad indossare le auto reggenti, ai tacchi a spillo, ed a girare per la società con camicette molto attillate!

Ricevendo così ogni giorno i complimenti della sua capo e sentendo i commenti di ammirazioni dei colleghi uomini!

Un venerdì pomeriggio Brenda venne convocata dalla dirigente per dirle che essendo ci molto lavoro se era disponibile ad andare al lavoro il sabato mattina. Naturalmente le sarebbe stato pagato il tutto come straordinario!

alla risposta affermativa della ragazza, l’altra donna rispose, bene, ci vediamo domani mattina qui in ufficio alla solita ora, e prima di congedarla le consegno una busta chiusa sigillata dicendole, l’apra quando sarà arrivata a casa non prima!

Poi le venne dato il permesso di recarsi alla sua postazione!

Quando ebbe termine l’orario di lavoro, la ragazza non vedeva l’ora di arrivare a casa per poter aprire la busta per poter leggere quello che vi era scritto.

Giunta a casa, si tolse subito l’impermeabile, tolse dalla borsa la busta l’aprì e lesse quello che vi era scritto!

Domani devi indossare un top bianco a fascia che lasci scoperta la pancia, mini gonna nera, perizoma a vita bassa nero, calze auto reggenti e le solite scarpe con tacco a spillo!

La ragazza si preparò il tutto con molta cura e così il giorno dopo in pochi minuti era pronta ed uscì alla solita ora per poter raggiungere con la sua auto il posto di lavoro!

arrivò alla sua scrivania in anticipo di un ora buona e cominciò subito a scaricare la posta da internet, controllare le fatture, i certificati di malattia dei dipendenti, i piani ferie della società!

Preparando poi una relazione per il dirigente!

Quando giunse la responsabile del reparto, lei era intenta a scrivere al PC la relazione e si sentì chiamare al telefono, ed udì la voce dell’altra donna che le diceva: Vieni immediatamente nel mio ufficio!

Come giunse nella stanza dell’altra donna chiuse la porta e le venne detto immediatamente di togliersi la mini gonna e di porgere alla sua capo il perizoma senza discutere! Espletata tale operazione, le fu ordinato di tornare al suo posto!

Ogni cinque minuti la dirigente con ogni scusa chiamava la ragazza, mi è cascata la carta per terra, buttala nel cestino, temperami le matite, portami la relazione di servizio, preparami il caffè.

Per farle il caffè, si dovette allontanare un centinaio di metri dalla sua postazione e dalla stanza della sua dirigente, perché il tutto posizionato vicino ai bagni!

Quando fu pronto il tutto, lo portò alla signora, che dopo averla ringraziata, le consegnò altri documenti, chiedendole di fare una relazione di servizio anche per il piano ferie e malattia!

La postazione di Brenda si trovava a cinque stanze indietro rispetto alla stanza della capo reparto, e per poter andare nella sua stanza, doveva passare davanti agli ascensori!

Entrò nella sua stanza e iniziò il lavoro che le era stato assegnato.

La sua scrivania era posizionata al lato destro della porta, e per lavorare al PC doveva dare le spalle alla porta, non si accorse così che era entrata la ragazza che portava negli uffici la corrispondenza, infatti trasalì quando si sentì dire: Mi firmi la ricevuta di consegna della corrispondenza? Ma questo cos’è un nuovo look di lavoro voluto da te, o imposto dalla tua capo?

Brenda non rispose e preferì firmare la ricevuta per ricezione della corrispondenza di reparto!

Dopo che l’altra ragazza se ne fu andata ridendo, Brenda portò la posta alla sua capo, che le comunicò che sarebbero andate a pranzo in un noto ristorante della città convenzionato con la società, ma prima di uscire le fece togliere il top bianco a fascia lasciandola completamente nuda e mettendo in risalto due magnifiche tette a fiaschetto!

Successivamente le dette il permesso di indossare l’impermeabile che aveva dovuto riporre nell’armadio appendi cappotti, dove aveva dovuto riporre anche la sua mini gonna ed il perizoma, prima di riporlo in una bustina.

La sua capo le disse che sarebbero andate al locale con la sua auto e non con quella di Brenda, quindi sarebbero scese nel parcheggio riservato per i dirigenti!

Prima di uscire dalla stanza le fece alzare l’impermeabile fino alle reni e le somministrò due sculaccioni fortissimi che la fecero sobbalzare e poi aggiunse, saprai il tutto quando ritorneremo in ufficio. Ora andiamo si sta facendo tardi!

Scesero nel parcheggio sotterraneo completamente vuoto, vi era solo la BMV nera della sua capo e basta.

Aprì l’auto con il telecomando, salirono e partirono alla volta del locale!

Quando vi giunsero, furono fatte accomodare ad un tavolo riservato per due persone dietro un paravento.

Vennero servite immediatamente, perché nella mattinata era stato prenotato anche il menù per due, quindi non dovettero attendere!

Tra una portata e l’altra, la dirigente della ragazza inviò un SMS ottenendo subito la risposta!

Dopo che venne servito loro il caffè, le due donne uscirono dal locale e si diressero al parcheggio per riprendere l’auto e tornare in azienda!

Giunte nel parcheggio sotterraneo, a Brenda venne ordinato di lasciare in auto l’impermeabile e di salire così in ufficio senza protestare e chiedere spiegazioni.

La ragazza obbedì e si diresse verso gli ascensori. No, dove vai, la richiamò la capo non saliamo da li, ma dalle scale interne!

Presero le scale a chiocciola che arrivavano al piano terra e si diressero verso l’ingresso principale, dove ad attenderle vi era una donna che era la fotocopia della sua capo.

Brenda istintivamente si coprì le tette e la fica che come il pube è completamente depilata, ma le venne impartito un ordine che non ammetteva repliche: scopriti subito, ti é stato forse detto di coprirti le tue parti del corpo? Rispondi quando ti viene fatta una domanda ragazza!

No, signore, non mi è stato dato nessun permesso, mi è venuto spontaneo il tutto ecco qui, vi chiedo perdono! Vedremo, vedremo quando saremo al nostro reparto! FINE

About Storie erotiche

Luce bassa, notte fonda, qualche rumore in strada, sono davanti al pc pronto a scrivere il mio racconto erotico. L'immaginazione parte e così anche le dita sulla tastiera. Digita, digita e così viene fuori il racconto, erotico, sexy e colorato dalla tua mente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.