Home / BDSM / Sculacciata davanti a mio cugino
copertina racconto erotico

Sculacciata davanti a mio cugino

Questa sculacciata l’ho subita a causa di mio cugino.
La domenica era ormai tradizione da anni quella di trovarsi a pranzo una volta da noi e, una volta da mia zia, l’appuntamento era per le 12. 30 in punto dopo la messa.
La messa per mia madre è cosa sacra, guai saltarne una, infatti, tutte le festività io e mia madre ci recavamo puntuali alla messa delle 11. 00, lei sempre nelle prime file con mia zia, io nelle ultime con mio cugino, e i nostri amici.
Dopo la messa eravamo soliti recarci a prendere un aperitivo, prima di andare a pranzo.
Quella domenica il pranzo era a casa di mia zia e proprio nel momento in cui stavamo per metterci a mangiare il dolce mio cugino se n’esce con un:
“Roberta, ma come mai oggi, non ti ho vista in chiesa? Sei stata forse a casa d’Ivana ? “.
Mi ero dimenticata di dire a mio cugino di non dirlo, lui non sapeva che mia madre era all’oscuro di tutto.
Sentite queste parole mia madre è andata su tutte le furie:
“Allora è così, tu mi lasci andare davanti con la zia in modo che non veda se ci sei o meno…. , ma ora t’insegno! “.
Io tentai in tutti i modi di giustificarmi dicendogli che Ivana aveva la febbre così ero rimasta a farle compagnia, ma fu inutile.
Dopo un bel quarto d’ora di predica, durante la quale io pregavo tra me e me che tutto si limitasse a quella, mia madre si alzò si sedette sulla poltrona e mi ordinò di andare vicino a lei.
Io con le gambe tremolanti mi avvicinai, ero imbarazzata non volevo essere sculacciata davanti lì, davanti a tutti, soprattutto davanti a mio cugino che, era da anni che non mi vedeva prenderle; ma, neanche a dirlo mi fece adagiare sulle sue gambe.
Io la supplicai, dicendogli che ormai ero grande, e mi vergognavo ad essere sculacciata, ma lei senza neanche ascoltarmi mi tirò su la gonna vedendo con suo stupore che indossavo un tanga invece delle solite mutandine.
Subito disse: “Adesso neanche le mutande si portano più? Cos’è questo coso? “.

Poi aggiunse: “Vedo che ormai ti senti già adulta, che puoi fare di testa tua! Adesso ti farò rendere conto che sei ancora una ragazzina e fin quando non farai quello che ti dico, e non imparerai l’educazione ti sculaccerò come una bambina! “.
Detto quest’inizio a sculacciarmi ma, subito dopo due sculaccioni si fermo dicendo:
“Visto, che secondo te le mutande coprono troppo, alzati e spogliati completamente, oggi ti faro stare completamente nuda, così ti potrai sentire libera”:
Cercai ancora di protestare, ma dopo due sonorosi ceffoni, capii che era meglio fare come mi aveva detto e così mi spoglia completamente.
L’imbarazzo fu fortissimo, non era la prima volta che mio cugino mi vedeva nuda, ma mai così, mai per essere sculacciata ed umiliata, era già successo che mi aveva vista, una volta anche ho fatto la pipì in bagno con lui dentro, ma questa volta l’imbarazzo era grande.
In quella situazione, mia madre chiese alla zia un mestolo, e con questo, inizio a sculacciarmi per un buon quarto d’ora.
Terminata la sculacciata, io rimasi per terra con le mani al sedere piangente, mentre mia madre raccolse i miei vestiti e aggiunse:
“Adesso stai così tutta nuda e tornerai a casa in queste condizioni, così vedremo se da domani reputerai le mutande utili o troppo puritane”.
All’inizio mi vergognavo troppo, cercavo di stare più tempo possibile di spalle e in piedi, ma poi, ormai convinta di non poter nascondere niente mi comportai normalmente, mostrando a mio cugino, tutte le mie grazie, anche le più nascoste. FINE

About erotico

I racconti erotici sono la mia passione. A volte, di sera, quando fuoi non sento rumori provenire dalla strada, guardo qualche persona passare e immagino la loro storia. La possibile situazione erotica che potranno vivere...

Leggi anche

copertina racconto erotico

Commedia

COMMEDIA ORGIASTICA SULL’AUTOBUS PERSONAGGI: Uomo, Donna, Metalmeccanico, Vecchia, Studentessa, Studente, Autista, I Controllore, II Controllore …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.