Ultimi racconti erotici pubblicati
Home / Coppie / Il saluto
copertina racconto erotico

Il saluto

Avevo già le chiavi in mano ed ero pronto ad uscire di casa:
“Ciao… Giulia” ho quasi gridato per farmi sentire da lei che ancora non si era alzata dal letto.
“Aspetta! “, mi rispose.
Il rumore dei piedi nudi sul pavimento, una breve corsa, ed ecco il suo sorriso precedere per un attimo un abbraccio da assalto, quasi da farmi cadere! La porta si era richiusa rumorosamente.
Quella sventolata di aria fredda non poteva meglio accentuare l’ondata di calore profumato che il suo corpo, caldo per le coperte appena lasciate, lasciava emanare come un abbraccio ancor più forte.
L’ho stretta a me, grato per tanto affetto e mentre emozionato le dicevo ancora “ti amo” le accarezzavo la schiena coperta dalla maglietta sgualcita e poi le cosce, bollenti e, con mia sorpresa, completamente nude.
Mi baciò con passione.
Credo di aver perso la cognizione del tempo e degli impegni che mi aspettavano.
Le portai entrambe le mani ai fianchi, la feci girare di profilo.
Con la sinistra ritornai alle morbide cosce, con la mano destra scesi dalla pancia al pube e infilai le dita aperte a pettine tra quel pelo fitto e umido.
Sospirò e chiuse gli occhi quando, dopo essere scivolato tra labbra bagnate, ripiegai il dito ad uncino togliendole quasi un fiotto di quel liquido denso e odoroso.
Riaprì gli occhi, ma poco, restò seria e con un filo di voce mi disse “baciami! ”
Mi inginocchiai lentamente scorrendo le mani viscide dai seni ai fianchi.
Inspirai inebriato i suoi umori e la baciai.
Ma fu presto la mia bocca ad essere avvolta da più impetuose labbra che mi offrirono tutta la loro profondità.
Stringeva a se la mia testa come potessi penetrarla, lasciandomi senza fiato.
Mentre sentivo risucchiarmi la lingua venne.
Le ritrovai un sorriso più tenero in un volto colmo di felicità.
Ci baciammo, e si vergognò un po’ a sentire i suoi odori tra le mie labbra, poi ridendo si tolse la maglietta e con questa mi asciugò la bocca.
“Vai adesso ma torna presto che… ”
“Ti amo… Giulia”
“Anch’io”
“Ciao”
“Bye” FINE

About Porno racconti

La letteratura erotica ha sempre il suo fascino perché siamo noi a immaginare e a vivere, seduti su una comoda poltrona o a letto, le esperienze e le storie raccontate qui, Vivi le tue fantasie nei miei racconti, i miei personaggi sono i tuoi compagni d'avventura erotica. Buona lettura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.