Ultimi racconti erotici pubblicati
Home / Coppie / L’anniversario
copertina racconto erotico

L’anniversario

Ieri sera, come avviene ogni anno, festeggiamo il nostro anniversario di matrimonio, siamo sposati da poco 6 anni, ma da quando ci siamo conosciuti sessualmente, siamo andati molto più che d’accordo.
Per questo anniversario, ha deciso tutto lei, il ristorante e il resto…
Sono arrivato a casa dal lavoro e lei era gia pronta, mi sono fatto una doccia veloce e via, siamo andati al ristorante.
La cena non è stata molto lunga, anche perchè a vederla con questo suo nuovo abitino aderente, che tirava fuori tutto il suo culetto, e con uno spacco davanti alle sue tette, la fame mia era quella di mangiarmi lei!!!
Usciamo di corsa come due ladri (ma il conto lo abbiamo pagato!!! ) e ci avviamo verso al collina qui vicino a noi, e mentre sto salendo la salita, una stradina del tutto buia, lei mi si avvicina, mi tira fuori il cazzo e comincia a sbocchinarmi, la sua bocca carnosa mi avvolge la cappella, la sua lingua gira su di lei vorticosamente, e il suo repentino su e giù accompagnato da risucchi terribili, mi stava facendo venire.
Arriviamo su alla piazzola, e vediamo che è gia pieno di macchine, sicuramente altre coppiette come noi, parcheggio accanto a un gippone e dalla foga tiro subito giù gli schienali e gli strappo le mutandine, ero fuori di me, il suo pompino mi aveva bollito il cervello, la sdraio e comincio a leccargli e succhiargli la sua favolosa fica rasata, gli arrivo fino al buco del culo, glielo lubrifico per bene e comincio a infilargli prima un dito poi due, fino a quando la sentivo ansimare di piacere.
La sdraio in mezzo ai sedili e comincio a scoparla come non mai, la sua fica di quanta saliva gli avevo messo emetteva delle scoregge e sentivo l’aria soffiarmi sulle palle, ero in estasi.
Dopo un po’ che la monto mi chiede di girarsi e si mette a pecorina e mi offre tutto lo splendore del suo culo, glielo lecco di nuovo e gli appoggio la cappella, pian piano spingo fino a infilarglielo tutto, comincia a dimenarsi dal piacere, a lei piace prenderlo nel culo, gli ho infilato di tutto finora, dai cetrioli alle zucchine, e quando la sento che sta per venire, glielo tolgo di scatto mi sdraio e la faccio impalare di nuovo in culo, gli allargo la fica grondante di umori, e faccio si che la leva del cambio gli entri tutta in fica, in quel momento a cominciato a godere come una cavalla a tal punto che si è messa a pisciare in macchina, io ero allo spasimo e gli sono venuto in culo, gli ho tolto la leva dalla fica, e l’ho sdraiata su di me, e girandola gli ho dato un bacio risucchiandogli la lingua, è stata una scopata favolosa.
Solo dopo mentre ci stavamo rivestendo, ci siamo accorti che la coppietta accanto a noi nel gippone, ci avevano spiato, ma sinceramente non ce n’è fregato niente.
So solo che adoro mia moglie, è la donna e la puttana che ho sempre desiderato. FINE

About Porno racconti

La letteratura erotica ha sempre il suo fascino perché siamo noi a immaginare e a vivere, seduti su una comoda poltrona o a letto, le esperienze e le storie raccontate qui, Vivi le tue fantasie nei miei racconti, i miei personaggi sono i tuoi compagni d'avventura erotica. Buona lettura.

Leggi anche

copertina racconto erotico

La visita ginecologica

Io ed Anna, una splendida ragazza 25enne, siamo felicemente sposati da 2 anni e sessualmente …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.