Ultimi racconti erotici pubblicati
Home / Esperienze / Bagno turco
copertina racconto erotico

Bagno turco

La palestra stava ormai chiudendo.
Nel locale delle docce eravamo rimasti solo in due.
Lui aveva più o meno 20 anni e un corpo molto eccitante: aveva la pelle completamente liscia e la carnagione chiara.
Mentre si insaponava sognavo che le mie mani scorressero al posto delle sue. Dovevo trovare una scusa per attaccare bottone:
“Scusa, puoi prestarmi del bagno schiuma? ”
“certo, prendilo pure, è lì sul ripiano. ”
Per impossessarmene dovetti entrare nel suo box e ne approfittai per sfiorare il suo corpo.
Sentii la sua morbida pelle contro la mia e non riuscii ad evitare una erezione.
Un po’ imbarazzato, sicuramente lui se ne era accorto, andai a fare un bagno turco, dove il vapore avrebbe celato il mio uccello.
Dopo 2 minuti che ero dentro, fece il suo ingresso anche lui, e si sedette di fianco a me.
“è la cosa più bella dopo una giornata di fatica” disse.
Io presi la palla al balzo:
“Sì, ma non la più rilassante. Il massimo sarebbe un bel massaggio”.
“Hai proprio ragione, ma a quest’ora di sicuro i massaggiatori sono già usciti! “.
“Se vuoi posso aiutarti io”.
“Davvero? Se non ti spiace ne approfitterei! ”
“Sdraiati sul marmo” gli dissi, e uscii al volo per prendere della crema per massaggi.
Rientrato nel bagno turco vidi che si era sdraiato sulla schiena e mi mostrava così il suo bel cazzo.
Spremetti un po’ di crema sulle mani ed iniziai a massaggiare, prima il petto e poi scesi lentamente all’addome.
“Mi fai solletico” si lamentò.
“Se vuoi smetto”.
Ma lo dissi senza convinzione.
“No scusa, è stupendo. Volevo solo che… ”
Non fece in tempo a finire la frase: le mie mani erano ora sulle sue gambe e il suo cazzo aveva cominciato a gonfiarsi.
Era in difficoltà, ma per fortuna rimase fermo.
Appena il suo uccello fu al massimo, gli dissi
“Devi rilassarti completamente, altrimenti non otterrai tutti i benefici del mio massaggio! ”
“Non è colpa mia, è che sei bravissimo, perché non ci pensi tu anche a quello? ”
Finalmente! Presi allora ad accarezzargli i coglioni e lo baciai sulla bocca.
Lui la aprì e si fece frugare la bocca dalla mia lingua.
Appena smisi di baciarlo mi disse
“Sai con un ragazzo è la prima volta… ”
“non ti preoccupare, dimmi solo se devo fermarmi”
“No, ti prego continua… ”
Scesi allora a succhiargli il cazzo, convinto che un bel pompino l’avrebbe convinto a ripetere l’esperienza con altri uomini.
“Cazzo, succhi divinamente! “, mentre mugolava di piacere.
Allora scesi lungo l’asta e superati i coglioni gli leccai il buco del culo.
“Siii, dai, fammi godere… ”
“Sei fantastico… ”
Sostituii la lingua con un dito e tornai a mangiare quel rovente pezzo di carne.
La lingua e le labbra scorrevano veloci sul glande liscio, pregustando una mitica bevuta.
“Muovi il dito, ti prego, fammelo sentire dentro! ”
Il giovincello ci stava prendendo gusto.
Allora raddoppiai la penetrazione per portarlo all’orgasmo.
“Si, fottimi e succhiami, fammi sborrare… Oh godo, ecco ecco! ”
Cominciò a schizzare il suo sperma nella mia gola.
Adoravo quel sapore e bevvi tutto, tranne l’ultimo fiotto che riservai per restituirglielo durante un lungo bacio.
Non si fece pregare e mi ripulì la bocca come fosse la cosa più naturale al mondo.
“Grazie, mi hai fatto rilassare completamente. ” mi disse
“Non c’è di che, ma ora devo rilassarmi anch’io… ” avanzai.
“Sai già dove andare a cenare? Se vuoi facciamo un salto da me, sono solo stasera… ” mi invitò.
“Volentieri! ”
E quello che accadde a casa sua lo saprete presto. FINE

About Porno e sesso

I racconti erotici sono spunti per far viaggare le persone in un'altra dimensione. Quando leggi un racconto la tua mente crea gli ambienti, crea le sfumature e gioca con i pensieri degli attori. Almeno nei miei racconti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.