Ultimi racconti erotici pubblicati
Home / Adolescenti / Katia un nome una garanzia
copertina racconto erotico

Katia un nome una garanzia

La mia prima esperienza di sesso risalgono a qualche tempo fa, sono arrivate molto in ritardo rispetto alla norma, infatti, ho sperimentato il sesso solo a 21 anni compiuti. la mia fortuna è stata certamente quella di trovare una ragazza molto “disponibile” come Katia (Kay).
La nostra storia ha inizio per caso lavorando assieme ed essendo lei fidanzata non fu molto semplice ma comunque la sera dll’8 marzo l’ho invitata a mangiare una pizza e con mio stupore lei accettò.
La sera risultò molto piacevole e dopo la pizza abbiamo bevuto qualcosina in un bar sul lungomare tornando poi verso casa vista l’ora tarda che si era fatta.
Ci lasciammo con un lungo bacio e con la promessa di rivederci al più presto.
Il giorno seguente fu lei a chiedermi di uscire ed io accettai senza batter ciglio avendo già in mente di dove trascorrere la serata.
La portai nella casetta di campagna dei miei dove accesi il caminetto e dopodiché un divano un cd di Elton Jhon fecero il resto.
Il nostro avvicinamento fu lento ma inesorabile e quando le nostre lingue si incontrarono vi fu un esplosione di emozioni in me indescrivibile.
Ci stavamo contorcendo in una limonata straordinaria tanto che io non sapevo più quale fosse la mia lingua.
Quando le chiesi se voleva essere mia lei non rispose ma mi accarezzò la patta dei pantaloni, alchè io iniziai a palparle dolcemente il seno, due meloni duri e meravigliosamente formati nonostante la tenera età (18), con due capezzoli meravigliosamente scuri e capaci di divenire sempre più duri ad ogni mio colpo di lingua.
Era rimasta senza maglietta e senza reggiseno quando la presi in braccio per portarla in camera da letto dove finii di spogliarla lasciandole solo un paio di calzette bianche che mi eccitavano da morire.
Iniziò lei a spogliarmi e mi ritrovai completamente nudo in pochi secondi tanto che pensai fosse frigida visto che non mi aveva sfiorato quasi per nulla. Mai idea si rivelò più sbagliata ma ebbi modo di constatarlo solo nel proseguo del nostro stare insieme.
La feci sdraiare sul letto e alla vista della sua fica aperta credetti di svenire, mi misi subito all’opera e dopo pochi istanti la mia lingua era completamente persa in lei che sembrava gradire visto le contorsioni del busto e la forza che ha messo nello spingere il mio viso contro la sua fica.
Una fica nera e pelosa con due grandi labbra meravigliose ed una clitoride favolosa e sensibilissima, la leccai molto a lungo il sapore era per me nuovo e molto strano ma comunque piacevole.
Al momento della mia prima penetrazione vi fu il panico più completo visto che il mio pisello non ne voleva sapere di farsi vedere, SCOMPARSO.
Ci vollero solo pochi minuti del trattamento personale di Kay per farlo rispuntare in maniera esplosiva, vi fu una cavalcata fenomenale ma spurtroppo come dicono capiti a molti la mia eiaculazione fu piuttosto precoce e dopo poco mi ritrovai con il pisello moscio e nella bocca di Kay per il lavaggio.
Purtroppo era tempo di rientrare visto che c’era per lei il coprifuoco nonostante la maggiore età appena raggiunta.
Il resto alla prossima perché Katia è un nome ma soprattutto una garanzia . FINE

About Porno e sesso

I racconti erotici sono spunti per far viaggare le persone in un'altra dimensione. Quando leggi un racconto la tua mente crea gli ambienti, crea le sfumature e gioca con i pensieri degli attori. Almeno nei miei racconti.

Leggi anche

copertina racconto erotico

Sborrata colossale

Mi chiamo Aberto ed ho 17 anni. Ora vi racconterò la mia storia con una …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.