Ultimi racconti erotici pubblicati
Home / Esperienze / La ragazza del mio migliore amico
copertina racconto erotico

La ragazza del mio migliore amico

Quest’estate io e Sonia la mia ragazza siamo andati a trovare Andrea, il mio migliore amico, e Sandra, la sua ragazza, nella sua casa al mare in Sardegna, dalle parti di Alghero. Non è molto che Andrea sta con Sandra, non l’ho ancora inquadrata bene, è molto carina, sembra molto simpatica, ma trovo che sia sempre stata molto misteriosa.
Sandra ha l’abitudine di vestirsi sempre da educanda, chissà come sarà al mare, forse potrò ammirare un po’ meglio il suo fisico da indossatrice.
Arriviamo da loro e dopo poco noto un particolare: Sandra è vestita con un vestito corto a fiori con le spalline, che le sta molto largo (una taglia in più? ) e sotto non indossa il reggiseno. Sono molto stupito per questo, e cercando di non farmi notare dagli altri cerco di tanto in tanto di sbirciare il suo seno, non enorme ma ben proporzionato. Poi andiamo in spiaggia e lei indossa un bikini sportivo, non particolarmente sexy. All’ora di cambiarsi, io la osservo mentre si cambia sotto l’asciugamano, nascosto dagli occhiali da sole a specchio, cercando di non farmi notare: si copre con l’asciugamano, si toglie i due pezzi del costume bagnato e si mette sopra l’abito di prima, senza mettersi biancheria addosso: come dire, sotto il vestito niente. La situazione si fa interessante. Andiamo a cenare, in seguito a un mio suggerimento, in un ristorantino alla buona che c’è lì sulla costa, con vista sul mare al tramonto. Andiamo al ristorante e riesco a sedermi di fronte a Sandra, a un certo punto “per puro caso” lascio cadere una posata, e noto che lei, proprio mentre io sono chinato, disaccavalla le gambe. Non che riesca a vedere qualcosa di preciso, ma immagino e sono molto eccitato, temo che si veda un certo gonfiore nei pantaloni. Sono assalito dai sensi di colpa, mi sento infedele con la mia ragazza e con il mio migliore amico allo stesso tempo, ma la cosa allo stesso tempo mi eccita, e in fondo non ritengo di fare nulla di male a guardare solo. Chissà se Sonia e Andrea si sono accorti di qualcosa?
Grandioso lo spettacolo offerto da Sandra la mattina dopo: si alza per prima al mattino (la casa è piccola e dormiamo tutti nella stessa stanza) va nel corridoio, dà un’occhiata per controllare che tutti dormano (io tengo gli occhi socchiusi in modo di non farmi vedere), e si cambia restando completamente nuda sotto il mio sguardo purtroppo sfocato, sia per la leggera miopia che per l’ora del mattino.

La faccenda si fa molto interessante, ma cerco di nascondere agli altri i miei pensieri. Sonia, la mia ragazza, sembra non essersi accorta di nulla, così come Andrea (lo conosco bene, è molto geloso, chissà se hanno litigato su questo o non si è accorto di nulla? ) Io mi alzo poco dopo, Sandra nota quello che un pigiama aderente non riesce a nascondere, e ammicca con un sorriso. Mi dice “svegli presto stamattina? Ora però voglio che tu mi restituisca il favore! ” Così io mi cambio davanti ai suoi occhi, lasciando così vedere il mio membro in erezione…

La notte successiva mi alzo per andare in bagno, al ritorno mi scontro quasi nell’oscurità con Sandra. Si sente Andrea russare, e anche Sonia dorme uno dei suoi sonni profondi che non la svegliano neanche con le cannonate. Sandra si avvinghia a me, inizia ad accarrezzarmi in tutto il corpo e inizia a farmi un pompino, io sono eccitatissimo, è piuttosto brava anche se non mi sembra molto esperta in quest’arte. L’idea di fottermi la ragazza del mio migliore amico mentre questo dorme mi eccita non poco, cerco di dimenticare i problemi di coscienza… io inizio a massaggiarle il clitoride con un dito, poi le sfilo i pantaloncini del pigiama e inizio a leccarle la passera in un bel 69, dopodiché la prendo in braccio, la faccio piegare a 90°, inumidisco l’ano e la inculo, lei emette un grido misto di gioia e dolore, la si sente sudare freddo… improvvisamente non si sente più il russare di Andrea di sottofondo… oddio s’è svegliato… cerchiamo di non far aprire nulla e in effetti nei giorni successivi tutto fila liscio, io e Sandra abbiamo scopato più volte nel cuore della notte nei modi più originali e con i trucchi più ingegnosi per non farsi notare, parlando con lei sono venuto a scoprire che era la sua prima volta da dietro… FINE

About erotico

I racconti erotici sono la mia passione. A volte, di sera, quando fuoi non sento rumori provenire dalla strada, guardo qualche persona passare e immagino la loro storia. La possibile situazione erotica che potranno vivere...

Leggi anche

copertina racconto erotico

La mia prima prima volta

Quando ero giovane ed un po’ imbranato, avevo da poco compiuto 18 anni, avevo una …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.