Ultimi racconti erotici pubblicati
Home / Esperienze / Mia cugina e’ una porca
copertina racconto erotico

Mia cugina e’ una porca

Sono intento a lavorare al mio computer quando sento suonare il campanello.
Vado alla porta e scopro che si tratta di mia cugina venuta a chiedere istruzioni per l’ uso di un dischetto da me prestatole.
La faccio accomodare su una sedia accanto alla mia e mi accingo a darle le giuste istruzioni.
Dopo circa 5 minuti sento la sua mano sinistra appoggiarsi sulla mia gamba destra.
Io impassibile faccio finta di niente ma lei piano piano fa salire la sua mano sempre più vicino al mio pene che inizia a diventare sempre più duro.
A quel punto afferro la sua mano e la infilo dentro ai miei pantaloni iniziando a masturbarmi.
Poi la invito a sedersi su di me con la sua vagina in corrispondenza del mio pene, le apro la maglietta e le sfilo il reggiseno scoprendo la bellezza dei suoi capezzoloni duri come due sassi.
Le massaggio i suoi seni sodi e grossi, mentre lei continua a toccare e muovere il mio pene eccitandomi alla follia.
Con la lingua le lecco i capezzoli mentre lei dice di voler il mio pene tutto in bocca.
Si inginocchia così alle mia gambe ed inizia a succhiarmi il pene poi me lo lecca delicatamente fino a che le vengo un po’ in bocca e un po’ sul petto.
Così la prendo di forza ancora su di me e le massaggio le tette bagnate dal mio sperma mentre lei grida.
A quel punto non mi faccio pregare e comincio a spogliarla del tutto, le tolgo piano piano tutti i vestiti e lei si sdraia sul divano.
Ha un culo stupendo ed io cerco di toccarla in modo da farla eccitare.
Lei mi guarda negli occhi e capisce subito le mie intenzioni.
Allora senza farmi pregare punto il mio bel cazzo al suo sfintere e cerco di assestarlo per
evitare di farle male.
Appena lo spingo dentro del tutto lei sbarra gli occhi ma mi invita a continuare.
“Sfondami il culo, ti prego”,
“Si bella puttanella” le rispondo.
Ancora qualche colpo e sento che la mia eccitazione tocca il limite, sto quasi per venire e lei se ne accorge, allora si sfila il mio bel giocattolo dal culo e lo prende ancora in bocca, e dopo qualche pompata le allago di nuovo la bocca.
Dopo essersi rivestita se ne va dicendomi “Verrò a trovarti più spesso”. FINE

About A luci rosse

Mi piace scrivere racconti erotici perché esprimo i miei desideri, le storie vissute e quelle che vorrei vivere. Condivido le mie esperienze erotiche e le mie fantasie... a luci rosse!

Leggi anche

copertina racconto erotico

Una zia da scoprire

(I nomi che ho scelto sono del tutto inventati, tranne il racconto vissuto in prima …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.