Ultimi racconti erotici pubblicati
Home / Coppie / Tre cazzi in fica
copertina racconto erotico

Tre cazzi in fica

Mia moglie ha un corpo minuto ma veramente delizioso, un visino fine da brava ragazza, no si direbbe guardandola capace di tante prodezze (leggete e capirete) non ha mai dimostrato apertamente la sua predisposizione per il sesso, ma la sua passera e il suo corpo parlano per lei, cè da dire anche, che non si è mai tirata indietro davanti alle mie proposte che ha sempre accolto volentieri.

Adoro la sua accogliente passera spesso e volentieri depilata, il gioco che preferisco fare, e quello leccare la sua accogliente fica mentre infilo uno dopo l’altro due vibratori, li faccio poi roteare fino quando l’eccitazione e la dilatazione è ai massimi livelli a questo punto tolgo uno dei vibratori e infilo al suo posto il mio uccello, fino a quando le viene in un urlo piacere le inondo la sua figa gia imbottita dai due cazzi (peccato che uno sia finto).

Una sera le ho portato a casa un bel regalino, mi ero fermato nel solito sexy shop e ho comprato un vibratore veramente mostruoso, 22cm di diametro per 30cm di lunghezza.
Alla sua vista è inorridita e ha detto che no lo avrebbe mai usato, ma la sera stessa ha deciso di provarlo per accontentarmi, fatta accomodare nella posizione a 69, io sotto appoggiato al cuscino con la sua fantastica passera davanti alla mia bocca, dopo una doverosa leccata per farla bagnare al punto giusto, ho iniziato ad infilare la punta del nuovo giocattolo, dopo pochi minuti e senza bisogno di ungenti particolari metà del mostruoso oggetto era già infilato nella sua passera.

Mi fermai per scattare alcune foto, di lei con quel grosso oggetto infilato nella fica e nel mentre pensai, se ci sta un oggetto cosi, ci deve stare anche una mano, decidemmo di provare, sempre nella stessa posizione le piazzai le mani sulle natice, le infilo i due indici nella sua bagnatissima fica, tirando verso l’esterno, poi inizio lentamente ad infilare uno dopo l’altro le dita di entrambi le mani, fino ad arrivare a quattro dita per mano, lo spettacolo è divino, tirando all’inverosimile verso l’esterno vedo aprirsi davanti ai miei occhi il suo caldo buco e praticamente tutto l’interno della sua fica fino all’utero, lei caccia un urlo e capisco di avere un po’ esagerato, decido però di continuare nell’impresa, lascio una sola mano nella sua fica e infilo dentro anche il pollice, con la saliva bagno meglio la mano, la giro e la rigiro spingendo sempre più forte.

Lei inizia a sobbalzare in preda ad una sorta di frenesia di piacere e di dolore, mi prega di fare piano ma di continuare, si butta a capofitto sul mio cazzo per farmi un pompino, dopo pochi secondi eccitato come sono vengo e la inondo di sperma che lei ingoia, la mia mano piano piano riesce sempre di più a fare forza sulle pareti della sua fica, la sento cedere poco a poco, improvvisamente cedono le ultime resistenze ed entra dentro fino al polso!!!

Ora la la sua fica è veramente piena, è fantastico muovere la mano dentro la fica, la giro la rigiro mentre lei trema tutta ansimando, è tutta coperta di sudore, mi supplica rantolando di non smettere, chiudo la mia mano a pugno e la muovo lentamente avanti e indietro, dopo pochi minuti si contorce in un orgasmo violentissimo come non ho mai visto, urlando di piacere, sfilo lentamente la mia mano ancora chiusa a pugno dentro la sua fica e rimango in contemplazione dell’enorme buco che si richiude davanti ai mie occhi.

A questo punto decisi di riprovare il mio gioco preferito, infilo uno dopo l’altro i due vibratori, entrano facilmente come in un burro nella sua fica ormai violacea e grondante di umori, non contento infilo anche il mio uccello, lei caccia un urlo di dolore e piacere, io eccitatissimo le inondo la sua figa piena, rimaniamo cosi per un po’, lei con tre falli in fica, la bacio dicendogli che è una gran vaccona, ma che la amo proprio per questo, poi mi scosto e sfilo il mio cazzo rimango estasiato a guardare lo spettacolo stupendo offerto dalla sua fica che si richiude lentamente sui due falli rimanenti trasudando il mio sperma, bacio teneramente la mia ormai stremata porcellina sulla bocca.

Penso già al gioco della prossima volta. FINE

About Storie porno

Caro visitatore maggiorenne, sei qui perché ti piace la letteratura erotica o solo per curiosità? Leggere un racconto erotico segna di più perché la tua mente partecipa al viaggio dei nostri attori. Vieni dentro le nostre storie, assapora il sesso raccontato dove la mente fa il resto.

Leggi anche

copertina racconto erotico

Peep Show

Io Luca e Paola, ci trovavamo per una settimana di relax nella capitale spagnola, nel …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.