Ultimi racconti erotici pubblicati
Home / Coppie / Un week-end libidinoso
copertina racconto erotico

Un week-end libidinoso

Sempre noi 4, potremmo dire i cavalieri dell’orgia selvaggia! Io, mio marito Alex, la mia amica-collega-puttana Paola ed il suo ragazzo Simon abbiamo deciso di passare il week-end in Romagna, precisamente in provincia di Ravenna, dove c’è un grandissimo e bellissimo club privè che da molto tempo volevamo visitare. Eccoci dunque alle 20, 30 all’ingresso del club. L’ora è anomala per andare in un club privè, ma visto che qui hanno anche il ristorante interno, abbiamo deciso di cenare qui. Ho un vestitino cortissimo di pizzo fuxia trasparentissimo, sotto solamente il tanga bianco ed ai piedi, le mie scarpe tutte aperte, a zoccolo, da 17 cm. di tacco a spillo. Paola invece ha una micro gonna di jeans con la cintina di merletto bianco, un toppino bianco allacciato sotto il seno, scarpe tutte in lattice trasparente con la zeppa ed il tacco a spillo da 15 cm. argentate. I nostri due cavalieri sono in impeccabile giacca e cravatta! Il locale è bellissimo, nella saletta ristorante si cena a lume di candela, e c’è già chi si cimenta nell’opera godereccia mentre cena. Le portate sono servite da splendide cameriere in topless e tacchi a spillo, mentre il mètre è uno splendido ragazzo nero in smoking. Verso le 10 e mezza andiamo a sederci nei divanetti intorno alla piccola pista della discoteca, la musica è ancora soft e molto bassa, nel locale al momento ci sono per la maggior parte coppie che girovagano qua e là. Io ed Alex iniziamo a pomiciare ed a toccarci come liceali, ed io in breve sono già con la fichetta fradicia! Poco prima di mezzanotte, il locale è pieno zeppo di gente, coppie ed anche moltissimi singoli. Inizia la musica dance e la pista di riempie. Iniziamo a ballare anche io e Paola, ma dopo neanche venti minuti la pista si è già svuotata e la musica torna ad essere soft. Notiamo che quasi tutta la gente è andata al piano superiore; “Però, qui si passa subito ai fatti! ” dico ai miei compagni d’avventura!
Andiamo di sopra anche noi. Qui, il locale è strutturato molto bene. Ci sono tre ambienti, tutti molto grandi e con varie stanze e divanetti. In un
ambiente possono accedere solamente le coppie che vogliono andare con coppie, in un altro possono accedere le coppie che preferiscono sia altre coppie che singoli e nell’ultimo, quello dove ovviamente andiamo noi, ci sono le coppie che vogliono solamente singoli. Questo ambiente è ancora vuoto, c’è soltanto qualche singolo che gironzola alla ricerca di qualche coppia che ancora non è entrata in questa zona del privè. Come entriamo noi 4, un mucchio di singoli entra dietro di noi, ordinatamente ed educatamente, nella zona. Dico a mio marito che questa sera, tanto per cambiare, voglio essere una gran puttana e lui mi risponde che, almeno all’inizio, sarà molto felice di vedermi fare la troia! Così entriamo in una stanza, io mi sdraio sul letto ed Alex rimane sulla porta:
“Ti dico io quando devi smettere di far entrare singoli! ” Uno, due, tre, quattro, e così via; ne entrano dodici, poi dico ad Alex di chiudere la porta. Mi spoglio, tolgo il vestito ed il tanga, ovviamente rimanendo con i miei tacchi a spillo ai piedi; così facendo metto a proprio agio i dodici maschi che non vedono l’ora di farmisi! A loro volta i ragazzi si spogliano e mi mettono in mezzo ad un circolo formato da loro stessi, lasciandomi al centro del letto ed in ginocchio. Da gran puttana quale sono, inizio a spompinare bene ogni cazzo che mi viene offerto, guardando con occhi da vacca sia i ragazzi che mio marito, che assiste eccitato, smanettandosi l’uccello. Lecco con molta lentezza le cappelle che mi vengono offerte, poi le palle, risalendo poi lungo l’asta di turno, per poi ricominciare dal cazzo di un altro e via, ingoiando in un solo colpo un altro dei cazzi, duro e dalla grossa cappella! Come una troia, lecco ed insalivo il cazzo, passando poi ad un altro leccando bene anche questo, facendogli sentire bene la lingua sulla cappella e sui coglioni guardando mio marito che ha il cazzo duro dall’eccitazione, mentre i ragazzi, persa l’iniziale timidezza, iniziano ad insultarmi come una puttana:
“Mmhh, sei proprio una vacca, una gran troia, una grandissima pompinara! Dai succhia bagasciona, leccaci il cazzo a tutti! Ti piace vero troiona? Leccaci anche le palle, mignatta! Lecca troia! ” sono solo alcuni degli apprezzamenti di cui ora sono oggetto ed io, che sono per davvero tutto ciò che mi dicono, godo e lecco con più avidità, portando tre dei dodici cazzi che sto spompinando, vicino allo sborrare.
Lecco le cappelle ormai congestionate dall’eccitazione, passando la lingua anche sulle palle, attendendo gli schizzi di sperma per placare la mia sete di sperma! Il primo schizzo mi coglie di sorpresa e mi affretto a dirigerlo in bocca, ingoiando tutto mentre anche gli altri due iniziano a godere ed a schizzare. Faccio salire ancor di più l’eccitazione, urlando ai ragazzi:
“Siiii! Fatemi bere la vostra sborra! ! Riempitemi la bocca! ! Sborratemi addosso maiali! ! ! ” Vengo subito accontentata, ricevendo una sborrata simultanea che bevo con avidità, Poi, anche se ho le labbra lucide di sborra e gli angoli della bocca che colano sperma, uno dei tre mi si avvicina e mi bacia infilandomi la lingua in bocca. Io, vedo che mio marito è sempre più eccitato nel vedermi troia e sempre più preso nella sua sega, così mi avvicino a lui, glielo prendo in po’ in bocca e poi gli dico che “siamo solo all’inizio, ora vedrai la tua puttana cosa si fa fare da questi maiali arrapati! ” Mi butto sul letto e chiamo gli altri ragazzi verso di me; 5 di loro si avvicinano con i cazzi durissimi, avendoli spompinati in precedenza ma soprattutto per la sborrata degli altri 3 ragazzi a cui hanno appena assistito. “Leccatemi il culo” chiedo, così a turno i ragazzi mi mettono alla pecorina ed a uno ad uno mi leccano il culo mentre si alternano a farmi leccare il loro cazzo; qualcuno affonda con energia la sua mazza nella mia bocca da troia famelica, ed io ingoio i cazzi duri senza remore, poi ne faccio sdraiare uno sul letto e afferrando il cazzo con la mano lo dirigo verso il suo culo impalandomici sopra e dando le spalle al ragazzo, mugolando come una troia! “Ora ne voglio una in fica! ” dico ed uno dei maschi mi è già sopra e mi penetra nella fica fradicia. “Un altro in bocca, ad altri due farò due belle seghe! ”
Così uno dei ragazzi mi infila senza riguardi il cazzo duro in gola, mentre altri due mi porgono i loro cazzi svettando alle mani ed io inizio a
smanettarli! Formiamo così una bella stella, dove io vengo inculata da sotto, scopata da sopra, pompata in bocca da un terzo il quale mi tiene la testa con le mani dandomi il ritmo della pompa, mentre gli altri due si godono le mie seghe ai loro cazzi che ho tra le mani! Proprio con questi due ragazzi, aumento il ritmo delle seghe, smanettandoli velocemente per aumentare il loro piacere, mentre come una troia vengo sfondata dai due cazzi nella fica e nel culo e scopata nella bocca dal terzo. Ora un sesto ragazzo, si mette, in un posizione scomodissima, sopra di me, tra il mio corpo e quello del ragazzo che mi sta scopando da sopra, mettendomi il suo cazzo tra le tette e stringendomele sulla sua mazza, inizia una spagnola scomoda, ma a quanto vedo, molto gustosa per lui! Inizio a godere come una maiala, i miei mugolii sono soffocati dal cazzo che ho in bocca e se non l’avessi penso proprio che urlerai tutta la mia goduria in modo che mi sentirebbe tutto il privè! Tra l’altro, i due che mi stanno inculando e scopando, alternano affondi potenti ad altri più delicati, ma sempre di un certo vigore, mandandomi letteralmente nell’estasi più totale! Tre di loro sono vicini a sborrare, quando uno di quelli a cui sto facendo la sega, dice loro:
“Ragazzi non sborrate nei preservativi o addosso a lei, non sprechiamo così lo sperma! ” Si allontana da me un attimo e prende un bicchiere vuoto dove prima qualcuno di noi aveva bevuto un drink. Tutti capiscono immediatamente, così quello che mi sta scopando, quello a cui sto facendo la pompa ed uno dei due che sto smanettando, sborrano copiosamente nel bicchiere! Due dita di sperma denso ricoprono il fondo del bicchiere, ed ecco che uno dei tre che ci ha sborrato dentro me lo porge dicendomi:
“Tieni troia! Brinda con la sborra! ” Avidamente lo porto alla bocca bevendo il contenuto, poi ci passo un dito all’interno e lo lecco guardando i miei partners in modo provocante, da troia quale sono!
Poi guardo mio marito:
“Sono abbastanza zoccola amore? ” Ormai la libidine mi percorre e mi rende porca come poche altre volte mi è capitato, voglio fare di tutto e mi voglio far fare di tutto dai 12 maschi nudi che ho con me! Alex assiste per nulla sorpreso alle mie performance, alle perversioni più spinte della nostra personale sfera erotica, ma ho altro in serbo per lui! Mi metto alla pecorina al centro del letto, chiedendo ai ragazzi, ai 6 che ancora non sono venuti, di scoparmi, “anzi, sbattetemi perché stanotte voglio essere la vostra troia! ” Mi impalo la fica sul cazzo del ragazzo che prima mi stavo inculando sempre sotto di me, e un istante dopo già mi trovo un cazzo nel culo che mi stantuffa, mentre un altro dei ragazzi mi mette in bocca la sua nerchia dura e grande. Il ragazzo sa il fatto suo ed estrae la cappella gonfia per poi infilarla nuovamente nella mia bocca spalancata, spinge lentamente quasi fino alla gola per poi ritirarlo fuori, dandomi il ritmo afferrandomi la testa da dietro la nuca. Pompo e lecco il cazzo, succhio e voglio farlo sborrare! Il cazzo che mi sta scopando è bello duro e la mia fica gronda umori, le sensazioni sono rese molto intense anche dall’altro matterello di carne che mi stantuffa il culo. Cerco lo sguardo di mio marito, eccitatissimo che si sta sparando una mega-sega! “Oddio come godo con tutti questi cazzi! ” urlo in un istante di libertà dal cazzo che mi pompa in gola! “Sei una grandissima troia! Una vacca da monta, una puttana piena di sborra! ” mi urlano i ragazzi incitandomi ed eccitandomi ancora di più! L’inculata a pecorina, la scopata a smorza candela ed il pompino sono piacevolissimi, uso tutte le sue arti orali, anali e vaginali per dare piacere, i miei mugolii, che diventano urli di goduria negli attimi di libertà dal cazzo che ho in bocca, eccitano i maschi che mi sfondano, ma vedo che non ce ne sono più altri 3 in attesa, bensi 6, perché mio marito ne ha fatti entrare altri 3 di soppiatto nella stanza! Quando capisco che quello che ho in bocca è prossimo a godere, lascio la prese e lo smanetto aspettando il suo sperma con la bocca aperta e la lingua di fuori, fissandolo negli occhi: dopo poche colpi di mano il ragazzo viene con fiotti densi, che mi colpiscono sul viso, sulle labbra, sulla lingua e in bocca, trovandomi con la faccia imbrattata di sborra calda! Rimetto in bocca il cazzo ancora gocciolante, lucidandogli bene la cappella con la mia lingua sapiente! Quando anche il ragazzo che mi sta inculando è prossimo a venire, esce dal mio ano e si sfila il profilattico, dirigendo gli schizzi sul mio viso. Vengo letteralmente ricoperta da altro sperma caldo e denso, che cerco di raccogliere leccandomi le labbra. Pazza di piacere, mi occupo prima di ripulire i due cazzi che hanno appena sborrato e lo faccio lentamente, gustando ogni goccia di sperma ed ogni fremito che provoca con la mia lingua ai cazzi congestionati dei ragazzi, poi con l’indice raccolgo lo sperma che mi sta colando sul viso per poi leccarlo avidamente, assaporandolo tutto, poi mostro a tutti i presenti la mia lingua ricoperta dal seme biancastro per poi inghiottire tutto passandomi poi la lingua sulle labbra e portando così l’eccitazione di tutti al massimo livello! Ormai sono una troia senza controllo e voglio godere, godere ed ancora godere! “Dai, fatemi di tutto ragazzi! ! ! Venite qui, sono la vostra vacca! La vostra troia! ” Mi distendo di nuovo sul letto, il cui lenzuolo è ormai pieno di schizzi di sperma, e chiamo i sei ragazzi che ancora devono sborrare, i quali si affrettano a raggiungermi, dedicando al mio corpo ogni attenzione possibile. “Fatemi di tutto! ” dico loro. I ragazzi parlottano tra di loro, mentre due di essi mi danno da leccare il cazzo duro; sono distesa a gambe larghe, in un oscena posizione che eccita terribilmente tutti, poi finalmente il gruppo trova un accordo e vengo messa alla pecorina da uno dei sei ragazzi che mi dice:
“Ora ti scoperemo tutti e sei mentre tu leccherai il cazzo a chi ti troverai davanti al viso! ” e mi spara davanti al viso il suo cazzo durissimo mentre un altro provvede a penetrarmi scopandola di buona lena! Sento il cazzo penetrare mentre sono intenta a leccare l’asta marmorea del ragazzo davanti a me, ma la pecorina ispira ad uno dei ragazzi un altro gioco: si sdraia sul letto strisciando in mezzo alle mie gambe ed entra anche lui con il suo cazzo duro nella mia fica, che già è stantuffata da un altro cazzo! Godo come una maiala, l’orgasmo mi fa perdere ogni controllo, e lo fa perdere anche al ragazzo che sto spompinando, il quale mi riempie la bocca di sperma caldo, che ingoio fino all’ultima goccia! Subito dopo mi ritrovo con un altro cazzo da pompare, mentre quello che mi sta dietro cambia buco ed inizia ad incularmi. Provo davvero un piacere intenso nell’essere usata come una vacca in calore e godo di nuovo! ” Troia! Puttana! Pompinara! ” Sono gli insulti che mi rivolgono, eccitandomi sempre di più! Intanto il ragazzo che si è infilato sotto di me scopandomi, esce dalla mia fica e togliendosi il preservativo, mi inonda il ventre col suo sperma. Così resto alla pecorina, con questo cazzo enorme che mi stantuffa l’ano e quest’altro in bocca che pompo di gusto! Il ragazzo che mi incula mi dice che sono una troia perfetta così, e, spruzzandomi la schiena col suo sperma, mi dice che ora anche gli altri due ragazzi che sono rimasti mi inculeranno mentre spompino il cazzo del ragazzo che sto sbocchinando adesso! Quest’ultimo però non dura molto, e mi regala un’altra dose di sperma caldo da bere! Succede però che gli altri ragazzi che sono già venuti, specialmente i primi, iniziano ad avere di nuovo il cazzo duro, così, mentre gli ultimi due rimasti del primo giro mi inculano a turno, io pompo i cazzi che mi vengono offerti alla bocca mentre il mio culo subisce un entusiasmante stantuffamento! Vengo inculata come una vacca mentre chi mi ficca il cazzo in gola mi detta il ritmo con la mano sulla mia testa. I due che si alternano nel mio di dietro non lesinano certo le forze, inculandomi a tutto spiano. “Vacca! Adesso ti spacchiamo il culo per bene! ” “Pompa puttana! Pompa il cazzo! ” “Troiana! Sei una grandissima troiana! ” “Una baldracca! Sei proprio una gran baldraccona! ” questi insulti mi eccitano come una troia, e lecco cazzi senza sosta! Mentre i due che mi inculano a turno aggiungono altro sperma sulla mia schiena, gli altri tredici, uno ad uno mi sborrarono in bocca un fiume di sperma caldo, tutti tenendomi la testa con la mani nel momento di sborrare, obbligandomi così ad inghiottire tutto, cosa che io faccio con piacere perché adoro lo sperma caldo! Finito il secondo giro, mi sdraio stremata sul letto, con la fica in fiamme e piena di sperma dappertutto, ancora in preda ai fremiti dell’orgasmo. Il piacere è stato tale che non ricordo quante volte sono venuta! Rimasti nella stanza io e mio marito, ridotta in questo stato, lui mi solleva le gambe ed inizia a scoparmi con una foga incredibile, insultandomi come una gran puttana e regalandomi altri tre orgasmi consecutivi che mi tolgono il fiato! Ora che il giro si è veramente concluso, possiamo anche ritornare in albergo1 ma c’è un problema però! La mia amica Paola, puttana quanto e forse più di me, è in un’altra stanza a farsi sbattere da una dozzina di uomini, così io ed Alex dobbiamo aspettare che loro finiscano, e nell’attesa, dovremmo pur ingannare il tempo no? E allora, si ricomincia! “Apri la porta amore e fanne entrare altri 3 o 4 va! ” dico a mio marito! La sua risposta? “Facciamo 5 amore, così facciamo 20, cifra tonda! “. FINE

About Storie erotiche

Luce bassa, notte fonda, qualche rumore in strada, sono davanti al pc pronto a scrivere il mio racconto erotico. L'immaginazione parte e così anche le dita sulla tastiera. Digita, digita e così viene fuori il racconto, erotico, sexy e colorato dalla tua mente.

Leggi anche

copertina racconto erotico

Una troia per ragazza

Quello che segue non è un semplice racconto di fantasia oppure in qualche maniera un …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.