Ultimi racconti erotici pubblicati
Home / Esperienze / Valentina scopre il sesso anale
copertina racconto erotico

Valentina scopre il sesso anale

La ragazza aveva ripensato tutta la giornata a quello che era successo la mattina, per prendere una decisione se continuare ad avere rapporti con il cognato (e chissà quale altre cose avrebbero fatto insieme) o chiarire con lui che quello era stato solo un colpo di testa e niente più.
Il dubbio fu subito sciolto dal ritorno di Fabio. Appena vede Valentina l’abbraccia e subito cerca di baciarla dicendole
“Ho pensato tutto il giorno a quello che possiamo fare e ho in serbo molte sorprese per te. ”
Il caldo abbraccio dell’uomo e le sue sapienti labbra con la lingua che cerca di incunearsi nella sua bocca fanno subito recedere la ragazza dalla sua resistenza, e la fanno abbandonare in un lungo lingua in bocca.
Fabio prende la ragazza fra le sue braccia, la solleva e la porta in camera dove la depone sul letto.
Prima ancora che Valentina abbia una reazione la pone a pancia in giù e, sollevandole la gonna, inizia ad insinuare le sue dita nella fichetta della ragazza. Le sapienti manovre dell’uomo fanno partire la giovane donna che inizia a mugolare e gemere incessantemente. Fabio si spoglia e così fa Valentina. Lui le inizia a toccare le tette in modo deciso ma molto piacevole. Prende i capezzoli in mano e li strizza facendo uscire un piccolo urlo dalla bocca capiente della ragazza, urlo subito seguito da un gemito, con Fabio che contemporaneamente le tocca la fica e le tette.
Poi, l’uomo le abbassa la testa con fare deciso e le appoggia il cazzo sulle labbra.
“Dai una bella leccata al bastone, troietta che poi facciamo una bella cavalcata. ”
Valentina prova un certo turbamento per essere trattata così ma le piace sentirsi sottomessa e guidata fa Fabio. Valentina imbocca il cazzone di Fabio e inizia a slinguarlo con passione. Fabio la incita sia pigiandole la testa sul cazzo che dandole ordini su come leccare.
“Dai lecca bene tutta l’asta e poi rimbocca la cappella. Succhiala per bene, così, passa la lingua sullo spacchetto, brava in questo modo, stai diventando proprio una brava succhiatrice di cazzi, un puttanone a cui piace sentirsi la bocca riempita di carne. MMMhhh ci sai fare, eh troietta. Ce ne devono essere passati di cazzi in questa boccucciaaaaa …… dai così con la lingua … mettimela nello spacchetto …… cosìììììì….. dai sugacazzi che non sei altro…… ora leccami tutta l’asta fino ai coglioni … cosìììì… leccami anche le crespe dell’ano …… ti piace leccare il buco merdoso…. cosìììì…… infilaci la lingua dentrooooooo….. che troione che seiiii….. ora imbocca di nuovo il bastone che ti faccio bere….. così.. cosììììì…. ”
Valentina ormai è presa nel vortice del piacere e prova un’eccitazione incredibile ad essere apostrofata con parole volgare e trattata come una troia.
Poi Fabio le ordina di mettersi alla pecorina e la ragazza obbedisce mettendosi a culo all’aria.
Fabio inizia a toccarle la fichetta e poi si mette a slapparla con estrema perizia.
Valentina inizia a scioglersi e a gemere dal piacere.
“Ti piace troietta eh” dice Fabio
“Oh si continua, cazzo….. sei bravissimooo…. mi stai facendo allagare la fica, così.. così… slappam il grilletto continuaaaa.. “.
Ma Fabio vuole scoparla e dunque le appoggia il cazzo sulla fica umida dicendole
“Eccotelo tutto, troietta . Te lo senti fino all’utero, troia. Ora ti slargo questa fica da stronza e ti faccio un lavoretto che dovrai camminare a gambe larghe per almeno una settimana”.
Detto questo inizia una galoppata violenta con colpi possenti che sbattono Valentina avanti e indietro sul cazzo.
Valentina inizia a mugolare dal godimento e Fabio la esorta a parlare dicendole di usare parole volgari.
Valentina, ormai stravolta dal godimento inizia a dire ansimando
“Cazzo, mi stai svangando la fica … ohhh …. mi stai riempiendo tutta con quel cazzone…. porcatroiaaaa .. mi sfondi l’utero … dai dai sfondami .. sfondami …….. cazzo come mi sento piena in pancia …….. dai .. daiiii … godooo ….. godooooo come una maialaaaaaa….. ”
Intanto Fabio eccitato dalle parole, trapana Valentina con colpi violentissimi
“Senti come ti sto limando la fica vaccona ….. sei così troia che ti faresti scopare anche in mezzo di strada …… ti spacco la schiena in due con questo cazzo ….. ti riempio la fica .. ”
Nel frattempo Valentina stralunata dal piacere dice
“Siii ….. godo come una cagna in calore …. innaffiami di sborra ….. godoo…. godooo ….. godoo come una troiaaaaaa ……. ”
Ma Fabio ha altri piani, smette di pompare e leva il cazzo dalla fica gocciolante della ragazza.
“Ora voglio mettertelo dietro” dice.
Valentina fa un’espressione di preoccupazione visto che non l’ha mai preso in culo.
“Ti prego, lì non l’ho mai fatto” dice.
“Eppure hai un bel culetto” le risponde Fabio
“Beh una volta mio marito ha provato a incularmi ma non c’è riuscito, e ce l’ha molto iù
piccolo del tuo. ”
“è venuta l’ora ti provarci” e detto così Fabio inizia a palpare il culo, a passare un dito sul buchetto per poi affondarlo.
“Ahi… ” urla Valentina, aggiungendo “mi brucia”.
“Cos’è che ti brucia” chiede L.
“Mi brucia il culetto” dice Valentina “ti prego non voglio sentire male”
“Vedrai che ti piacerà e poi qualcuno prima poi te lo doveva fare l’ovetto. Ora
inizierò a farcirti il buco merdoso, stronzetta. Mi sa che dovrò slargare un po’ questo buco” e inizia a forzare la rossetta mettendoci la grossa cappella.
Valentina emette un
“Ahi” e dice “Mi fa malee.. mi brucia”
Fabio appoggia la cappella sull’ano e forzando la stretta fessura dice:
“Ora ti metto questa bella suppostona così sarai bella farcita in culo”.
Con un colpo più forte entra dentro lo stretto canale
“Ahh…. mamma …. no …. mi stai spaccando…. ti prego…. ahhh… fa male …. “.
“Ancora ce n’hai solo metà. Ora te lo metto tutto” e spingendo arriva in fondo.
“Noooo…. non resisto….. mi sento in fiamme…… brucia … brucia…. mi brucia il culooo …… “.
Incurante delle lamentele di Valentina, Fabio inizia a pompare dicendo
“Un po’ va slargato questo buco. Sentirai un po’ di male all’inizio ma poi vedrai che ti piacerà da morire. Cazzo ce l’hai bello stretto e bollente. Mi stai strizzando la fava col tuo culino. ”
“Aghhhhhh….. che maleee… ce l’hai troppo grossoooo…. cazzo che male… mi stai spaccando il culo.. ”
“Sta zitta troietta, ” dice Fabio iniziando a pomparla con violenza
“stai zitta e goditi questo cazzone. Ti slargo tutta, ti voglio rompere il culo brutta stronza e troiaa. Te lo riempio fino all’intestino vacca…. troietta merdosaaa… Cerca ti muovere tu il culo”
Valentina è squassata dai colpi violenti e dal cazzone che le occupa tutto il retto.
Prima inizia a supplicare l’uomo
“Ti prego… mi stai slargando il culo … me lo stai rompendooo.. ahiii… più piano … ti prego … mi stai sfondandooo…. ” e Fabio le risponde
“Lo senti questo bastone nel culo eh, squinzia, ….. godo a fartelo sentire fino in fondo troia…. sììììì…… ti voglio spaccare questa buco del culo pieno di merda… te lo voglio allargareeee….. mmmmmm…… ti voglio ricacciare la merda fino in gola” e inizia a darle delle manate forti sulle chiappe.
Ad un certo punto, però, Valentina inizia a trarre piacere da quelle sensazioni di godimento e dolore e dice
“mmmmhh… mi sta iniziando a piacere ora… mmmhhh…. cazzo come mi svanghi beneee… mi stai sfasciando ma sto godendo…. daiii spaccami….. spaccameloo.. è bello anche così… ”
Fabio, allora, decide che è venuto il momento di cambiare posizione e senza levarle il cazzo dal culo si sdrai sul letto in modo che sia Valentina a cavalcare sul cazzo.
“Ora fammi una sega col culo” le ordina
“Devi muoverti in modo che il tuo culino sbatta sulle mie palle. Segami il cazzo con in retto, troia”
Valentina inizia a prendere il ritmo e sente il palo di carne intrappolato nel culo che va su e giù sfregandole le pareti irritate.
In questa posizione il cazzo arriva ancora più in profondità dandole delle fitte di dolore, ma il godimento e ancora maggiore.
Sentire quel palo bollente che la rovista negli intestini è una sensazione che
Valentina non ha mai provato e le fa bagnare la fica in modo spaventoso.
“Dai ora muovi lo sfintere come se stessi cacando troia. Spompinami il cazzo con il buco marrone” dice Fabio e Valentina diligentemente muove i muscoli del retto in modo da strofinare il cazzo di L. ben piantato nel suo culo.
“Dai vacca … mi stai facendo un bel servizio col culo … dai che ora godo e ti
allago il culo di sbrodaa .. daii…. segami il cazzo col retto”
“Il tuo cazzone mi sta facendo impazzire… daiiii… mi brucia il culino ma godo da matti. ”
“Sei una troia merdosaaa….. che gode col culo. Dai dillo mentre ti sbatti sul mio cazzone”
“Siii. sono una troia merdosa…. mettimi questo bastone fino in fondo…. sto
godendo….. godoooo… godoooooo” e Valentina viene.
Fabio si mette a pompare anche lui e urlando
“Eccoti la sbroda vacca da quattro soldi ….. ti allago gli intestini di sbrodaaaaa” viene.
Valentina è disfatta dal piacere.
I due si baciano con un lungo lingua in bocca e quando Fabio tira fuori il cazzo vede che è tutto sporco di merda.
“Mi dispiace” dice Valentina ma Fabio le dice
“Vedrai, saprai trarre godimento anche da questo. ”
Valentina è sbalordita, ma prima che possa rispondere, Fabio conclude
“Ora andiamo a rinfrescarci perché avremo un ospite a cena. ”
Questa visita sarà per Valentina un altro passo verso nuovi mondi del piacere. FINE

About Porno e sesso

I racconti erotici sono spunti per far viaggare le persone in un'altra dimensione. Quando leggi un racconto la tua mente crea gli ambienti, crea le sfumature e gioca con i pensieri degli attori. Almeno nei miei racconti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.