Ultimi racconti erotici pubblicati
Home / Gang Bang / Al campeggio con Cinzia e Barbara
copertina racconto erotico

Al campeggio con Cinzia e Barbara

E’ successo da circa un mese e ancora sono costretto a masturbarmi ripensando al campeggio di Giulianova. Cinzia e Barbara sono due mie cugine di 20 e 21 anni, che avevano deciso di andare al campeggio senza avere fatto i conti con l’oste. L’oste in questione era zio Mario che non ne volle assolutamente sapere di mandare le figlie da sole. Così Cinzia, la più piccola ma anche la più furba, si inventò in extremis di trovare un posto anche per me.

Così zio Mario tutto rincuorato, rassicurato dalla mia presenza, non fu capace a negarle anche questo. Con una pacca sulla spalla la mattina del sabato, giorno della partenza zio mi disse di controllargli le due ragazze, che così giovani potevano essere preda di persone sbagliate. Gli dissi di non preoccuparsi, che a loro non si sarebbe avvicinato nessuno, e in un certo senso fu anche la verità. Arrivate al campeggio mi diedero una mano a montare la tenda. Eravamo in tre e la tenda era per otto, quindi molto larga, capace di accoglierci tranquillamente.

Il resto della mattina lo passammo in spiaggia, poi prepararono un bel pranzetto e il primo pomeriggio avevo intenzione di farmi un riposino. Mi misi sul mio materassino, quando Barbara mi si avvicinò e mi cominciò a parlare del suo ragazzo che l’aveva lasciata, se la trovavo davvero brutta e ingrassata e cose di questo genere. Cinzia non faceva parte della conversazione in quanto era andata in bagno. Io ero tranquillamente fidanzato con Eleonora ma non era venuta, perché non aveva le ferie in quel periodo e purtroppo non aveva fatto in tempo a organizzarsi. Mi chiese se si fidava e le risposi di si, se non si fidava con due mie cugine.

Nel frattempo con la scusa di mettersi il costume mi fece assistere a uno spettacolo da togliere il fiato anche ad un cadavere. Tralasciando il fatto che probabilmente il costume era di una taglia più piccola, infatti dei seni erano coperti solo i capezzoli e aveva un perizoma praticamente trasparente, per un bel po’ di tempo si voltò verso di me facendomi notare la sua topa completamente depilata. Quando tornò accanto a me non potevo certo nascondere la mia erezione.

Il cazzo stava esplodendo nei calzoncini. Con un sorrisetto che la sapeva lunga volle constatare di persona la pressione sanguigna di quel pezzo di carne, così lo liberò dalla morsa dei calzoncini e lo cominciò a maneggiare, prima con cautela, poi con sempre più spregiudicatezza. Dopo neanche un minuto lo prese in bocca e da come lo ciucciava pensai, erano i ragazzi che dovevano stare attenti a loro due, non il contrario. La misi in posizione di 69 e cominciai anche io a ricambiarle il favore leccandole alternativamente la topa e il buco del culo, cosa che gradiva particolarmente, dato i sospiri che faceva quando le mie attenzioni erano rivolte alla porta posteriore.

Sul più bello, quando l’orgasmo stava montando, dei passi mi ricordarono che c’era anche Barbara, e che molto probabilmente sarebbe successo un gran casino. Invece le cose andarono molto diversamente. Si avvicinò, si tolse il costume e si unì a noi. L’unica raccomandazione, mi disse di non leccarle la fica perché aveva le mestruazioni. Intanto Cinzia venne nella mia bocca con l’ultimo sapiente colpo di lingua ed io sborrai copiosamente sui loro volti.

Si leccarono a vicenda per non perdersi neanche una goccia di quel prezioso seme. Dopo un quarto d’ora circa ricominciarono le danze e non potei non contravvenire alla raccomandazione di Barbara. Infatti è nerissima di capelli e molto pelosa sulla fica. Quando me la sono trovata davanti, in contrasto nettissimo con quella della sorella, al diavolo le mestruazioni ho pensato, ho cominciato a leccargliela come un ossesso.

A pensarci bene non mi è dispiaciuto affatto, e considerando il fatto che per due volte mi ha annaffiato il viso con il suo orgasmo, penso che non sia dispiaciuto neanche a lei. Le scopate e le inculate che sono seguite, faranno parte di un prossimo racconto. Zio Mario mi ha ringraziato tantissimo quando siamo tornati e le due cuginette stanno già organizzando per il prossimo anno. FINE

About racconti hard

Ciao, grazie per essere sulla mia pagina dedicata ai miei racconti erotici. Ho scelto questi racconti perché mi piacciono, perché i miei racconti ti spingeranno attraverso gli scenari che la tua mente saprà creare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.