Ultimi racconti erotici pubblicati
Home / Gang Bang / Erika
copertina racconto erotico

Erika

Erika è la mia ragazza: ha 22 anni (tre meno di me), un carattere molto dolce, affettuosa, è una persona sensibile e comprensiva e, cosa che non guasta, anzi! , è anche una gran bella ragazza…. Statura media, capelli sul rossiccio, occhi marroni, forme perfette! La adoro per vari motivi e vivo con lei un bellissimo rapporto da tre anni. C’è solo un piccolo neo, che spesso scherzando le rimprovero, e riguarda il fatto che lei a volte, quando è in pubblico, è troppo timida, si nasconde quasi. La vorrei solo un pochino più “sciolta”. Ieri le ho detto, come battuta, che potrebbe essere meno timida perché con il suo culo fa bella figura ovunque! Questa notte sono rimasto turbato da un sogno. Sono in un locale, ci metto un po’ di tempo a capire dove sono: non lo conosco, anche se a qualcosa di familiare. Mi chiamano i miei amici e mi fanno cenno di accomodarmi con loro al tavolino. Siamo su un lato di una grande sala, nella prima fila sotto una pedana, davanti a noi, alta circa un metro. Non capisco dove sono né mi ricordo chi sono i miei amici e mi guardo in giro. Vedo salire sul palco una ragazza. Riconosco che è la mia ragazza e rimango stupito, perché non so perché sia qui. Mi sento confuso e osservo meglio la mia ragazza (è proprio lei): è vestita da cameriera, indossa una camicetta bianca con un fiocchetto al collo, che rivela però la grazia del suo bel seno, si intuiscono bene le sue rotondità. Indossa una gonnella blu larga sopra il ginocchio, che scopre molto le sue gambe perfette, esaltate dalle calze nere e molto velate. Ha le scarpe con i tacchi alti e la vedo slanciata e sexy, sono compiaciuto. Sento che parte una musica di sottofondo. La mia ragazza sul palco inizia a muoversi sul ritmo, mi sembra che stia ballando (e mi ricordo che lei, davvero, mi ha detto che faceva danza e da bambina sognava di diventare una ballerina). Mi piace guardarla mentre balla sul palco esibendosi davanti a tutti. Poi fa una piroetta e si solleva la sua gonna, mostrando le sue belle gambe: sono ancora più compiaciuto e mi piace che tutti la guardino. Il ritmo della musica di sottofondo rallenta. La mia ragazza rallenta anche lei i movimenti e si toglie il fiocchetto, si sbottona la camicetta, con lentezza, mentre tutti la osserviamo in sala, io sono molto incuriosito. Lei si toglie la camicetta e, quindi, con lentezza e girata di spalle si lascia cadere la gonnella. I ragazzi presenti approvano e sento che dicono che è un gran pezzo di figa e io ne sono contento. Questa strana situazione mi eccita. Rimane lì, ha addosso solo la biancheria intima, un reggiseno nero a balconcino, un elastico legato sui fianchi, un paio di ridotte mutandine nere, da cui spuntano fuori da sotto due elastici sottili del reggicalze che tendono le sue calze anch’esse nere e sexy. Sono eccitatissimo e mi godo la scena. La mia ragazza continua a dimenarsi sul palco e la osservano tutti. La mia ragazza continua a ballare e si porta le braccia intorno al seno, come per coprirsi, ma si slaccia il reggiseno e lo getta tra tutti quelli che la guardano. Guardo contento e eccitato la mia ragazza, su un palco davanti a tanta gente, con le tette fuori, se le massaggia, si strizza i capezzoli. Vicino a me della gente dice “guarda che bella tettona, gliele bacerei le sue pere…. ” e “io gliele palpo e gliele ciuccio, alla troia! ” Sono eccitato, la mia ragazza si dimena ancora, con le sue poppe grosse che si scuotono libere e tutti che se le godono. Adesso si gira di spalle di nuovo e si china in avanti offrendo a noi tutti il suo culo. Si infila le dita nelle mutandine e se le toglie, mostrando a tutti il culo nudo, in tutto il suo splendore. Ormai la mia ragazza indossa solo il reggicalze e le calze, per il resto è tutta nuda…. si gira e tutti possono vedere la sua figa, con i suoi peli neri quasi rossicci e lei la offre in visione alla sala. “Che figa…. “, “Mi tira il cazzo”, “Ho voglia di farmela…. “, “Che bella troia! “…. È nuda, si offre agli sguardi di tutti, le guardano le tette e adesso soprattutto la figa…. Si levano gridi di approvazione. La mia ragazza tutta nuda scende dalla pedana e passeggia tra i presenti, si siede su qualche sedia a aprire e alzare le gambe per mostrare agli uomini la sua figa spalancata, si sdraia su un tavolino a toccarsi le tette, poi passa vicino a qualcuno e gli sbatte il culo in faccia…. C’è eccitazione. La mia ragazza continua a passeggiare nuda provocando i presenti, sfiora anche qualche uccello con le mani, si fa palpare le tette e si lascia carezzare le chiappe. “Dai troia…. “, “Bella porcona…. “, “Puttanella, facci godere! ” e lei si avvicina a un gruppo di uomini, sbottona i pantaloni a alcuni, tira fuori il loro cazzo, lo prende in mano e a turno ne spompina cinque, mentre le toccano le tette…. poi invita altri cinque sul palco e adesso davanti a tutti si china a pecorina, invita un uomo a infilarle il cazzo nella figa, l’altro nel culo, mentre uno le lecca le tette e i due davanti a lei si fanno leccare e succhiare il cazzo a turno. Sto godendo anch’io, a vedere che si scopano la mia ragazza e lei che gode come una puttana…. FINE

About racconti hard

Ciao, grazie per essere sulla mia pagina dedicata ai miei racconti erotici. Ho scelto questi racconti perché mi piacciono, perché i miei racconti ti spingeranno attraverso gli scenari che la tua mente saprà creare.

Leggi anche

copertina racconto erotico

Sorpresa di Paola

Sono sposato con Paola da 2 anni e sono tuttora innamorato di lei. Amo i …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.