Ultimi racconti erotici pubblicati
Home / Coppie / Eva, la moglie più puttana che c’è
copertina racconto erotico

Eva, la moglie più puttana che c’è

Mi chiamo Francesco e voglio parlarvi di quella troia di mia moglie Eva.
Io ho 45 anni e lei 25 ma la differenza di età non è mai stata un problema nel nostro rapporto.
Io, manager d’azienda, possiedo una bella villetta vicino a Portofino sulla riviera ligure e ho sempre fatto in modo che Eva vivesse nello sfarzo e nel lusso senza mai farle mancare qualcosa che lei desiderasse vivamente.
Anche dal punto di vista sessuale trascorrevamo una vita normale, con tre quattro scopate alla settimana.
Io pensavo non le mancasse proprio niente fino a quando un giorno qualche mese fa capii che avevo sposato una vera e propria puttana d’alto borgo dedita ai piaceri più porchi e volgari.
Uscito dal mio ufficio qualche ora prima del solito sfrecciai col mio Bmw verso casa pensando di trovarla con le sue amiche in salotto a chiacchierare di questa e quell’altra cosa.
Appena giunto nei pressi del mio box vidi davanti a esso una grande jeep e pensai appartenesse a una di loro.
Arrivato davanti a una grande finestra notai che per terra nel salotto erano sparsi vestiti di ogni genere.
A questo punto mi insospettii e cercando di fare meno rumore possibile per non farmi beccare mi portai sull’entrata sul retro adiacente alla nostra grande cucina.
Non immaginate neanche lo spettacolo che mi si presentò davanti agli occhi!
Eva con le gambe e le braccia legate al tavolo ricoperta dalla testa ai piedi di cioccolata.
Attorno a lei 5 uomini grassi e calvi la stavano completamente leccando in maniera volgare e frenetica cercando di insalivarla tutta per bene; due più accaniti degli altri stavano con la testa immersa fra le sue gambe e vedevo le loro lingue a turno alternarsi tra la fica e il buco del culo… lei imbavagliata non riusciva neanche a urlare e vi assicuro ne avrebbe avuto bisogno in quanto i morsi a cui era sottoposta, specialmente tra le sue gambe, si facevano sempre più frequenti e forti.
Un terzo energumeno era totalmente preso dai piedi di mia moglie, continuava a spalmarle tra le dita grandi quantità di cioccolata e subito dopo ripuliva per bene tutto il piede dalla caviglia alle dita.
Gli altri due infine cercavano invani di fare stare le grosse tette di mia moglie nelle loro avide e sporche bocche.
Io talmente sconvolto dalla scena era fermo immobile e guardarla.
Questa maxi leccata andò avanti per circa 15 minuti al termine della quale sentii uno di loro dire:
“Ora riempiamo di sborra il culo di questa puttana” e gli altri annuire al comando.
La slegarono per poi legarla nuovamente a pancia in giù col culo bello aperto; siccome la saliva nel culo aveva ben lubrificato il buco, il primo di loro non fatico a penetrarla.
Sebbene fossero tutti e 5 molto bassi avevano dei cazzi enormi e vidi Eva gemere dal dolore ogni qual volta si davano il cambio.
Tutti, ma dico proprio tutti, le spruzzarono un getto assurdo di sperma nello sfintere tanto che non riuscendo a contenerlo tutto le colò tra le gambe.
A questo punto sempre lo stesso ebbe l’idea di toglierle il bavaglio e farsi ripulire la cappella da mia moglie; lei lo fece molto bene a tutti quanti e non solo, si passo anche la mano fra le gambe e cerco di ingerire più sperma possibile.
Io stravolto non sapevo cosa pensare ed ebbi un ulteriore shock quando vidi mia moglie pagare profumatamente ogni singolo uomo.
Da quel giorno sono single perché sbattei quella gran puttana sulla strada dove forse provò altre porcate come questa o anche peggio…. FINE

About A luci rosse

Mi piace scrivere racconti erotici perché esprimo i miei desideri, le storie vissute e quelle che vorrei vivere. Condivido le mie esperienze erotiche e le mie fantasie... a luci rosse!

Leggi anche

copertina racconto erotico

Daniela la voyer

I due uomini che si stavano facendo spompinare, erano entrambi 50enni, stavano apprezzando decisamente il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.