Ultimi racconti erotici pubblicati
Home / Gang Bang / Il ritorno a casa
copertina racconto erotico

Il ritorno a casa

Dopo l’interminabile nottata scorsa dove, in onore dei miei primi 30 anni, sono stata invitata a festeggiare con 30 belle mazze dure, oggi, nel casale in Umbria di Mauro, ci siamo svegliati più o meno tutti dopo le 3 del pomeriggio. Tutti e 11 siamo ancora sfrantissimi dopo la serata di ieri sera, io e Paola abbiamo le nostre fichette e i nostri culetti ancora in fiamme per quanti cazzi abbiamo preso! Alex, Mauro e Stefano hanno la forza di accendere il camino e di cucinare delle bistecche e delle bruschette alla brace, mentre io, Paola, Raphael, Michael e Daniele riordiniamo un po’ il casale per lasciare meno disordine possibile in giro. Flavio, Cristian e Peppe invece si trastullano ancora un po’. Mangiamo tutti insieme, poi seguitiamo a chiacchiere di stanotte intorno al tavolo. Poi, spento il fuoco, chiudiamo le borse, il casale e verso le nove di sera partiamo per fare ritorno a Roma. Mi vesto comoda per il viaggio: un giubbino di pelle sopra una mini gonna nera ed un maglioncino scollato, autoreggenti, sabot texani con il tacco a spillo ma bassi, circa 8/9 cm. Nella jeep di Alex, siamo in 5: mio marito alla guida, Mauro sul sedile davanti e dietro io in mezzo tra Michael e Raphael. Complice la strada che è tutta buia ed i vetri della jeep che sono oscurati, la situazione in auto diventa bollente dopo pochi chilometri! Michael e Raphael infatti, mi mettono le loro mani dappertutto ed io rispondo alle provocazioni tirando fuori dai pantaloni le loro mazze dure! Mi piego alla mia sinistra chinandomi sul cazzo di Raphael per prenderlo i bocca, ed ecco che Michael mi solleva leggermente la mini gonna e mi sposta il filo del tanga, piantandomi la sua mazza nella fica. Inizio a mugolare, soffocando le mie urla con il cazzo di Raphael in bocca. Alex vede tutto dalla specchietto, poi mi dice: “Bambola, se trovo il sedile sporco mi ti inculo! ” Lascio un secondo il cazzo di Raphael dalla bocca e replico:
“MMhhh, quasi quasi li faccio sborrare sul sedile allora! ” Anche Mauro è girato verso di noi a guardarci, mentre io riprendo a pompare l’asta di Raphael mentre Michael seguita a scoparmi. Dopo avermi fatto venire, Michael sfila il suo cazzo dalla mia fica e mi punta il culetto: mi sporgo un po’
di più verso di lui per facilitargli l’ingresso, e in un attimo mi ritrovo la sua mazza dura che si fa largo nel mio ano fino all’intestino! Mi stantuffa ancora per un bel po’, vengo di nuovo, poi voglio il cambio: ora sono piegata sulla mia destra con in bocca il cazzo di Michael, mentre da dietro Raphael mi scopa sbattendomi. L’orgasmo questa volta è veloce e subito dopo, quasi imploro Raphael di incularmi, cosa che lui fa diligentemente!
Dopo il mio quarto orgasmo, decido che è giunto il momento che vengano anche loro. Spompino prima Michael, fino a che sento la sua mazza che vibra nella mia bocca ed i fiotti di sperma che me la riempiono, ed io ingoio il suo nettare, perché mio marito mi ha detto che non dovevo sporcare il sedile! Subito dopo, mi piego dall’altra parte, verso l’asta svettante di Raphael e gli faccio lo stesso identico lavoretto! A questo punto, Mauro ed Alex reclamano la loro parte, quindi Alex ferma l’auto e Mauro si accomoda di dietro mandando Raphael davanti. Inizio a spompinare anche il cazzo di Mauro, per poi lasciarlo e concedergli la mia fichetta ansiosa di farsi sbattere ancora. Mentre Mauro mi scopa, riprendo in bocca il cazzo di Michael, cercando di rimetterlo in forza, cosa che mi riesce in pochi minuti. I miei orgasmi sono ora sempre più ravvicinati vista la potenza degli affondi di Mauro. Poi, quando l’architetto di avverte che sta per venire, mi sfilo rapidamente e, girandomi su me stessa, glielo prendo in bocca fino ad ingoiare l’ultima goccia del suo sperma per poi ripulire la sua cappella minuziosamente! Mi giro dall’altra parte verso Michael, che è oramai di nuovo duro, e mi esibisco come al solito, nella regina dei pompini, facendomi inondare per la quarta volta durante questo viaggio in macchina la bocca! A questo punto, e siamo arrivati quasi ad Orvieto, Alex riferma ancora l’auto, lasciando la guida a Mauro e mettendosi dietro accanto a me; anche Raphael è venuto dietro al posto di Michael. Dopo aver pompato abbondantemente il cazzo di mio marito, mi sposto su quello di Raphael prendendoglielo in bocca mentre Alex inizia a stantuffarmi la fica, per poi incularmi dopo avermi fatto godere. Mio marito mi stantuffa ancora, i suoi affondi nel mio culo sono notevoli ed i miei gemiti sono soffocati dall’asta di Raphael che sto spompinando. Viene incredibilmente, visto che mi ha già sborrato in bocca, per primo Raphael, regalandomi ancora il gusto in bocca del suo sperma che deglutisco con piacere, poi è la volta di mio marito, che all’altezza di Orte, mi inonda la bocca con 5 caldi e densi fiotti di sperma! Arriviamo a casa verso le 11 e mezza, il viaggio è stato lungo e complicato! Mauro prende la sua auto che aveva lasciato nel nostro box e va a casa sua; io ed Alex invece, aiutiamo Michael e Raphael a sistemare le loro cose, il loro letto che prepariamo giù nella sala hobby. Questa sarà la loro dimore per 7 lunghi giorni, ed io domani mattina mi prenderò tutta la settimana di malattia dall’ufficio, per non perdermi neanche un secondo della loro permanenza a Roma! Finito qui sotto, preparo 4 tazze di the, poi andiamo a letto, visto che tutti e 4 abbiamo ancora i postumi della nottata scorsa da smaltire. Nel nostro letto, però, io ed Alex ci concediamo ancora una mezz’ora bollente, come bollente è il suo sperma che mi inonda la fichetta! Da domani, mi aspettano delle… vacanze romane! FINE

About Erzulia

Colleziono racconti erotici perché sono sempre stati la mia passione. Il fatto è che non mi basta mai. Non mi bastano le mie esperienze, voglio anche quelle degli altri.

Leggi anche

copertina racconto erotico

Daniela la voyer

I due uomini che si stavano facendo spompinare, erano entrambi 50enni, stavano apprezzando decisamente il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.