Ultimi racconti erotici pubblicati
Home / Gang Bang / Il video
copertina racconto erotico

Il video

Era parecchio tempo che non vedevamo Paolo, una sera dopo parecchi anni che non ci si vedeva, ha telefonato, era in città e mi chiedeva se potevo dare un’occhiata al suo videoregistratore, gli dissi che si poteva fare, di passare più tardi, dopo cena, quando arrivò, io e mia moglie avevamo appena finito di farci una doccia, per non farlo restare fuori lo ricevemmo ancora in accappatoio, dopo i saluti e i convenevoli, collegato il video, mi accorsi subito che ero solo un problema di testine sporche, con un cottonfiock le pulii, le immagini erano buone, Paolo disse che il difetto si accentuava con i video presi a noleggio di bassa qualità, così cambiai la videocassetta, presi un vecchio film porno, mia moglie arrivò con il vassoi delle bevande mentre le scene di una scopata apparivano sul video e commento subito ” ecco ti pareva che non mettevate quel tipo di film… ” Gli spiegai il motivo, non molto convinta si sedette anche lei con noi, sorseggiavamo i nostri martini e commentavamo scherzosamente le scene e gli attributi dei protagonisti.

Senza quasi accorgermi, tra un battuta e l’altra stavo carezzando Laura un po’ troppo audacemente, con il rischio di far aprire l’accappatoio, “dai, c’è Paolo, !! ” Disse ricomponendosi, notai stranamente lo fece con poca convinzione, Paolo gli era sempre piaciuto molto, quella presenza non la disturbava.

Dato che eravamo sull’argomento, e visto che Laura stava commentato certi particolari della protagonista, dissi scherzosamente se aveva lei qualcosa di meglio da farci vedere, ad esempio la sua bella passerotta depilata, diventò tutta rossa sentendosi scoperta, poi con aria di sfida, forse grazie ai due martini che si era scolata, ridendo, aprì un per un attimo le gambe, mostrando a Paolo la sua passera deliziosamente depilata, io ero allibito ma eccitatissimo.

Paolo commentò molto positivamente la breve visione e chiese se poteva vederla meglio e magari anche il resto, Laura ridacchiando disse no, ma poi, esortata anche da me, riaprì l’accappatoio mostrandosi nuda davanti a Paolo, era bellissima. “è adesso cosa preferite me o il film” disse, io, eccitatissimo, la esortai a fare la porca, come la protagonista del fil, che si stava masturbando con un grosso fallo, incredibilmente accettò, a condizione che dovevamo spogliarci anche noi e masturbarci mentre la guardavamo, si appoggiò alla spalliera del divano, aprendo le gambe per mostraci la sua bella passerona, guardando noi due che ci spogliavamo nudi.

Laura era davanti a noi con le gambe oscenamente aperte, la sua bella passerona era visibilmente già eccitata e umida, Paolo aveva compreso quanto la eccitava vedere un uomo menarsi il cazzo, e aveva iniziato a farlo lentamente, guardandola negli occhi, lo stringeva alla base, con le dita di ambedue le mani, lo faceva vibrare, lo scappellava lentamente e gli mostrava la cappella paonazza.

Laura ci fissava, si bagnò le dita di saliva e se le passò sulle tette e sui capezzoli duri per l’eccitazione, poi allargò la sua bella figona scostando le grandi labbra, e iniziò a penetrarsi con uno e più dita, era veramente uno spettacolo fantastico.

Smise di guardarci, chiuse gli occhi continuando a masturbarsi, il suo respiro era diventato affannoso, il segnale era chiaro, ci avvicinammo entrambi, Paolo, si fiondò con la testa fra le sue gambe e iniziò a leccarla, io mi avvicinai gli toccai il viso col cazzo, sentii la sua lingua leccarmi e poi la sua bocca che lo risucchiava.

Paolo si distese sul divano, Laura si inginocchio e gli prese il cazzo e iniziando sbocchinarlo con maestria e gusto io dietro di lei, le misi il cazzo nella fica, era già abbondantemente lubrificata, non si era mai bagnata così tanto.

L’eccitazione era al massimo. Mi sdraiai e lei si venne a coricare su di me, facendosi penetrare la fica e Paolo era in piedi mentre lei lo sbocchinava “Dai Mettimelo dentro anche tu! “, disse infilandosi due dita nella la figa già ingombra del mio uccello e toccando il mio cazzo che la penetrava. “guarda com’è larga” ritrasse le dita portandosele alla bocca, Paolo spinse dentro anche il suo cazzo. In effetti fu piuttosto agevole, entrò anche lui. Io e Laura non potevamo muoverci troppo, a causa della nostra posizione, per cui a scopare era quasi esclusivamente Paolo, ma il tutto era d’una libidine infinita. Capivo perfettamente come lei doveva sentirsi profondamente, infinitamente troia. Era lì, con la sua parte più desiderata infarcita di cazzi!!! Le piaceva tenere le mani fra i nostri corpi, per toccare quei due uccelli ficcati completamente dentro di e mugolava super eccitata. Ora la doppia penetrazione andava su ritmi migliori, sia io che Paolo ci muovevamo con più sincronia e più agevolmente. ebbe altri due orgasmi, uno di seguito all’altro. Io venni per primo scaricandole una sborrata colossale. Paolo venne anche lui subito dopo inondala di sperma. Rimase a cosce aperte e con la fica ancora dilatata dai due cazzi presi insieme prima e piena di quelle due sborrate, volevo mostrare a Paolo qualcosa di speciale, portai la mia mano di nuovo verso la sua fica di Laura, inserendoci il medio l’anulare e anche l’indice nel suo sesso, roteandole facevo strada allargandola, i suoi umori e le nostre sborrate di prima, mi colavano lungo la mano fino a raggiungere il polso.
Ormai la sua fica era abbastanza allargata per accogliere anche il quarto dito. Infilai il mignolo.
Laura ormai emetteva dei gemiti sconnessi.

Strinsi le quattro dita che erano dentro di lei fino ad accavallarle, tenendone due sopra e due sotto e inserii anche il pollice.

Racchiusi la mia mano quanto più potevo e poi, ruotandola lenta, iniziai a spingere per entrare ancora più in fondo.

Gli umori di Laura si fecero ancora più copiosi. Sembrava che stesse pisciando, solo che tutto usciva dall’interno del suo sticchio.
Con un rumore sordo la mia mano entrò fino al polso.

Laura ormai godeva ad alta voce, quasi urlando, iniziò a sussultare scossa dall’orgasmo, sembrava fosse sconvolta.

Il suo corpo tremava violentemente.
Estrassi subito la mano dalla sua fica anche se lo feci con delicatezza e chiesi a Paolo di provare… FINE

About Porno e sesso

I racconti erotici sono spunti per far viaggare le persone in un'altra dimensione. Quando leggi un racconto la tua mente crea gli ambienti, crea le sfumature e gioca con i pensieri degli attori. Almeno nei miei racconti.

Leggi anche

copertina racconto erotico

Daniela la voyer

I due uomini che si stavano facendo spompinare, erano entrambi 50enni, stavano apprezzando decisamente il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.