Ultimi racconti erotici pubblicati
Home / Gang Bang / In un alberghetto di via Roma
copertina racconto erotico

In un alberghetto di via Roma

Finalmente ci incontriamo!! …. Avete preso una stanza in un alberghetto di via Roma, a Napoli, … molto discreto, camere con bagno, si sta bene…. mi state aspettando….. entro… sono abituati a vedere coppiette, quindi non si meraviglieranno affatto….. entro nella stanza… voi chiudete la porta a chiave… siamo imbarazzati entrambi…. mi piace tua moglie e le faccio dei complimenti…. tu mi fai un cenno con la testa e mi inviti ad iniziare le danze….. non mi faccio pregare…. abbraccio tua moglie…. tu sorridi e mi inciti a baciarla sulla bocca e così la mia bocca cerca la sua…. è una bella fica tua moglie… le mie mani la circondano… la cercano… la palpano… la mia lingua cerca la sua… l’avvolge… la succhia, mentre le mani la palpano tutta… il suo sedere… è sodo…. lo sento… la mia mano cerca la cerniera del vestito, la trova… glielo tolgo.
Nel frattempo tu compiaciuto e arrapato ti spogli e guardi smanettandoti il cazzo. Intanto anche tua moglie non sta ferma e mi slaccia la cintura dei pantaloni… aspetta…. dico… voglio vedere come ti spogli.. e così lei improvvisa uno spogliarello… i vestiti vanno via… resta in una lingerie molto sexy… aspetta… quella te la tolgo io… ormai sono restato solo con gli slip…. mi avvicino e sempre stringendola e baciandola… le tolgo il reggiseno… poi le abbasso gli slip… e la vedo… sì… la vedo… vedo una micetta pelosa… corposa… la carezzo…. mentre lei mi toglie lo slip… eccolo… duro… imperioso… orgoglioso… anche tu ti alzi e carezzi la schiena e il culo di tua moglie e la inciti a prendermi il cazzo… lei non se lo fa dire due volte e lo stringe vogliosa, con foga… vieni le dico… vieni con me… mi piace fare una cosa…. la porto nel bagno… tu ci segui…. la faccio sedere sul bidè… a gambe aperte… è tutta aperta….. le carezzo il viso… poi il seno… i capezzoli… apro l’acqua…. il getto la colpisce proprio là… insapono ben bene la fica… la mia mano non tralascia nessun angolino… il mio dito, la mia mano poggia tutta sulla tua fica… la tengo… le piace… il mio dito tormenta il clitoride… poi scende tra le pieghe delle grandi labbra e.. penetra… penetra facilmente dentro la sua fica… comincia un movimento lento… mentre l’altra mano le carezza i seni… intanto tu ti ecciti e ti stai masturbando…. lei allunga una mano dietro e cerca il mio cazzo… lo carezza… intanto il mio dito penetra ed esce rapidamente… poi passa all’altro orifizio… il buchetto dell’ano, anch’esso insaponato, ci gioca… poi trova la strada e penetra dentro facilmente aiutato dal sapone… il dito inizia una danza che va in tutti e due i buchetti… fino a che penetra in fica definitivamente e insiste sul clitoride… entra ed esce rapidamente…… si sente la fica che lo risucchia dentro… è una gran porca tua moglie…. lo vuole… vuole che glielo sbatta sempre più forte… il mio palmo preme… sbatte sul clitoride… e finalmente la sento che viene… viene… con un grido…. e mentre viene, me lo stringe forte…. passato quell’attimo di oblìo, voracemente cerca il mio cazzo… mi spinge nella camera da letto, sul letto, e lo ingoia tutto.. mentre tu la inciti a succhiarmelo e la chiami troia… la sua testa, che io carezzo e spingo, sale e scende con un movimento ritmico…. le tue mani mi toccano l’asta… le palle… lo sente tutto in gola… lo succhia, lo lecca… sento il rumore del risucchio… le mie mani intanto le carezzano le spalle, il seno… le natiche… attenta, le dico…. sto per venire… ma lei ci dà sotto con più forza… vuole che le venga in bocca…. sto per venire… godooo… e il mio sperma riempie la bocca di tua moglie che insaziabilmente tiene chiusa e beve fino all’ultima goccia del mio nettare….
Madonna… che voracità…. anche tu intanto hai goduto e le hai spruzzato il tuo sperma sulla faccia…. bravo…. ti dico… adesso vedrai cosa faccio a questa porcona…. e rivolgendomi a tua moglie le dico…. vieni… vieni… ti meriti qualcosa
di speciale…. la faccio mettere supina… con un cuscino sotto le natiche… la sua fica è pienamente in vista… rosea.. rossa… l’apro delicatamente con le mie dita… ha belle labbra…. il clito risalta e chiede di essere mordicchiato…. con la punta della lingua lecco le zone vicine alla fica, tra le cosce, poi pian piano mi avvicino sempre di più… e improvvisamente la ficco dentro… geme di piacere…. titillo il clito… lo succhio… succhio le grandi labbra… lecco… lecco… gliela faccio sentire tutta… i miei movimenti sono ancora lenti…. improvvisamente accelero e lecco lecco sempre più velocemente… sento che sta per venire e così le succhio il clito… appena faccio questo… il suo bacino si alza.. preme sulla mia faccia… mi tiene la testa con le mani… ed io lecco e succhio… fino a che la sento sborrare con un grido… un gemito di piacere…. dai… grida… nessuno ti sente… ritiro anche il dito che, intanto avevo ficcato profondamente nel culo…. e così come sta… monto sopra di lei… senti il mio cazzo duro… lo vuoi…. lo infilo senza pietà… penetrandola… inizia la danza….. lo faccio penetrare tutto dentro fino alle palle…. poi lo ritiro lentamente fino a fare uscire anche la capocchia… poi lo rimetto dentro… poi di nuovo fuori… siamo stretti… ti tengo stretta… le metto una mano sul culo…. e la sbatto sempre più velocemente… poi le alzo le gambe e le piego in modo da farglielo sentire tutto fino all’utero… la sbatto… lei lo sente che sbatte sull’utero… le piace da morire…. è bagnatissima… sento il rumore del suo sperma quando sbatto.. le palle le sbattono tra le gambe… sento le contrazioni della vagina… sento che sta per venire….. vieni tesoro.. vieni… godi…. sì… godi.. siiiì… dai… ah… ti sento… sembri una piovra che mi avvolge… ah…. eccoti… come vieni bene… ti bacio… le labbra… i seni… ti stringo… come sei venuta bene… ho il cazzo ancora duro, girati…. le dico… e la faccio mettere alla pecorina… vedo la sua fica ancora più rossa… le carezzo i fianchi… il culo… infilo un dito dentro… poi nell’ano… infine tenendola per i fianchi glielo infilo in fica….. e comincio a penetrarla e a sbatterla sempre più forte, sempre più veloce… la tengo come una cavalla…. tu, intanto, ti avvicini e le accarezzi la schiena e la testa…. fottila…. mi dici…. fottila questa cagna… ed io lo infilo e poi lo vedo uscire dalla fica grondante di umore e poi rientrare dentro…. sempre più forte… stavolta sento che sto per venire…. accelero i movimenti e cerco di resistere per venire insieme a lei e a te che ti stai masturbando di nuovo… dai… insieme…. tutti e tre…… dai… siììì… eccomi…. dai… sento lo sperma salire dalla punta delle unghie dei piedi…. aaahhhhhh… sborro… vengoooooo… veniamo insieme e anche lei grida come una pazza… la riempio tutta di sperma… anche tu vieni e stavolta glielo spruzzi sulla schiena…. poi lei si gira e me lo succhia di nuovo….. leccandolo e pulendolo tutto con la sua lingua…. finisce con me e poi lecca il tuo pulendolo tutto…. che donna… come è stata dolce e servizievole… che tesoro… l’accarezziamo tutti e due…. i seni, i fianchi… il viso… la bacio sulle labbra…. è l’estasi…. sei felice? Le dici…. FINE

About Esperienze erotiche

Mi piace partecipare al progetto dei racconti erotici, perché la letteratura erotica da vita alle fantasie erotiche del lettore, rispolverando ricordi impressi nella mente. Un racconto erotico è più di una lettura, è un viaggio nella mente che lascia il segno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.