Ultimi racconti erotici pubblicati
Home / Gang Bang / La festa alle donne
copertina racconto erotico

La festa alle donne

Questo è il racconto della serata che abbiamo organizzato l’8 marzo del 2001, la sera della festa delle donne, io e mio marito Alex a casa nostra. è il racconto del quale ho fatto menzione in “UN INTENSO FINE SETTIMANA”.
A quel tempo la mia amica e collega d’ufficio Paola si era da poco separata dal marito e stava iniziando la sua storia con Flavio, e soprattutto, era stata iniziata ai giochi del sesso da me e da Alex soltanto da un paio di mesi. Il racconto è stato scritto nel marzo 2001 e ve lo ripropongo così com’è stato scritto allora..

La sera della festa della donna, io e mio marito Alex abbiamo organizzato una seratina a luci rosse a casa nostra. Io, d’altronde, ho sempre detestato il fatto di andare a cena tra donne l’8 marzo e di fare tutte quelle cose che fanno tante donne l’8 marzo; giustamente, mi sento donna 365 giorni l’anno, e se voglio andare a cena con delle mie amiche, ci vado quando mi pare e non l’8 marzo, quando, tra l’altro, la stragrande dei locali ti spennano. Quindi ho incaricato mio marito di organizzare a me ed alla mia amica Paola (oramai più che svezzata ai piaceri del sesso di gruppo! ), una “festa alle donne”, dove Alex ed altri uomini avrebbero dovuto fare la festa a noi due! Paola aveva avvertito che per l’occasione sarebbe venuta con un Flavio, un suo amico che si scopa da un mesetto e che frequenta la sua palestra; quindi Alex ha provveduto a “convocare” Giorgio, un ragazzo conosciuto un mesetto fa tramite un annuncio su Fermo Posta e di cui ho già parlato in un precedente racconto (QUELLA SERA SI SENTIVA TANTO TROIA) – Presto vi invierò anche questo racconto, sempre scritto lo scorso inverno – , Daniele, che è quello che noi chiamiamo il mio amante ufficiale (un singolo preciso, bravo a leccare la fica, che scopa bene, dal gran cazzo e soprattutto non rompi-coglioni! ), suo fratello Cristian ed il suo amico Massimo, entrambi già conosciuti e “testati” da noi in un paio di seratine hard delle nostre!
Quel giovedì pomeriggio, ho portato Paola in un negozio di Via Merulana, CALIFFO MODA, famoso per le sue scarpe da mega zoccola; infatti questo negozio è frequentato dalla maggior parte delle coppie scambiste della Capitale, oltre a cubiste, trans, puttane di strada e non ed anche da alcune famose pornostar (Selen in testa). Paola ha comprato per la nostra serata, un paio di sabot neri di velluto, aperti avanti, con degli strass sul tacco e sul parte sopra, con zeppa e tacco a spillo da 15 cm. che ad Alex lo hanno fatto venir duro solo a vederli! Io ne ho comprati un paio sempre aperti avanti, della stessa altezza ma con la zeppa e il tacco dorati e il sopra leopardato; anche quelli, sempre a detta di mio marito, da sborrarci sopra!
Siamo tornate a casa nostra verso le 6, 30 e, dopo una doccia fatta rigorosamente insieme con relativa lesbicata (alla quale ahimè, non ha assistito mio marito), ci siamo agghindate da vere puttane! Io ho messo sopra ai sabot nuovi, senza calze, un vestito lungo leopardato con lo spacco inguinale e con una scollatura che a dir generosa è poco. Paola, sopra ai nuovi sabot, anche lei senza calze, ha messo un vestitino nero con le paillettes che non arrivava neanche a coprire tutto il suo magnifico culo e con una scollatura che metteva in risalto la sua 4^ misura e lasciava poco spazio all’immaginazione.
Due gran puttane insomma! I cinque ragazzi sono arrivati alla spicciolata, ma tutti per le otto. Per cena Alex ha preparato antipasto di tartine con caviale e salmone e insalata di mare, poi risotto agli scampi, grigliata di scampi, mazzancolle e gamberoni rossi, insalatina mista; dopo, un millefoglie portato da Flavio e tre bottiglie di Velvet-Cliquot portate da Daniele, Massimo e Cristian.
A cena, il Turà è andato come l’acqua, quindi l’allegria e l’eccitazione era a livelli belli alti anche grazie all’alcool. Per tutta la cena ci sono state da parte di tutti battutine e toccatine, quindi, subito dopo cena, con la champagne ancora nei flut, si è dato il via al sesso quando Paola ha attaccato al muro Flavio sbottonandogli i pantaloni e tirandogli fuori l’uccello per inebriarlo con una pompa stratosferica!
Nel giro di pochi secondi io e Paola ci siamo trovate tre uomini ciascuna che ci baciavano e ci toccavano: oltre a Flavio, Paola aveva addosso anche Giorgio e Cristian, mentre Alex, Daniele e Massimo stuzzicavano me che a turno, prendevo in bocca i loro uccelli. Dopo aver entrambe sbocchinato a turno tutti gli uccelli presenti, abbiamo fatto distendere sul tappeto del salone Flavio e Daniele uno accanto all’altro, poi io impalavo sul cazzo di Daniele e Paola su quello di Flavio, prendendo in bocca io quello di Massimo e Paola quello di Alex. Subito dopo, Giorgio mi penetrò il culo, mentre Cristian entrò in quello di Paola.
Andammo avanti scambiandoci i ruoli ed offrendo i nostri piaceri a tutti e 6 i ragazzi, fino a quando io e Paola ci sdraiammo sul tappeto e chiedemmo di farci una doccia di sperma.
Tutti e 6 si disposero a circolo intorno a me ed a Paola ed iniziarono a masturbarsi fino a scaricare sui nostri corpi frementi i loro getti caldi di sperma.
Quello era l’unico modo soddisfacente in cui io e Paola volevamo festeggiare le nostra festa!!! FINE

About A luci rosse

Mi piace scrivere racconti erotici perché esprimo i miei desideri, le storie vissute e quelle che vorrei vivere. Condivido le mie esperienze erotiche e le mie fantasie... a luci rosse!

Leggi anche

copertina racconto erotico

Quella sera la mia ragazza…

Salve mi presento, mi chiamo Alberto e sto con una ragazza, molto provocante, lei si …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.