Home / Gang Bang / Le mie amiche
copertina racconto erotico

Le mie amiche

Sono le sei di sera e sto guidando verso a casa, sono stanco e un po’ annoiato. Solo lavoro, lavoro e basta. Squilla il telefono, è Ale la mia ex-ragazza, “dove stai andando? ‘ mi chiede, “a casa” rispondo. “perche non vieni da noi a mangiare un macedonia di frutta che abbiamo appena fatto Marty ed io? “.
Marty è un’amica di Ale ed è molto carina, “certo che vengo” rispondo contento.
Mi avvio verso la casa dove abitano loro e intanto penso “ma che cosa avranno in mente queste due, è strano che mi invitino così!
In venti minuti sono sotto casa e citofono, Marty viene ad aprirmi e rimango senza fiato. Indossa una canottierina che non riesce a contenere il suo seno esplosivo e un paio di pantaloncini che non lasciano dubbi sul fatto che non indossa mutandine e che ha un bel culetto, veramente eccitante con quello straccettino addosso.
Esclamo “Marty questo non è corretto!!! ” e lei ride divertita e salendo le scale mi sta davanti e sculetta felice di essere così bella. Io ho caldo! Quando entriamo in casa Ale, che è veramente molto carina, occhi vivacissimi e un visino dolce, bellissime sempre in evidenza, ed è decisamente ben fatta, mi accoglie con un vestitino chiaro con le spalline e praticamente trasparente. Sotto e nuda! Io credo di avere la pressione a 300 e penso che mi vogliono prendere per il culo! Dico “ragazze ma davvero pensate di poter stare chiuse qui dentro con me senza correre alcun pericolo? ” e Marty, mentre mi porge gattona un bicchiere con Dark Rhum and Tonic, mi dice “il pericolo forse lo corri tu! “. Penso che mi stiano prendendo in giro!
Molte volte ho fantasticato queste due insieme cosa potrebbero combinare e adesso sono quì a casa loro e sono anche mezze nude. Non ci credo!!!
Ale ridendo e cercando di portare I discorsi su chiacchiere più tranquille intanto sta girando una canna. Mi piace molto guardare le donne mentre fanno cose di questo tipo, concentrata a prepararci un bel cannone. Arriva Marty con la macedonia e me la porge con quell’aria di gattona in calore che spesso mostra e poi si lecca un dito guardandomi negli occhi. Chissà perchè continuo a pensare che mi prenderanno in giro.
Dentro di me sento una sorta di terremoto emozionale e non so se essere eccitato o contenermi perchè tanto mi deluderanno. è da tempo che sogno di avere due belle femmine con le quali giocare a lungo. Ho spessisimo immaginato di farlo con Ale e qualcosa abbiamo fatto ma mai così, come sembra premettere la serata.
Fumiamo, beviamo e mangiamo qualche snack, poi dico “ragazze perchè non andiamo da qualche parte a bere qualcosa, non resisto a stare qua dentro con due tigri come voi”. Le sorprendo, “come, vuole andare via” sembrano dirsi mentre si guardano.
Ale ad un certo punto dice “sai giocare a biliardo? “, “certamente” rispondo. “Ok, allora io contro te e Marty”. “No, se ti senti così forte facciamo che io gioco contro voi due e chi vince decide cosa si fa dopo”. dico, buttando la palla! Marty dice entusiasta ” Ok, però vale tutto, chi vince decide al 100%”. Mi prendono per il culo!!!
Comunque andiamo a giocare in una grande sala, ci saranno almeno trenta biliardi e non molta gente, per cui scegliamo un tavolo distante e iniziamo una partita che si rivelerà eroticissima. Marty gioca con la stecca come se fosse un pisellone e in più occasioni mi si strusciano addosso o mi palpano il culo o mentre sono chinato per tirare, Alessandra mi tocca in mezzo alle gambe da dietro. Sono arrapato come un cammello.
Inutile dirlo, vinco tre a zero e loro non sembrano affatto dispiaciute, anzi maliziosamente mi chiedono “allora visto che hai vinto cosa ti dobbiamo fare? “, “torniamo a casa vostra” rispondo deciso. Alla cassa Marty compera una confezione di Twicks, due bastoncini di biscotto rivestiti di cioccolato e li estrae maliziosamente dal pacchetto. A questo punto dico “beh, questo te lo posso dare io” e lei me lo mette in mano e apre la bocca. Io lo infilo e lei inizia a fare un pompino al biscotto e a leccarlo, anche Ale vuole che io le faccia la stessa cosa. Siamo all’uscita della sala da biliardo e queste due mi fanno impazzire giocando con il biscotto come se fosse un cazzo. Sono estasiato, uno dei sogni della mia vita si sta concretizzando con queste due scatenate che sembrano non avere alcun freno o inibizione. Penso ancora che forse poi si tireranno indietro, che mi prendono in giro, comunque il gioco del biscotto va avanti ancora per qualche minuto. Poi Ale si avvia e ci invita a seguirla, intanto continuano a ridere e ogni tanto parlano tra di loro in cantonese, io non capisco.
Finalmente arriviamo a casa e Ale prepara subito un altro cannone mentre Marty mette su un po’ di musica e abbassa le luci della sala, dalla finestra si vede Bologna, illuminata di notte è bellissima. è quasi l’una quando accendiamo la canna e loro iniziano ad interrogarmi sul premio che mi sono scelto. Rispondo deciso “ho scelto voi due insieme”. Loro ridono maliziosissime e ad un certo punto Marty dice “io vado a fare una doccia” e Ale ed io la esortiamo a farci uno spogliarello, Ale fa anche degli urletti eroticissimi. Marty si mette in un punto buio della stanza e a ritmo di musica inizia a togliersi quelle poche cosine che indossa. è stupenda, intravedo il suo corpo nudo e quando si gira ci lascia intravedere il suo culetto. Poi scappa in bagno e rimango solo con Ale che mi invita a ballare. Quando la stringo tra le mie braccia sento il suo corpo sodo vibrare dall’emozione e ci stringiamo sempre di più iniziando ad accarezzarci con I nostri visi che si sfiorano e le nostre labbra si fanno lentamente sempre più vicine. Quando la bacio, nel momento in cui le faccio sentire delicatamente la mia lingua lei inizia a strusciarsi contro la mia gamba e mi fa sentire il caldo tepore che ha in mezzo alle gambe. Ale è sempre stata cosi, le basta sentire la mia lingua per bagnarsi come un pulcino. In realtà in quel momento mi sembra di fuoco. Continuiamo e I baci e le carezze si fanno sempre più intime e sempre più esplicite. Marty esce dal bagno e noi ci stacchiamo. è proprio molto carina con solo l’accappatoio e si stende sulla poltrona lasciandomi intravedere attraverso l’apertura dell’accappatoio le mutandine nere. Due chiacchiere e poi mi chiede di farle un massaggio a piedi e Ale si chiude in bagno per fare una doccia. A questo punto invito Marty a stendersi sul letto, la camera è proprio di fianco a noi, e le tolgo l’accappatoio per un massaggio più completo, quindi rimane con le sole mutandine, che in realtà sono un perizioma, e si stende con la pancia sul letto. Incredibile, ho davanti a me questa splendida creatura che mi si offre per un massaggio. Riscaldo con le mani la crema idratante e poi inizio a stendergliela sulla schiena delicatamente e le vibra come un violino. Sono arrapatissimo e ancora non ci credo che mi fanno un regalo così grande. Quando le appoggio le mani sui glutei e ne assaporo la sodità sono mentalmente partito, ma continuo a massaggiarla con una certa, apparente, sicurezza e tranquillità. Ad un certo punto si gira e offre alla mia vista I suoi seni e mi invita a massaggiarla davanti. Io riscaldo la crema con le mani poi mi lancio in un massaggio che sfiora solo il bordo esterno dei seni e ogni volta le si muove in modo da offrirmi la possibilità di toccarglili. Io continuo a sfiorare fino a quando lei con uno scatto mi afferra per il collo e mi mette la sua lingua in bocca. è fatta, penso. Adesso me le scopo tutte e due per tutta la notte. Ci baciamo e ci tocchiamo molto delicatamente e le mi si struscia addosso come una gattina in calore, con una carica di femminilità che mi fa scoppiare la testa.
Ale esce dal bagno tranquillamente, completamente nuda e si stende accanto a noi abbracciando teneramente e complicemente Marty che reagisce con calore al tocco delle sue mani. Sono spacciato, ho paura di fare una figuraccia, per un nano secondo, poi prendo la palla al balzo e dico con voce calda e sensuale, almeno credo, “adesso ………..
vado a farmi una doccia” e aggiungo, “per favore non andate via! “. Entro in bagno, apro l’acqua della vasca e mi soffermo a pensare che mi basterebbe anche così, da un punto di vista emozionale e di soddisfazione da “conquistatore”. Ma il pensiero che di la ci sono quelle due stupende femmine, in senso teneramente e dolcemente animalesco, quei due stupendi corpi caldi che mi aspettano, mi spoglio sbranandomi I vestiti di dosso e mi ficco sotto l’acqua calda. MERAVIGLIOSO! Poi mentre mi lavo con il bagno schiuma sento un rumorino alle spalle e vedo nella fessura tra due ante della porta leggermente aperte, due splendidi musini di femmine eccitate e divertite che mi spiano! Come si accorgono di essere state scoperte scappano rifugiandosi nel lettone. “Malandrine adesso vi punisco io” penso intimamente e sorridendo.
Sono al settimo cielo, queste due sono scatenatissime, anch’io non scherzo.
Mi asciugo e in un attimo sono in mezzo a loro a pancia in su e Marty esclama “ma come non ce l’hai neanche duro? “. A quel punto la prendo delicatamente, la giro sulla schiena e inizio a leccarle avidamente e dolcemente le tette, accarezzandole dolcemente l’interno delle cosce. E il suo sospiro si fa sempre più intenso, Ale ci guarda e dice “siete bellissimi, continuate”. Piano, piano scendo sul suo corpo, cercando di non trascurare punti che sento essere sensibili al mio tocco di lingua, giù, sempre più giù fino a sfiorarle con la punta della lingua la sua clitoride. Esplode! Inizia a muoversi cercando la mia bocca, le mie labbra, la mia lingua e ogni volta che si avvicina io mi allontano un pochino, le faccio sentire il calore della mia bocca e poi lei mi afferra per I capelli e mi tira con forza verso la sua fica bagnatissima e mi costringe a leccargliela. Dopo due minuti viene e mi spruzza dei fiotti sul mento e sul petto. è favoloso, si contorce come impazzita e urla “sto venendo, sto venendo” e tutto questo dura veramente a lungo. Sono estasiato, con la coda dell’occhio guardo Ale che si sta masturbando con vigore e continua a dire “siete bellissimi mi fate godere” in una specie di litania. Quando Marty sembra placarsi mi prendono e mi costringono a girarmi sulla schiena e mentre Ale mi viene sopra e mi mette la sua dolcissima passerina in bocca, Marty si infila il mio cazzo tutto dentro e inizia a scoparmi con ritmo, ruotando il bacino e spingendoselo dentro tutto. Godiamo tantissimo e anche Ale dopo poco, mentre le lecco tutto, clitoride, fica e culo con un urlo soffocato dice “sto venendo” e la sento bagnarsi e sciogliersi sulla mia bocca. Intanto Marty continua a scoparmi in un favoloso smorzacandela e ogni tanto dice “ohhh, mi piace è così grosso… ” e dopo alcuni minuti viene, mentre Ale le tocca il seno e la bacia con lingua in bocca. Finalmente iniziano a toccarsi, appena venuta Marty inizia a fare un delicatissimo ditalino a Ale che a sua volta la tocca molto intimamente. Prendo un po di fiato e le guardo mentre amoreggiano con intimità e passione, sono splendide, un sogno, si baciano, si leccano, si toccano con grande sapienza e complicità, si infilano le dita ovunque e mi guardano maliziose mentre si fanno di tutto. Poi Marty, mentre stanno facendo un sessantanove dolcemente scatenato mi dice con tono imperativo “inculala” e in quell’esatto momento Ale ha un sussulto di eccitazione e ansima ancora di più. Mi preparo mentre guardo Marty che lecca il favoloso buchino di Ale con grande passione, le infila le dita dentro, lo insaliva più che puo, lo prepara alla penetrazione. Mi avvicino e Marty mi prende in bocca l’uccello per qualche secondo, poi con una mano mi dirige direttamente nel culo di Ale. Entro senza la minima resistenza, senza il minimo sforzo e Ale inizia ad alzare sempre di più il tono delle sue urla, fino a costringermi a tapparle la bocca perchè urla talmente forte che ho paura che qualcuno pensi che la stia scannando. Gode come una matta, Marty le lecca la fica, la accarezza e io la inculo con decisione anche perchè lei mi incita dicendomi “inculami, sfondami tutta, sbattimi.. ” e io spingo con tutta la forza che ho, lei intanto continua a masturbare Marty con le dita e la lingua. Viene dopo una lunga e quasi violenta trentina di minuto di spinte, urla e incitazione, viene come un fiume insieme a Marty e finalmente le due meraviglie si placano rimanendo abbracciate nel loro sessantanove. Io esco da Ale e mi stendo accanto a loro esausto ma ancora eccitatissimo. Non credo in vita mia di aver mai scopato un culo così, con una naturalezza che non mi era mai capitata prima. Sono soddisfatto di me stesso e al settimo cielo per quello che stiamo facendo. Mi alzo, mentre loro continuano a poltrire e mi faccio una doccia rinfrescante. Quando torno nella camera da letto, Marty è distesa supina e Ale le sta leccando la passerina con grande passione e delicatezza, con le mani le accarezza I bellissimi seni e le due si guardano negli occhi con grande eccitazione. Si scambiano la posizione e le guardo per un po’, poi mi metto dietro a Marty e le penetro la fica che è come un mare caldo.. FINE

About erotico

I racconti erotici sono la mia passione. A volte, di sera, quando fuoi non sento rumori provenire dalla strada, guardo qualche persona passare e immagino la loro storia. La possibile situazione erotica che potranno vivere...

Leggi anche

copertina racconto erotico

La collezione

Marco è impaziente di tornare in quella bottega. – Dobbiamo tornarci! Capisci, Elisa – Dobbiamo? …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.