Ultimi racconti erotici pubblicati
Home / Gang Bang / Sono dei veri amici
copertina racconto erotico

Sono dei veri amici

Tramite un annuncio messo su un sito conobbi due giovani fidanzati, Anna e Gianni, … lei allora aveva 23 anni e lui una trentina…. alta 1, 65 taglia 42, seno quasi terza…. bel fisico… lui alto 1, 83, laureato, biologo, bel ragazzo, con un “bigolo”, di circa 22/23 cm…. a Gianni piaceva eccitarsi guardando la sua ragazza che faceva la porca e si mostrava agli altri in tutti i modi possibili e quando veniva chiamata troia, zoccola, bocchinara, etc…. gli piaceva vederla mentre mi faceva un pompino…. e poi interveniva pure lui e ce la scopavamo assieme….
La prima volta dicevo…. risposi ad un annuncio su un giornale…. fui fortunato… mi risposero…. e ci sentimmo per telefono (ah… no… questa era la sua prima ragazza… invece sto parlando della seconda… la prima pure è stata mia… pure ce la siamo scopata…. però era già pronta a tutto… la seconda no… ce la siamo dovuti sudare per portarla a fare certe cose).
Insomma…. mi disse che aveva lasciato la sua prima ragazza, con cui era stato undici anni e con cui ne aveva fatte di cotte e di crude… e che si era messo con un’altra, quella che ho descritto prima…. bella ragazza… bona…. le aveva parlato di me…. dicendole che ero una persona seria, sana, padre di figli, però che mi piaceva stare in certe situazioni. In primo momento la ragazza non ne voleva sentire parlare… poi, pian piano, lui la convinse a vederci tutti e tre.
E così, mi chiamò e mi fissò un appuntamento nella sua garconniere di una città vicino Napoli, dove già ci vedevamo con la sua prima ragazza.
Quando la vidi, rimasi di sasso, era una bella ragazza…. bona…. mi chiesi tra me e me…. madonna…. proprio a me doveva capitare una simile fortuna? Io non sono un uomo alto, dal fisico che fa strage… ma sono una persona normale… intelligente… che sa mettere a suo agio una persona… insomma… lei mi vide e si rassicurò…
Gianni mi fece entrare, era una stanza con un letto al centro e un cucinino e un bagno, un televisore e un armadio… lei già indossava una vestaglia trasparente e sotto solo un perizoma… sbavai… appena la vidi…. lui mi domandò se mi piaceva…. cazzo… dissi… è bona… è una bella ragazza…. mi piace sì….. mmmmm…
Una bella troiona… dissi… mi sembra una puttanona…. lui mi fece capire che dovevo continuare ad insultarla … a chiamarla… così… anzi…. mi diceva di toccarla… di carezzarla … sai…. il primo impatto… era un po’ shoccante… non sapevo dove mi potevo spingere…. ma cominciai a stringerla…. lei aveva dei tacchi altissimi… le presi il culo in mano… lo carezzai…. il seno…. durissimo… una bellezza…. piccolo e duro… le aprii la vestaglia e cominciai a baciarlo… a succhiare i capezzolini irti… lei si faceva male quando succhiavo… le mie mani la brancicavano tutta… le toccai la fica da sopra il perizoma… toglilo… dissi… lui era contento e la invitò a toglierselo…. se lo tolse…. con un po’ di timore… si vedeva che lo faceva sforzatamente… non ne aveva piacere… ma per amore suo era disposta a farlo…. mi spogliai… nudo… lo avevo duro… Gianni disse… lo vedi Anna?
Glielo hai fatto indurire subito…. lei parlava poco… le dissi di cacciare la lingua fuori perchè la volevo succhiare… lo fece… madonna… che bello… (anche adesso che ne scrivo mi eccito)…. comunque, non voleva che le toccassi la fica…. lui invece diceva… fattela toccare dai… lei resisteva… allora le dissi di inginocchiarsi e di succhiarmelo… lui la invitava a farlo… le carezzava dolcemente la schiena mentre la spingeva con la testa verso il mio cazzo… le labbra si avvicinarono alla mia capocchia… si aprirono… lo avvolsero… lo ingoiarono…. cominciò a spompinarmi…. mentre lui le teneva la testa e la spingeva a ingoiarlo tutto…. così fece….. lui mi disse di non venire ancora… di aspettarlo…. mentre si toccava e si masturbava… anche lui cominciò a fare diventare duro… il suo lungo cazzo… sburriamole insieme in faccia a questa grande troia mi disse eccitato… Lei disse…. ti piace Gianni?
Ti eccita Gianni? …
Aspetta… le dissi…. fatti guardare un po’… girati…. cammina…. sì… fai la troia… caccia la lingua… come le zoccole.. mettiti a pecorella… cominciai a toccarle il culo… scendendo tra le natiche… feci finta di sbagliare e le toccai la fica… lei sussultò… scusa… dissi… ma che fa se ti tocco solo un po’?
Gianni la invitava a farsela toccare… dai Anna… fagliela toccare…. mi eccita dai… dopo alcuni minuti… lei si decise e si fece carezzare la fica… ma solo carezzare… senza mettere il dito dentro… così feci…. ma… a me piaceva ogni tanto scivolare col dito nella fessura… per sbaglio… lei… era bagnata … si eccitava… mi toccava il cazzo… ci volle una buona mezzora per convincerla a farmi mettere il dito dentro…. ma niente di più…. pensai… come prima volta meglio non insistere…. anche perchè appena tentavo di fare qualcosa in più lei si irrigidiva…. quindi decisi di farmi fare il pompino per venire assieme a Gianni… e così… mentre lei era seduta sul divano.. io appoggiai un gamba sul divano e glielo misi in bocca andando avanti e indietro…. Gianni si masturbava visibilmente eccitato… ad un certo punto non ce la feci più…. e dissi a Gianni…. sei pronto?
Sburriamole addosso a questa zoccola… dai…. io sono pronto e tu?
Sì, anche io… mi rispose…. e così glielo tolsi di bocca e le sburrai in faccia, sulle labbra, sul naso, poi, mi allontanai di qualche centimetro e anche lui venne…. venne molto…. le schizzò in faccia molto sperma…. la lavò di sperma… fu molto felice di questo… anche la ragazza… gli diceva in continuazione…. ti piace Gianni? …
Hai goduto bene? …. Io mi sedetti sul divano e… sempre nudo… ci pulimmo… e poi… parlammo … dopo un po’, mi vestii e uscii, non prima di esserci ripromessi di vederci di nuovo.
E così facemmo…. naturalmente… pian piano, negli appuntamenti seguenti… la portammo a fare tutto… anche in fica… solo il culo non me lo diede… ma faceva di tutto…. adesso non ci vediamo da sei mesi…. ma solo per mia colpa… ho una moglie che mi sta troppo addosso… anche il lavoro… la politica… etc. etc. , mi lasciano poco tempo… però ho promesso a Gianni che a giorni ci rivedremo…. loro sono di Napoli… io del circondario…. per me è molto comodo il fatto che loro abbiano la garconniere proprio nella mia cittadina… comodissimo…. a Settembre si sono sposati…. però noi continueremo a vederci… a casa loro… so tutto di loro… e loro sanno tutto di me…
Sono dei veri amici…. FINE

About racconti hard

Ciao, grazie per essere sulla mia pagina dedicata ai miei racconti erotici. Ho scelto questi racconti perché mi piacciono, perché i miei racconti ti spingeranno attraverso gli scenari che la tua mente saprà creare.

Leggi anche

copertina racconto erotico

Scherzi del caso

Ad un semaforo, distratto dai miei pensieri, tampono una piccola vettura senza procurarle gravi danni. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.