Ultimi racconti erotici pubblicati
Home / Coppie / Tre negri e mia moglie.
copertina racconto erotico

Tre negri e mia moglie.

Era già da un po’ di tempo, che stavo pensando di organizzare un’esperienza un po’ speciale per mia moglie.

L’idea mi venne, conoscendo 3 ragazzi di colore, sui 20 anni, originari della Costa d’Avorio, iscritti all’università, a cui un mio amico aveva affittato stagionalmente parte della sua villa al mare, poco distante dalla città.

Spesso d’estate, il sabato o la domenica, da solo o con mia moglie andavo alla villa del mio amico Marco, che passava il weekend in villa, con la moglie Sara e il figlio, prendevamo il sole, facevamo i bagni in mare o andavamo a pesca con un canotto.

Inutile dire che io e Marco, con le nostre mogli avevamo fatto di tutto, dallo scambio alla lesbicata tra le 2 nostre consorti.

Fu appunto un sabato che andai da solo alla villa, che Marco mi presentò i 3 ragazzi negri, Brian, Omar e Tommy, parlavano l’italiano benino, simpatici e cordiali, alti, fisico atletico e visibilmente ben dotati sessualmente.

Marco mi riferì che provenivano da famiglie benestanti, molto educati, puliti ed ordinati, infatti mi fece vedere le loro camere e ne ebbi conferma.

Mi disse, che il suocero non stava bene e non passavano più i weekend in villa, lui veniva solo per pescare e poi rientrava in città.

Scherzando dissi a Marco:
“immagini i 3 negretti, con il fisico che hanno, cosa farebbero
alle nostre mogli. ? ”

E Marco:
“l’mmagino e come, vanno avanti a seghe, hanno voglia di fica, ma io sono il loro padrone di casa e preferisco evitare. ” !!!
“Tu potresti farlo, sono ragazzi svegli, capiscono al volo, non avresti rotture di coglioni, una botta e via, a fine mese, fatti gli esami all’università, partono e rientrano a settembre. “!!!
“Organizzati con loro 3, vieni qui con Lory, come fai di solito, poi noi andiamo a pescare e vediamo cosa riescono a fare. ” !!!

Mi avvicai a Brian, quello che parlava meglio l’italiano, e in modo scherzoso dissi:
“E allora Brian ti piace l’Italia. ? ”
E Brian “Si e anche gl’italiani. ” !!!
E io: “E le donne italiane. ? ”
E Brian: “Si molto, ma con noi non vengono, vorremmo tanto provare a far l’amore con le italiane. “!!!
Omar e Tommy si avvicinarono e allora dissi:
“Ragazzi, ascoltatemi bene, voi volete fare l’amore con un’italiana.
Domani verrò con una signora, staremo tutti in tenuta da mare a prendere il sole, io e il signor Marco, andremo a pescare.
Voi resterete soli con la signora, quando inizierà a spalmarsi la crema solare, offritevi di aiutarla e senza aspettare il suo consenso, iniziatela a massaggiarla tutta, specialmente nelle parti sensibili, questo è molto importante.
Se inizia a godere, portatela sul letto, e leccatele il seno e la fica, poi sapete voi cosa fare.
Ci siamo capiti. ? ”

I ragazzi dissero di si, erano euforici, li salutai e andai via, non prima di aver messo al corrente Marco dei fatti.

La mattina seguente, io e mia moglie, arrivammo alla villa verso le 9, 30, si stupì di non trovare Sara la moglie di Marco e della presenza di quei ragazzi, Marco le spiegò ogni cosa.

Tutti insieme prendemmo un caffè, Lory guardava interessata i ragazzi e loro lei, che volle sapere un po’ del loro paese d’origine ed altro.

Poi ci sdraiammo a prendere il sole, i corpi dei ragazzi erono lucidi
e senza peli, proprio come piaceva a mia moglie.

Io e Marco alzandoci dicemmo, andiamo a pescare, Lory ci augurò una buona pesca e di non allontanarci molto, avviammo il motore e ci allontanammo dalla riva.

Al riparo di uno scoglio, proprio davanti alla villa, ci fermammo, Marco, aveva il binocolo e si vedeva benissimo cosa accadeva alla villa, mia moglie si stava mettendo la crema solare e come programmato Brain stava già al lavoro, vidi Lory distesa che si lasciava massaggiare, poi anche Omar e Tommy presero a massaggiarla.

Dopo circa 10 minuti, li vidi entrare in villa con mia moglie, remando per non fare rumore, rientrammo alla villa.

Dalla finestra della camera dei ragazzi, sentivamo benissimo Lory che gemeva, entrammo nella villa e dalla porta socchiusa della camera, vedemmo Lory nuda distesa sul letto a gambe divaricate con la testa di Tommy, anche lui nudo, affondata fra le sue cosce, Omar nudo che leccava e succhiava i capezzoli e Brain sempre nudo, con un cazzo lungo 20/22 cm. e almeno 4/4, 5 di diametro nella bocca di mia moglie che lo leccava e succhiava.

Omar si rialzò dalle cosce di Lory e preso il suo cazzo, supergiù come quelle di Brain, lo affondò nella fica e iniziò a pompare, Tommy, anche lui con il cazzo di quelle dimensioni, prese il posto di Brian, nella bocca di Lory, che continua a mugolare di libidine.

Sentimmo come uno sciacquio, era la figa di mia moglie che era piena di liquido, Omar le ripiegò le gambe all’indietro e ad ogni affondo le toccava l’utero facendola smaniare, poi lo usci dalla fica e le sborrò abbondantemente sul pube con lo sperma che prese a colare bagnadole il culo. Intanto sburrava anche Tommy nella bocca di Lory che per la guantità non riuscì a ingoiarlo tutto e le usciva dalle labbra colandole sul viso.

Lory era completamente andata, con delle salviettine detergenti Linex la pulirono un po’, Brian si stese sul letto, prese mia moglie, le mise il cazzo nella fica, la attirò a se, il culo di Lory ora era pronto per ricevere il cazzo di Tommy, che lo stava introducendo, aiutato da Brian che con le mani apriva le chiappe di Lory.
Omar stava inginocchiato sul letto, dietro la testa di Brian e aveva il cazzo nella bocca di mia moglie che lo sbocchinava.

Ora Lory aveva un cazzo nella fica, uno in culo e l’altro in bocca, io e Marco entrammo nella camera e ci sedemmo su delle poltrone, una alla destra e l’altra a sinistra del letto, col cazzo in mano, pronti ad assistere allo spettacolo.
Non avrei mai pensato che Lory potesse accogliere insieme tre cazzi di quelle dimensioni.
I 3 ragazzi iniziarono a muoversi in sincronia, mentre mia moglie ad ogni pompata smaniava sempre più forte e incitava i ragazzi a sfondarla sempre di più, a romperle tutto, a squarciarla tutta.

Poi sborrarono, i ragazzi andarono a farsi una doccia, mentre lei esausta sul letto, era piena di sperma che le colava dal culo, dalla fica e dalla bocca, allora presi un cucchiaino che eri li e iniziai a raccogliere lo sperma da tutte le parti, poi le portavo il cucchiaino alla bocca e lei lo deglutiva.

I ragazzi rientrarono, e Lory usci per farsi una doccia, i ragazzi mi chiesero se potevano rifarlo ed io acconsentii, quando rientro Lory i ragazzi iniziarono a toccarla ed Lory inizialmente si schermì, ma poi desistette e incominciarono di nuovo, Marco se ne andò, doveva rientrare in città.

Mia moglie e i 3 ragazzi lo rifecero non solo un’altra volta, non sò quante altre volte, e in tutti i modi possibili, ci avevano preso gusto e la cosa andò avanti fino alle 22 dalle 10 che avevano iniziato, salvo una piccola interruzione per mangiare un panino. FINE

About Esperienze erotiche

Mi piace partecipare al progetto dei racconti erotici, perché la letteratura erotica da vita alle fantasie erotiche del lettore, rispolverando ricordi impressi nella mente. Un racconto erotico è più di una lettura, è un viaggio nella mente che lascia il segno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.