Ultimi racconti erotici pubblicati
Home / Gang bang, trio e orgie / Tutti gli uomini di Manuela…..

Tutti gli uomini di Manuela…..

Ho letto il vostro racconto. Moooooooolto stimolante… Vorrei afferrarla per i seni e farmi leccare il cazzo…. Vorrei legarla a cosce aperte e depilarla completamente, per poi leccarla fino a farla impazzire… Vorrei sdraiarmi e attendere che lei si impali di culo sul mio cazzo… Vorrei guardarla mentre si masturba in macchina… Ho il cazzo duro. CARLO.
NON C’è CHE DIRE…. : ESPLICITO…. BEH, IN FONDO ME LO ASPETTAVO, DA MOLTI…. NON è POI COSì AL DI FUORI DI QUELLO CHE CERCO …. E CHISSà COSA CERCO, QUESTO LO DEVI SCOPRIRE TU COME GLI ALTRI E TI ASSICURO CHE IO NON LO SO ANCORA… MA…. PER FARTI CAPIRE…. A “QUESTO” CI DEVI ARRIVARE DOPO CHE MI HAI AFFERRATO IL CERVELLO…. IO LA VEDO COSì…… :

Non voglio essere una fantasia virtuale…. Voglio essere una fantasia, mi piace essere una fantasia, una puttana virtuale, questo si. forse non solo….. Non so se per te o per chi, una puttana virtuale ma non solo…. “Spara il colpo per vincere la bambolina”…..
E non è detto che chi spara debba avere 25, 50 o 17 anni ed essere uomo o donna…. Ci può stare tutto e di tutto… Può darsi che vincere il premio per qualcuno e anche per me sia semplicemente un bel rapporto, anche solo virtuale, o l’esatto opposto: questo non lo so…
Ma tornando a quello che hai scritto….

Poco da “afferrare”, non c’è trippa per i gatti: non ho esattamente le tette di Pamela Anderson…. Ma grosse o piccole mi piace farmele toccare….
Come… : dipende….
Lo sconosciuto che non vedo in faccia e me le tocca in un posto affollato……
Quello di un privè dove vado a ballare ma che lo fa con attenzione, magari il lui di una coppia con cui si può riderci addosso e poi prenderci sul serio se ci si accende…. meglio ancora la lei……..
O il mio uomo che me le afferra da dietro e me le tira fuori leccandomi il collo mentre altri guardano…. Legata… ? Anche, certo, può essere…. ma preferirei legare io. E senza corde….
Cioè… : so di essere una bella ragazza, mi piace giocare, immagino un sacco di cose….
Mi immagino un’estate, e una macchina chiusa, con molto caldo, a me piace il caldo…. quel caldo che ti fa sudare tutta….
Me lo immagino non di sera, ma verso mezzogiorno… Io…. facciamo che io sono con gli occhiali, perché le lenti a contatto e la sabbia non vanno d’accordo; e il mio bikini leopardato…. che mi diverte molto…
Insomma: io sono chiusa in macchina e ce lo ho ancora addosso il bikini. E tu, finalmente, mi vedi….
E sono un po’ stronza, sorrido, mi lecco le labbra, mi accarezzo in ginocchio sul sedile posteriore. Appoggio le mani al finestrino e lo bacio guardandoti…
E mi tocco….
Mi tocco tra le cosce, ma sopra gli slip…
E fra che sono sudata e che essere li a fare quello che faccio non mi lascia indifferente…. ti lascio immaginare gli slip…
Lo tiri fuori…..
Complimenti…. bell’attrezzo…. me lo mostri, lo appoggi al finestrino….
E io vengo a leccare. Dall’altra parte del finestrino. E ho la faccia cattiva…
E mi allontano e mi sdraio. E apro le cosce. E la mano va negli slip. Intuisci le dita che entrano ma non vedi….
Non sono esattamente complimenti quelli che mi fai, ma è quello che volevo: farti soffrire. E anche il mio uomo….
No, non voglio neanche lui in macchina. E neanche gli altri (se devo giocare non me ne basta uno solo attorno alla macchina… la voglio circondata…. )….
Mi muovo sui finestrini, vi accendo da impazzire…. e il reggiseno parte….
Certo, non ho una quarta, ma sono belle e vorreste tutti leccarmele…..
Sono in un bagno di sudore, profumo di femmina e di fica…. Allora Carlo… lo hai chiesto tu… me la vuoi vedere la topina… ? Vuoi vedere se ho ubbidito…. ? …
Come avrei potuto deluderti….. ! …
Guardamela, non sembro ancora di più una bambina così rasata…. le vedi le dita come l’accarezzano, come scivolano dentro e fuori, come cazzi…. ? Ah sì, il mio culo…. lo volete tutti il mio culo….
So di avere un bellissimo culo e un aspetto da bambina maliziosa, ma forse le parole di Vale nel descrivermi hanno davvero fatto la differenza…
Tutti a chiedermelo….
E allora sia…. : lo dimeno, me lo tocco. Vengo ad appoggiarlo sul vetro…. e mugolo, e grido, e faccio le facce che piacciono a voi…
Dai, lecca… è li, a meno di mezzo centimetro tra la tua lingua oltre il vetro, e vedi il dito scivolare dentro e fare dentro e fuori, dentro e fuori….
No, non abbasso il finestrino, non ve li prendo in bocca…. guardare e non toccare…
Guardarmi col giocattolo nuovo nuovo che per ridere io e Vale abbiamo comprato in un pornoshop e che per la prima volta la carica che mi date mi fa usare…. me lo infilo, è grosso, mi fa urlare di piacere, scomposta…
State tremando… sì, mi sento perversa, ci provo… provo a farlo entrare dietro hnnnnnnnnnnnnn!!!!!! Non mi piacciono, mai piaciuti i giocattoli, preferisco gli originali, ma per farvi impazzire qualsiasi cosa….
“Troia… “? …
“Esci e fatti sfondare… “? …
“Non ne posso più… “? … Nonnonno!!!! ….
E la tua mogliettina che è adesso in spiaggia cosa direbbe… ? O ti piacerebbe vederla al mio posto? …
O se fosse li impazzirebbe anche lei a vedermi…. ? … E se ti scoprisse e poi perdonasse….. ?
… Sarebbe come, citando Daniele Luttazzi….
“… le avresti appena regalato un abbonamento gratis; a un nuovo uccello; senza sapere mai se l’abbonamento è a un mensile, a un settimanale o a un quotidiano… “…
Si mi piace: mi piace vedervi sborrare sui finestrini, sulla mia faccia al di la… Magari qualcuno regalarmi la pioggia dorata…. bel musetto, eh? … Vi piacerebbe!!!!! ….
Anche a me, ma …. sono realista, e faccio le cose che mi sento di fare……
E allora…. arrivederci e grazie…..
Un attimo: chi li prende i miei slip di la dal vetro? Eccoveli!!!!! ….

Una versione più strana? …. Va bene…
Facciamo che è notte. Notte fonda. E c’è una di quelle grandi piazzole di sosta in autostrada, quelle vecchie, belle ampie con i servizi e gli alberi e le panchine. Ma non illuminate. E voi ci siete dentro….
Io no. Io arrivo da fuori. In macchina. Col mio uomo. Con i fari abbaglianti spianati e la macchina si ferma puntando la rete. E vedete, ma non bene. Mi vedete mentre esco, mentre mi spoglio e mi stendo sul cofano, e apro le cosce, e mi tocco…
E la musica della radio è a palla….
La musica dei racconti…. (quale? ! ? ! Leggete Eroxè che è un sito bellissimo!!!! Non per nulla curato da una donna speciale……
lo ho scritto li quale musica!!! ). La targa è coperta, il mio viso con i fari puntati non lo vedete…
Ma basta e avanza….
E siete tanti, e vociate e vi godete lo spettacolo…. e mi invitate vicino alla rete….
Si o no… cosa farò……
Si, si: ci vengo…. me li passate attraverso i buchi della rete, sono bollenti, duri….. ci struscio il culo, li tocco, li bacio…. sento i getti sulle gambe…. mhhhhhhh!!!!!! ….
Divertiti… ? Alla prossima!!!!! ….
Magari in quei bagni della piazzola dove ci sono i buchi sulle paretine dei bagni delle… “signore” (? … se vanno li lo sono poco!!!! )…
Sicuramente dove potete giocare con me …. beh, quel posto è ilgrandegioco@yahoo. it , li mi troverete sempre ….
Manuela FINE

About racconti hard

Ciao, grazie per essere sulla mia pagina dedicata ai miei racconti erotici. Ho scelto questi racconti perché mi piacciono, perché i miei racconti ti spingeranno attraverso gli scenari che la tua mente saprà creare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.