Ultimi racconti erotici pubblicati
Home / Gay e Lesbo / Claudia e Betty
copertina racconto erotico

Claudia e Betty

Era appena cominciata la settimana, e con essa la scuola.
Non si poteva certo dire che fosse iniziata nel migliore dei modi ;
Lunedì interrogazione di chimica: 5; martedì arte: 5.
Claudia era distrutta; due interrogazioni in due giorni , e tutte due andate male.
Con lei era stata interrogata anche la sua compagna di banco, Elisabetta ma che lei chiamavano Betty.
Erano amiche Claudia e Betty.
Si conoscevano da 4 mesi, ma bastava per aver instaurato un rapporto di amicizia.
Tutte e due avevano il ragazzo ma entrambe avevano tendenze al lesbicismo puro, anche se non se lo erano ancora confessato.
Claudia aveva 18 anni, era abbastanza alta, capelli neri corti a caschetto, occhi marroni , due tette niente male e un culo da favola .
Betty aveva 18 anni, era alta come Claudia , capelli biondi corti, due tette non ancora completate, ma in compenso un discreto culetto.
Mancavano poco alle vacanze di natale, e la settimana era piena di interrogazioni.
L’unico modo per essere sicure di passare le interrogazioni, era quello di studiare insieme.
-Betty hai qualche cosa da fare oggi? – chiese Claudia.
-No. Perchè? –
-Ma, Volevo chiederti se avevi voglia di studiare a casa mia oggi-
-Si va bene . Vengo verso le 16. 00, OK? –
-OK-
Il resto della mattina passò come al solito. all’uscita da scuola le due amiche si ricordarono l’appuntamento.
A casa Claudia disse ai suoi genitori la notizia e la risposta che i genitori le diedero non la poteva rendere più felice: oggi la lasciavano casa da sola, perchè dovevano andare a fare qualche spesa.
Claudia preparò la camera per il pomeriggio.
Erano le 15. 45 quando il citofono squillò.
Claudia andò ad aprire; era Betty.
La fece accomodare , e dopo aver chiuso la porta, si diressero in camera. Notarono con sorpresa che si erano cambiate tutte e due: Claudia aveva una maglietta stretta rosa , e un paio di jeans stretti. Betty aveva un maglione abbastanza largo e una minigonna . Betty non potè notare il bel seno di Claudia.
-Scusa se te lo Chiedo , ma hai proprio un bel paio di tette! Come Fai? ! … –
-Ma, io le massaggio tutti i giorni con una crema. Vieni te la faccio vedere. -arrivarono in bagno.
Claudia prese la crema Betty chiese se poteva provarne un po’.
-Si Certo- rispose Claudia
-Togliti pure il maglione e il resto, dai, che te ne metto un po’, così impari come si fa-
Betty si tolse il maglione e la maglietta, non aveva nè canottiera ne reggiseno.
Claudia provava piacere a vedere l’amica mezza nuda davanti a lei , e non le sembrava vero di riuscire a toccarle le tette con una scusa così banale.
Betty aveva visto che Claudia era eccitata: la maglietta attillata lasciava vedere i capezzoli turgidi, che, se pur chiusi nel reggiseno, esprimevano tutta la loro voglia.
Quando Claudia iniziò a toccarle le tette, Betty si riempì di piacere.
Voleva masturbarsi ma non poteva .
Presa dalla goduria appoggiò la mano sulla tetta di Claudia.
Lei la guardò sorridendo e dopo aver stretto la sua mano, tenendola ben stretta sulla tetta di Claudia. dopo un po’ si fermarono.
-Andiamo a studiare , dai – disse Claudia.
Betty anche se un po’ dispiaciuta si rivestì.
Studiarono 20 minuti tra un bacio e l’altro.
Mentre Claudia leggeva sentì una forza che premeva sulla sua coscia , capì che era la mano di Betty che premeva verso la sua figa.
Mentre con una mano teneva la testa, vide che con l’altra si allargò le mutandine , e si allargo il buco.
Claudia non si fece attendere e ficcò la sua lingua nella caverna di Betty e iniziò a leccare con voglia.
Betty era eccitatissima .
Slacciò i jeans a Claudia e iniziò a palparle la figa e il culo .
Si spogliarono completamente. la vista del corpo nudo dell’amica provocava a tutte e due un senso di libidine esagerata.
Si sdraiarono sul pavimento a fare un 69 da leggenda.
Sfregarono i loro Viri sulle fighe bagnate leccando all’inverosimile con le mani si palparono il culo, entrando con le dita nel buco.
Claudia fece mettere a pecorina Betty e iniziò a leccarle il buco mentre con le dita continuava a masturbarla.
Si baciarono e si leccarono dappertutto prima di arrivare a un lungo orgasmo
che consumarono nelle loro bocche.
Da quel giorno decisero di studiare sempre insieme. FINE

About Esperienze erotiche

Mi piace partecipare al progetto dei racconti erotici, perché la letteratura erotica da vita alle fantasie erotiche del lettore, rispolverando ricordi impressi nella mente. Un racconto erotico è più di una lettura, è un viaggio nella mente che lascia il segno.

Leggi anche

copertina racconto erotico

Una donna da chat

Entro in una chat per curiosità e anche per passare un po’ di tempo e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.