Ultimi racconti erotici pubblicati
Home / Gay e Lesbo / Culossale… veramente (racconto trans)
copertina racconto erotico

Culossale… veramente (racconto trans)

Sono seduto al tavolo del bar e ti guardo.
Ti accorgi di me e sorridi maliziosa voltandoti dall’altra parte…
Accavalli le gambe in un fruscio di seta dandomi una visione di nylon rosa…
Chiami il cameriere ti fai portare il conto, paghi, e te ne vai non prima di avermi guardato al di sopra delle lenti degli occhiali da sole…
Ti seguo a breve distanza e contemplo le tue forme sinuose da pantera, il bel culo messo in risalto da una minigonna cortissima, le tue spalle delicate, la tua pelle color caffelatte, i tuoi capelli neri come l’ebano …
Ti avvicini ad una vetrina solo per controllare nel riflesso del vetro che io ti sto seguendo…
Entri nel portone e lasci la porta accostata…
Che faccio? Entro oppure no. Entro…
Salgo le scale …oddio quale sarà la porta?
Sono tutte chiuse…peccato mi sono illuso…
Sto per andarmene quando sento il clic della serratura e la porta di fronte si apre…
Entro deciso e tu mi vieni incontro sorridendo con in mano due bicchieri di vodka…
Ti sei messa una vestaglia nera elegante, fascinosa, ma che ti copre totalmente…
Bevo un lungo sorso e tu fai altrettanto…
Mi prendi per mano e mi fai accomodare sul divano…
Mi togli il bicchiere di mano e io ti bacio sul collo…
Mi sento stordito … sarà l’effetto della vodka o il tuo profumo?
Cominci a spogliarmi … impugni il membro completamente eretto, lo scappelli e cominci lentamente a succhiare …
Sono inebetito …con quella pompa e come se mi stessi succhiando fuori il cervello attraverso il cazzo.
Allungo una mano e ti tocco una mammella … e la classica coppa di champagne con un capezzolo durissimo … ti muovi cercando di metterti in posizione più comoda per goderti il massaggio…
Non ce la faccio più a trattenermi e prorompo in un getto copioso di sperma che ti imbratta il viso … tu mi guardi sorridendo e ti spalmi il mio seme su tutto il viso… forse mantiene giovane la pelle…
Sto risalendo con la mano dai tuoi graziosi piedini verso i polpacci…le ginocchia…le cosce… tento di arrivare al frutto proibito ma tu con uno scatto chiudi le gambe…
Mi sorridi e mi inviti ad alzarmi… mi fai distendere supino e inizi a massaggiarmi le spalle…
Scendi lentamente sfiorandomi la pelle con la lingua …rabbrividisco a quel tocco…
Con gli occhi chiusi seguo il movimento… poi sento il fruscio della seta e vedo la tua vestaglia cadere a terra… sei nuda ma sei dietro di me e non posso vederti…
Continui con la lingua a lambire dolcemente la mia pelle …sei arrivata al sedere…
Indugi … scendi verso il buco lo sfiori … mi scappa un gemito …sei arrivata ai testicoli…
Me li succhi uno per volta … risali …la tua lingua indugia sul mio buchino … non capisco più niente la mia testa gira… cosa c’era nella vodka?
Mi fai passare un cuscino sotto la pancia … ti stendi su di me … ti strusci…sento il tuo profumo che mi inebria… aspiro forte… rimango senza fiato qualcosa sta cercando di farsi largo tra le mie natiche… non riesco ad afferrare … mi hai drogato…
Poi con un barlume di ragione, tra i fumi rosa nel quale sono sprofondato, capisco…
Ti sento ridere mentre il tuo grossissimo cazzo si fa strada nel mio inviolato culetto…
Urlo il dolore è straziante… l’ultima cosa che sento prima di svenire e la tua argentina risata…

FINE

About Storie erotiche

Luce bassa, notte fonda, qualche rumore in strada, sono davanti al pc pronto a scrivere il mio racconto erotico. L'immaginazione parte e così anche le dita sulla tastiera. Digita, digita e così viene fuori il racconto, erotico, sexy e colorato dalla tua mente.

Leggi anche

copertina racconto erotico

La mia prima volta con un uomo

Mi chiamo Luca ho 19 anni e vivo vicino a prato (campi). Vorrei raccontare la …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.