Ultimi racconti erotici pubblicati
Home / Gay e Lesbo / Due ragazze al cinema
copertina racconto erotico

Due ragazze al cinema

Mi trovavo fuori dalla mia città per frequentare un corso professionale quando una sera decisi di trascorrere diversamente la mia solitudine e di recarmi a vedere un film nell’unica sala cinematografica del paese. Non ricordo neanche quale film trasmetteva ma era un modo per passare diversamente la serata piuttosto che stare nella solita camera d’albergo. Lo spettacolo era già iniziato ed al buio con non molta facilità notai una fila praticamente vuota quasi all’inizio della sala e mi sedetti su quello che ritenevo potesse essere il posto per una migliore visione. Con il passare dei minuti gli occhi iniziarono ad assuefarsi all’oscurità e mi voltai a destra e sinistra per vedere che tipo di persone ci fossero nel locale. Fui attratto da una coppia di ragazze che stavano sedute nella fila retrostante la mia qualche sedile più verso sinistra ma la cosa non mi insospettì più di tanto anzi mi eccitò l’idea di avere almeno un dolce profumo così vicino. Con il passare dei minuti lo spettacolo andava avanti ma lo ritenevo noioso e forse non fui l’unico ad avere questa sensazione in quanto sentivo chiacchierare dietro di me le stesse ragazze che avevo notato in precedenza.
Di sfuggita le vidi alzarsi e spostarsi proprio dietro di dove ero seduto io…così ne avevo una a destra ed una a sinistra e mi imbarazzava un po’ l’idea di voltarmi per guardarle così mi limitai ad ascoltare eventualmente le loro parole. Le sentivo sorridere, le sentivo sussurrare qualche parola che cominciò ad eccitare ulteriormente la mia fantasia quando sentii una delle due pronunciare la frase: “sono già tutta bagnata! “. Cercai di indietreggiare la testa per poter ascoltare meglio ciò che si dicevano mentre sentivo già crescere il mio membro sotto al boxer che cercavo inutilmente di tenere a bada con leggere pressioni delle dita. I sorrisetti dietro di me proseguivano e li sentivo adesso uniti a dei leggeri mugolii e gemiti che mi sembravano di piacere ma avevo troppa vergogna di voltarmi cosicchè riuscii solo a tendere di più l’orecchio per non perdere un solo di quei sospiri. Sentivo sempre più chiaramente I loro gemiti, sentivo I loro “aahhhh” di approvazione e di piacere e naturalmente la mia voglia cresceva ed il desiderio di voltarmi anche…fin quando approfittando di una scena in notturno del film mi decisi a girarmi indietro e guardare il migliore spettacolo. Rimasi a bocca aperta osservando nell’oscurità ciò che stava succedendo dietro di me. Le due ragazze si stavano masturbando l’un l’altra con una passione ed un impeto indescrivibile. Vedevo le dita di una delle due che si muovevano a ritmo vertiginoso dentro la fica dell’altra che a sua volta ricambiava le effusioni con le proprie dita tutte infilate sotto lo slip dell’altra. Era qualcosa di meraviglioso osservare I loro bacini che si contraevano alle mosse dell’altra mentre le loro labbra si incontravano e potevo scorgere le loro lingue saettanti che si cercavano nella penombra. Non riuscivo più a voltarmi e continuavo a guardare questa scena meravigliosa sentendo il mio membro ergersi talmente tanto da farmi male a contatto con il jeans. Entrambe indossavano una gonna e non era difficile per loro masturbarsi favorite dall’oscurità anche se si resero conto che mi ero voltato e le stavo guardando. Ma non interruppero anzi forse consapevoli di avere uno spettatore continuavano più forte e violentemente in questo loro ditalino reciproco che stava illuminando I miei occhi. Poggiai la mia mano sul mio membro dai pantaloni e cominciai anch’io a toccarmi dal basso verso l’alto sentendo il mio sesso talmente gonfio quasi da esplodere. Lo sentivo pulsare dal jeans, lo sentivo così duro e gonfio che non potei fare a meno di sbottonare il jeans ed infilare la mano dentro per toccarmelo davanti a loro. Sentivo ancora I loro sospiri, I loro gemiti, immaginavo le contrazioni delle loro fiche su quelle dita sicuramente piene dei loro umori e guardando ed ascoltando iniziai a far scorrere le mie dita sul membro ormai allo stremo della resistenza. Lo impugnavo adesso con tutto il palmo della mano sentendo le contrazioni del mio orgasmo che si stavano avvicinando e guardavo ancora le loro mani sul corpo dell’altra con quelle dita che entravano sempre più prepotentemente nel corpo dell’altra alla ricerca di un qualcosa di esplosivo. Avvicinai ancora di più la mia testa ai loro corpi quasi per cercare gli odori che emanavano quei corpi bollenti alle mie spalle e, quasi per ricambiare del loro spettacolo, mi sollevai appena sulla sedia come per far vedere loro cosa mi avevano procurato…. A quella mossa sentii una delle due ragazze quasi gridare nella bocca dell’altra il proprio orgasmo e vidi che spingeva ancora più forte le sue dita dentro la fica dell’altra quasi per far godere nello stesso momento anche l’amica che non tardò a ricambiare il grido soffocato tra le loro labbra…La mia mano a quel punto non si fermò più ed accelerando I movimenti del mio palmo venni in un orgasmo impetuoso ed esplosivo che schizzò tutto il mio liquido bollente nel sedile accanto lasciandolo completamente pieno del mio piacere. Continuai a stringere la mano fino a che l’ultima contrazione del membro lasciò fuoriuscire le ultime gocce di piacere mentre loro ancora si baciavano e mi guardavano con occhi lussuriosi e consapevoli del piacere che avevano appena provato. Subito dopo le vidi alzarsi ed uscire dalla sala e rimasi lì stupito per ciò che mi era successo ma felice di aver scelto di trascorrere la serata in maniera diversa. FINE

About racconti hard

Ciao, grazie per essere sulla mia pagina dedicata ai miei racconti erotici. Ho scelto questi racconti perché mi piacciono, perché i miei racconti ti spingeranno attraverso gli scenari che la tua mente saprà creare.

Leggi anche

copertina racconto erotico

Una donna da chat

Entro in una chat per curiosità e anche per passare un po’ di tempo e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.