Home / Incesti / Con mio figlio
copertina racconto erotico

Con mio figlio

Sono una donna di 43 anni e fino a pochi anni fa ho girato film pornografici.
Sono da un anno sposata con un uomo divorziato di 49 anni che ha un figlio diciannovenne.
Mi è sempre piaciuto quel ragazzo, o meglio quel suo gran bel cazzone che spesso ho potuto notare semieretto sotto la patta dei pantaloni.
Ho sempre desiderato portarmelo a letto e vari sono stati i tentativi per farlo.
Mio marito ignora la mia ex professione e non ho la minima idea di svelargliela, ma spesso mi è passato per la testa di far vedere al mio figlioccio qualche mia vecchia videocassetta.
Tre mesi fa mi è capitato di pranzare da sola con lui, perché mio marito era ad una riunione di lavoro e non sarebbe ritornato a casa prima di sera.
Era il momento giusto!
Presi una delle mie videocassette porno e la misi nel videoregistratore.
Lui mi chiese cosa stavamo per vedere, ma io sorrisi senza rispondere.
Appena il filmato partì notai subito un’erezione e vidi che il ragazzo era arrossito, ma non mi guardava. !
Si alzò dalla sedia e corse in bagno.
Io lo seguii e guardando dal buco della serratura vidi che si stava sparando una sega.
Ebbe subito un’orgasmo!
Corsi nella sua stanza, mi spogliai completamente e cominciai a masturbarmi facendo penetrare violentemente il dito nella mia figa.
Ero già fradicia di umori quando lui entrò.
Restò a guardarmi per qualche secondo, poi si tolse le scarpe, i pantaloni e le mutande liberando quel suo cazzo diventato ormai enorme.
Cominciò ad insultarmi a voce alta dandomi della troia, della puttana e della zoccola.
Fece un istante di pausa poi grido “BONAAA! ” e mi saltò addosso.
Tolse il mio dito dalla mia vagina e me la allargò con tutte e due le mani facendomi provare un dolore lancinante e piacevole.
Poi mi penetrò come uno stallone penetra la sua giumenta.
Subito venne e io lo seguii subito dopo.
Continuava ad entrare ed uscire facendomi sentire dolori mai provati, ma tutto era come avevo immaginato.
Ebbe altri due orgasmi ed io ne ebbi quattro, poi si staccò da me, corse verso l’armadio, lo aprì e prese la sua mazza da baseball.
Mi si avvicinò ed inserì quell’arnese enorme nella mia vagina sfondata in passato da ogni tipo d’oggetto.
Cominciò a spingere la mazza dentro di me con tutte le sue forze facendomi strillare fino a perdere la voce.
Sembrava che il tempo non passasse mai. Stavo per svenire dal dolore misto al piacere quando lui mollo la presa dicendo
“HO SMESSO SOLO PERCHè STAI SANGUINANDO”.
Infatti dalla mia vagina colava un’ingente quantità di umori e di sangue.
Prima che finisse l’emorragia passò un’ora abbondante, ma non potei stringere le gambe per circa tre ore.
Abbiamo fatto sesso sempre più frequentemente da quel giorno e anche se di posizioni ne ho provate tante, quelle che mi eccitano di più sono quelle che mi propone lui FINE

About Storie erotiche

Luce bassa, notte fonda, qualche rumore in strada, sono davanti al pc pronto a scrivere il mio racconto erotico. L'immaginazione parte e così anche le dita sulla tastiera. Digita, digita e così viene fuori il racconto, erotico, sexy e colorato dalla tua mente.

Leggi anche

copertina racconto erotico

La zia Lucia

Mia zia Lucia è una donna sui 45 anni, ma è ancora molto bella. Nonostante …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.