Ultimi racconti erotici pubblicati
Home / Incesti / Finalmente a casa!
copertina racconto erotico

Finalmente a casa!

Franco sta tornando a casa da un viaggio di lavoro di due settimane. è riuscito a prendere l’ultimo aereo della serata e quindi è in anticipo di un giorno rispetto alla data prevista. Non vede l’ora di essere a casa, due settimane senza una donna sono dure per uno come lui e si sente molto eccitato al pensiero di una bella scopata notturna con la moglie. Finalmente è a destinazione, apre piano la porta di casa e cerca di non far rumore per non svegliare la figlia diciottenne Maddy che sta sicuramente dormendo. Sua moglie, invece, ha tutte le intenzioni di svegliarla! Ha già il cazzo durissimo al pensiero di quello che lo aspetta, lei è ancora una bella donna e scopa come una puttana esperta. Entra in camera senza accendere la luce, vuole sorprendere la moglie, iniziando a scoparsela mentre ancora dorme. L’ha già fatto più di una volta e la vendetta di lei è stata assai piacevole…..
Si spoglia al buio e si infila nel letto, avvicinandosi subito al corpo caldo della moglie. è nuda, come al solito, e sta dormendo su un fianco, dandogli la schiena. Lui allunga una mano e le cerca il seno… hmmmmm che meraviglia, è ancora più pieno e sodo di come ricordava! Stuzzica il capezzolo con le dita fino a farlo inturgidire e palpa con voluttà quelle tette magnifiche. Lei mugola ma non accenna a svegliarsi. Audace, Franco spinge la mano verso il basso, strofinando nel frattempo il cazzo contro il culetto della moglie. La mano arriva finalmente alla soffice peluria e si spinge ancora più in basso. Accarezza la fica con le dita, seguendo la fessura e con particolare attenzione al clitoride, poi decide di infilare la punta di un dito dentro…..
“La troia comincia a bagnarsi” pensa Franco, e spinge il dito più a fondo, causando un mormorio da parte di sua moglie. Ora lei si sta veramente eccitando nel sonno, mentre Franco continua a sditalinarle quella fica meravigliosa. Non ce la fa più, ha il cazzo enorme, deve metterglielo dentro. La fa girare a pancia in su e le allarga le gambe, posizionandosi tra le sue cosce. Le strofina l’enorme cappella lungo tutta la lunghezza della fica, lei geme e mormora qualcosa, si sta svegliando. Mette il cazzo in posizione
“Tesoro, ora te lo metto tutto dentro fino alle palle, voglio aprirtela in due quella fichetta” La penetra con un unica spinta potente ma…… ehi cos’è questa resistenza? Lei urla di dolore… quella voce…. no, non è possibile!!! Saldamente piantato dentro di lei, allunga una mano ad accendere la luce e ciò che vede lo lascia senza fiato… ha appena sverginato sua figlia!!!! Sotto di lui c’è la sua piccola Maddy, con gli occhi lucidi di lacrime ed un’espressione sbalordita
“Papààà! cosa fai? Mi fai male!!! ”
“Oh tesoro mio pensavo fossi la mamma”
“Non c’è, è andata dai nonni! Oddio, papà ti prego, smettila, vattene via” Lui vorrebbe farlo ma la sua fichetta è così calda e stretta, e lei è così bella, con quelle tette magnifiche esposte al suo sguardo. Spinge più a fondo il cazzo dentro dentro la fichetta di lei.
“Papààà smettila!!!!! Cosa fai? ? ? ? ? OHHHHHHHHH” Lui ha fatto uscire il cazzo fino alla cappella e poi ha spinto di nuovo. Non può fermarsi, non ora, è troppo bello scoparsi la sua bambina. Continua a chiavarla, con lenti affondi potenti. Lei a poco a poco si rilassa, chiaramente comincia a piacerle.
“Oh amore, sì, così, prendilo tutto!!!! Vedrai che ti piacerààààh” Aumenta la frequenza dei colpi. La scopa sempre più forte, ha una fica meravigliosa. “OHHHHH AHHHHHHH Papààà cosa mi stai facendooooo AHHHHHH”
Ora la sta veramente sbattendo
“AHHHH piccola sei fantastica, sei la troietta di papà. AHHHHHH ti piace il mio cazzo eh AHHHHH senti come ti aproooo” Le mette le mani sotto le chiappe per penetrarla ancora più a fondo, la spinge verso di sè mentre la chiava fortissimo, lei è in pieno delirio
“AAAAHHHHHHH Papàààà AHHHHHHHHHHH sììììì daiiiiii AHHHHH non smettereeeeeh” Comincia a tremare convulsamente, l’orgasmo la sta raggiungendo
“Godi piccola godi AHHHH troia di papà godi per papà tuo dai! Sìììì”
“AHHHHHHH Sìììììììììì papààààààààààààà” La ragazza viene, in preda ad un orgasmo incredibile, e le contrazioni della sua fichetta mandano in orbita anche il padre
“OHHHHH AHHHHHH piccola godooooo AHHHHH ti riempio la fica di sborraaa AHHAHH prendila tuttaaaaaaaaa”.
Viene schizzando numerosi fiotti di sborra bollente nella fichetta della figlia e poi si accascia su di lei, il cazzo ancora nella sua fica. Quando i loro respiri si calmano, lei è la prima a parlare.
“Papà, è stato bellissimo”
“Oh amore, anche per me. So che è sbagliato e non l’avevo programmato, ma non sono riuscito a fermarmi. Ma dimmi, come mai eri qui? ”
“Mamma non c’è e tu dovevi tornare domani, e allora ho deciso di venire qui, sai il letto è più grande e più comodo, e voi avete anche la tele in camera. Ma non rimpiango niente, niente” Lui la bacia dolcemente, aprendole la bocca con la lingua e cercando quella di lei. Si baciano appassionatamente, lui sente il cazzo risvegliarsi dentro di lei. Smette di baciarla sulla bocca e scende verso i seni magnifici, cominciando a leccarli e succhiarli senza tregua. Con un urletto lei gli mette le mani tra i capelli per spingere la sua bocca ancor più contro le tette, e intanto comincia a muovere il bacino contro di lui, sentendo l’enorme membro del padre tornare duro dentro di lei.
“Oh papà Hmmmmmm vuoi già rifarloooh ahhhh” Lui è di nuovo arrapatissimo, è sempre stato un tipo da tre volte per notte ma non gli è mai successo di rieccitarsi così in fretta.
“Hmmmm amore papà stasera vuole toglierti anche l’altra verginità che ti è rimasta… vuole mettertelo in quel bel culetto… vedrai ti piacerà, fidati! Voltati a pancia in giù, da brava. ” Esce da lei con un rumore secco. Lei spalanca gli occhi, per la prima volta vede il cazzo del padre, è duro ed eretto, tutto sporco dei loro succhi.
“Papà!!! Non puoi mettermelo nel culo, è enorme!!! Non entrerà mai! ”
“Amore mio fidati di papà, non ti ho forse fatto godere come non mai? Fai la brava bambina e voltati. ” Lei ha paura, ma è abituata ad ubbidire al padre ed inoltre lui l’ha veramente fatta godere tantissimo, quindi fa come le ha detto e si mette a pecorina. Lui resta per un attimo a guardare quel culetto sodo che tra poco avrà il piacere di violare per primo, poi mette le mani sulle chiappe e le allarga, scoprendo il roseo buchino. Avvicina la bocca e ne lecca il bordo, strappandole un gemito. Lecca ancora e ancora, infilando la lingua dentro. Ora la sta letteralmente inculando con la lingua e lei lo incita
“OHHHHHH è bellissimoooo AHHHHH Non smettereeeee” Si insaliva un dito e comincia ad infilarglielo… ecco, è tutto dentro. Su e giù, e il buchetto si allarga. Infila un secondo dito, mentre con l’altra mano le accarezza la fica. Ora le sta chiavando il culo con le dita, è bello elastico, e lui non ce la fa più, ha il cazzo che gli scoppia. Toglie le dita e si mette in posizione dietro di lei. Comincia a infilare la cappella
“AAAAAHHHHH Papààà mi fai maleeee”
“Buona tesoro, un minuto e ti passa” Spinge ancora, piano piano. Ora è tutto dentro di lei, il suo tenero buchetto gli sta avvolgendo il cazzo in modo incredibile, deve stringere i denti e fare un respiro profondo per non sborrare subito. Lei lancia degli urletti di dolore misti a piacere. Comincia a muoversi. Dentro e fuori, dentro e fuori. Si china in avanti, le prende le tette tra le mani e le stringe forte mentre la incula con colpi sempre più potenti.
“AHHHHH AHHHHHH AHHHHHHH”
“Sììììì prendilo tutto troia! Lo so che ti piace AHAHHH che culo fantastico che hai, sei una puttana magnifica, la troia di papà! ” Gli affondi diventano ancora più forti, i loro corpi sudati sono presi dalla frenesia dell’inculata, è talmente forte che il letto sbatte con colpi sordi contro il muro.
“AHHHHH Papàà sììììì AAHHHHH inculami sììììì AHHHHHH” “Sì che ti inculo, te lo sfondo questo culetto, te lo apro in due e poi te lo riempio di sborraaaa” . La sta inculando fortissimo, toglie una mano dalla presa sulle tette e va a sgrillettarle la fica.
“AAAAAAAHHHHHHHHHHH Godoooooooooo Papààààààààà” Anche stavolta le contrazioni dell’orgasmo di lei sono fortissime, il padre dà ancora tre o quattro colpi micidiali in quel culetto e poi viene anche lui, inondandola di sborra bollentge
“AAAAAHHHHH OHHHHHH AHHHHHHHH Godo anch’iooooo HHHMMMMM prendi la sborra di papààààààà”.
Le cade addosso con tutto il suo peso, ansimano forte e sono distrutti, ma sono anche consapevoli di aver goduto come mai nella vita
“Papà ti amo, voglio essere la tua troia per sempre! ”
“Oh piccola lo sarai, te lo prometto! Sarai la mia piccola puttanella e io ti farò godere ogni volta che lo vorrai! ” FINE

About Porno e sesso

I racconti erotici sono spunti per far viaggare le persone in un'altra dimensione. Quando leggi un racconto la tua mente crea gli ambienti, crea le sfumature e gioca con i pensieri degli attori. Almeno nei miei racconti.

Leggi anche

copertina racconto erotico

Al mare con nonna

L’anno scorso avevo dodici anni e ho avuto la mia prima esperienza sessuale durante le …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.