Ultimi racconti erotici pubblicati
Home / Incesti / La cugina tettona
copertina racconto erotico

La cugina tettona

Salve, sono un studente ventenne e sono qui per raccontarvi cosa mi e accaduto.
Era una mattina di luglio verso le 10 quando io mi sono svegliato e sono andato a leggere qualche racconto sul computer, come mia abitudine.
Essendo solo in casa mentre leggevo tenevo la mano sulla patta dei pantaloni, strusciandomi il membro.
Ad un certo punto sento bussare mi ricompongo e vado ad aprire e con mia grossa sorpresa vedo mia cugina Anna, mia cugina e stata per me fin dall’infanzia il chiodo fisso delle mie seghe.
Dai miei amici non era considerata una bella ragazza, ma io lo sempre viste come la più bella, forse perché aveva un paio di tette bellissime, (4-5).
Aveva una maglietta abbastanza scollata ed appena entro subito potei costatare che non portava il reggiseno
“ciao cuginetto cosa fai di bello, ti vedo un po’ sudato. ”
“no e che stavo facendo il letto e, con questo caldo… ”
“oh. e da quando hai imparato a rifarti il letto? ”
“da poco, visto che la scuola e finita do un po’ di aiuto in casa”
“a bravo allora sai che ti dico ti do una mano. ”
Cosi ci recammo in camera e ci mettemmo io da un lato e lei dal’ altro e non appena si piego potei vedere quelle due splendide tette che mi fecero avere un erezione mai vista.
Anna se ne accorse ma non disse nulla, finche non trovo a fianco il letto il mio slip ancora sporco di sperma causato dalla sega notturna.
“ma cuginetto alla tua età ancora a farti le seghe” mi feci rosso come un peperone e lei continuo,
“ma come non hai una ragazza che ti faccia sfogare un po’? ”
“no e che… ”
“ho capito! ”
A questo punto si avvicino e mi mise la mano sulla patta dei pantaloni costatando quello che aveva visto.
“Uhh con questo po’ che ti ritrovi!! ”
“vuoi che la tua cuginetta ti risolvi il problema? ”
“te ne sarei molto grato. ”
E a queste parole subito diressi le mie mani verso il suo stupendo seno e lo strinsi molto forte, fino a che lei non mi fermo dicendo che la stavo facendo male, e mi disse di palpare con più calma.
Intanto lei mi abbasso i pantaloni e si chino con la bocca sul mio membro prendendolo dentro e succhiando velocemente ed io intanto le sbottonai i jeans e gli infilai la mano negli slip.
Era bellissimo Anna mi stavo facendo un pompino mentre io la sditalinavo.
ad un certo punto la fermai e la chiesi di esaudire un mio grande sogno, le chiesi di farmi un spagnola e lei subito accetto sfilandosi la maglia e portando il mio membro in mezzo a quelle splendide tette. cosi trascorsero circa dieci minuti e mentre stavo per godere lei si riporto il pene in bocca e mi fece eruttare li e bevendo tutto il mio seme.
A questo punto ci fermammo un po e purtroppo sentimmo bussare la porta, era mia madre, cosi lei mi promise che avremmo continuato un altra volta. FINE

About Porno racconti

La letteratura erotica ha sempre il suo fascino perché siamo noi a immaginare e a vivere, seduti su una comoda poltrona o a letto, le esperienze e le storie raccontate qui, Vivi le tue fantasie nei miei racconti, i miei personaggi sono i tuoi compagni d'avventura erotica. Buona lettura.

Leggi anche

copertina racconto erotico

Al mare con nonna

L’anno scorso avevo dodici anni e ho avuto la mia prima esperienza sessuale durante le …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.