Ultimi racconti erotici pubblicati
Home / Incesti / La mia matrigna
copertina racconto erotico

La mia matrigna

Voglio raccontarvi l’avventura che mi è occorsa circa un mese fa e che mi ha terribilmente eccitato.
Vivo solo con la mia matrigna, che si avvicina ai quarantasette, dopo che mio padre è scappato con una ragazzina.
è una bella donna, elegante e molto sexy: so che da quando mio padre è sparito ha avuto molte avventure ma, come lei stessa ha detto, giusto per lo sfizio.
Dunque un mese fa siamo andati al matrimonio della cugina Maura con un ragazzo della Guadalupe.
La mia matrigna era proprio attraente, con una gonna corta ed una camicia che metteva in risalto il seno.
L’atmosfera era rilassata e le due famiglie erano in armonia, aiutate dai dolci e dall’alcool.
Ad un certo punto il fratello dello sposo è venuto a parlare con la mia matrigna: si vedeva che non gli era indifferente!
Era un uomo alto, di bella presenza, all’incirca della sua stessa età.
Hanno ballato insieme e mi eccitava vedere i loro corpi strofinarsi.
Si vedeva che c’era feeling fra i due e lui, ogni tanto, le metteva le mani sulle natiche che lei agitava sapientemente.
Dopo la cena siamo stati a chiacchierare e a ridere.
Ad un certo punto la mia matrigna è uscita all’aperto e l’altro l’ha subito seguita.
Li vedevo dalla finestra parlare animatamente e passeggiare.
Sono uscito di soppiatto, ho fatto il giro della casa e li ho visti, dietro la sala da ballo, che si abbracciavano furiosamente.
Poi, tenendosi per mano, si sono diretti verso un capanno di attrezzi.
Per mia fortuna ho potuto mettermi dietro un muricciolo a soli quattro metri da loro: calava la sera ma ci vedevo ancora bene.
Sempre abbracciandosi avevano cominciato a palparsi: la mia matrigna lo stringeva e gli accarezzava il culo e la schiena mentre lui ricambiava palpeggiandole le anche e le chiappe.
Lei allora buttava la testa indietro, appoggiandogli le mani sul petto e lasciandosi slacciare la camicetta: potevo vedere le mani nere che contrastavano con la pelle bianca del seno.
Poi lei gli delicatamente aperto la patta traendone l’ucellone nero e rugoso: lo ha menato per un poco poi si è inginocchiata e glielo ha preso in bocca.
Vedevo la mia matrigna succhiare con voluttà quell’arnese e mi eccitavo sempre più.
Quindi si è rialzata mettendosi a sedere su una cassa e lui, dopo essersi tolto i pantaloni, l’ha penetrata.
Scorgevo le sue grosse chiappe nere andare a venire tra le cosce della mia matrigna: sentivo i loro gemiti crescenti e, in particolare, la voce di lei che cominciava ad urlare. Istintivamente ho posato la mano sul cazzo per menarmelo anche se avevo paura che qualcuno ci sorprendesse, non tanto per lo scandalo quanto perché lo spettacolo sarebbe stato interrotto.
La mia matrigna godeva sempre più forte, le mani bianche attanagliate al culo del negro.
All’improvviso si sono fermati, lei si è girata per farsi prendere alla pecorina: ho visto quel cazzo enorme infilarsi fra le chiappe e la testa della mia matrigna sollevarsi di scatto per il piacere.
L’andirivieni diventava sempre più veloce, anche il negro cominciava a gridare, a gemere: ogni tanto intravedevo qualcosa di chiaro spuntare fra le gambe del negro: era la mano della matrigna che gli accarezzava le palle mentre veniva inculata!
Evidentemente quell’atto lo eccitava al massimo perché lo sentii venire subito!
Mentre lui si ritirava dopo aver sborrato, la mia matrigna si dimenava ancora mentre io ero già alla seconda sega e ce l’avevo ancora duro!
Poi sono tornato di corsa nella sala da ballo dove, nel frattempo, la festa era finita.
Amid (l’amante negro) arrivava subito dopo e raggiungeva la moglie; per ultima rientrava la mia matrigna, un po’ congestionata in viso.
In nottata sono tornato con un accendino “sul luogo del delitto”, dove ho trovato le mutande della mia matrigna: gliele ho restituite il giorno dopo dicendole di fare attenzione a non prendere freddo! FINE

About erotico

I racconti erotici sono la mia passione. A volte, di sera, quando fuoi non sento rumori provenire dalla strada, guardo qualche persona passare e immagino la loro storia. La possibile situazione erotica che potranno vivere...

Leggi anche

copertina racconto erotico

La zia Lucia

Mia zia Lucia è una donna sui 45 anni, ma è ancora molto bella. Nonostante …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.