Ultimi racconti erotici pubblicati
Home / Incesti / La moglie di mio padre
copertina racconto erotico

La moglie di mio padre

Era una fredda sera di inverno, mi ricordo che ero completamente scocciato di andare a casa di mio padre, ormai diventato patetico e poco divertente, si era fatto vecchio, purtroppo.
Arrivai verso le 9. 30 tutti avevano cenato e mio padre era già a letto.
Dovete sapere che se anche era cosi ora prima lui era un casanova e tutto ciò lo dimostrava la moglie che aveva, una donna che solo a guardarla ……. ti faceva sognare!!
Be lei no si è mai dimostrata molto aperta sessualmente, ma io sapevo di sicuro che lo era, infatti quella sera io arrivai senza bussare avevo la chiave, e la trovai in bagno che si depilava, era cosi eccitante guardarla che lo spigolo della porta sentiva già il mio membro indurirsi, era quasi nuda infatti non portava gli slip, ma solo una camicia da notte cortissima.
Poi ad un certo punto vidi che si guardava in mezzo alle gambe e incominciò a toccarsi non so perche ma decise di radersi anche li forse perché era troppo tempo che non provava sensazioni nuova, bhe a quel punto la mia mano scese nei pantaloni e appena fini di radersi tutta eccitata incominciò a toccarsi a quel punto io che ero dietro alla porta stavo per impazzire, di colpo vidi il contatore della luce e lo staccai, pensando che lei si sarebbe alzata per riattaccarlo, e…….. ci saremmo scontrati……. infatti cosi fu!
Si avvicino e io con velocità fulminea mi tosi la maglia e la felpa rimanendo a torso nudo, mi abbassai anche i pantaloni ……. lei si avvicino e appena mi tocco, sobbalzò, io la strinsi forte, la mia mano scese fino alle sue natiche e al suo bucchetto, mi ricordo che prima cerco di liberarsi, poi appena il mio membro le sfiorò il clitoride tremò e incomincio ad assecondarmi, infatti io impazzito di sesso, la misi nell’angolo e incomincia a scoparmela, poi le mi fermo ‘ disse
“No aspetta non venire, si inginocchio e incomincio a succhiare finche non le arrivai in bocca…… poi mi pose a terra e mi disse da ora se mio….. si muoveva come una serpente su di me le sue tette erano durissime, prima mi montò, poi si girò e lo prese da dietro, si muoveva lentamente e io sentivo il suo corpo fremere di piacere , ero sconvolto, una scopata così non l’avevo mai fatta, mi tenne a terra per tre ore , i suoi occhi sprizzavano sesso, infatti dopo quella notte………… FINE

About A luci rosse

Mi piace scrivere racconti erotici perché esprimo i miei desideri, le storie vissute e quelle che vorrei vivere. Condivido le mie esperienze erotiche e le mie fantasie... a luci rosse!

Leggi anche

copertina racconto erotico

Al mare con nonna

L’anno scorso avevo dodici anni e ho avuto la mia prima esperienza sessuale durante le …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.