Home / Incontri / Appuntamento al buio
copertina racconto erotico

Appuntamento al buio

Sono arrivato all’indirizzo che mi hai dato. Suono il campanello, senza rispondermi apri il cancello ed entro. Attraverso il giardino e la piscina, ti cerco intorno, ma non ti vedo, così arrivo all’ingresso della casa ed entro… sento un sottofondo di musica lenta, melodica e sensuale… Oramai sto nella casa e vado al salotto dove ti vedo in piedi ad aspettarmi…

è la prima volta che ti vedo… mi piaci… mi piace il tuo

Sguardo da bambina innocente e da donna focosa insieme…

Sguardo scherzoso, ma anche erotico, vivo e interessante… Dal modo che mi guardi, anche se sembri un po’ imbarazzata, mi dai subito l’impressione che anche io ti piaccio…

Indossi una camicia bianca maniche corte e una gonna bianca, corta ma non aderente…

“Ciao, piacere” mi dici,

“ciao” e mentre ti do la mano, me ne accorgo che la tua camicia è abbastanza trasparente e che non porti il reggiseno… così riesco a distinguere il color bruno dei tuoi capezzoli… te ne sei accorta che per un secondo mi sono messo a guadare il tuo seno, ma non dici niente…

“posso offrirti qualcosa da bere? , magari un succo? ”

“sì, grazie! ” mentre mi dai il bicchiere, mi tocchi la mano e ci guardiamo negli occhi…

“devo salire un attimo su” mi dici e guardo le tue spalle, la tua schiena, il tuo bacino, le tue gambe e il tuo passo… mentre sali le scale. Stando io al piano di terra, posso osservare le tue gambe mentre ti muovi e ad ogni gradino che sali, io posso vedere una parte pi grande delle tue gambe… arrivando verso gli ultimi gradini, oramai posso vedere anche il tuo sedere e me ne accorgo che… non porti neanche le mutandine e così posso ammirare il tuo sedere e una piccola parte dei tuoi pelli….. per un attimo ti fermi, giri il tuo collo, mi guardi e poi continui e ti perdo dalla mia vista… Dopo un po’ torni e cominci a scendere i gradini e così ammirare le tue gambe e le meravigliose scoperte che mi regala la tua gonna che si muove su e giù mentre scendi… Mi piacciono le tue gambe e le tue curve… sono seduto ad un divano e tu vai a sederti ad una poltrona. mentre parliamo, osservo il modo che sorridi, che assesti i tuoi capelli, che gesticoli… sei attenta (ma non tanto) di non aprire le tue gambe mentre stai davanti a me e hai le gambe incrociate… ogni tanto cambi posizione alle tue gambe e cerchi in modo sensuale, innocuo e furbo di mettere la mano davanti per nascondere le radici delle tue cosce… ma (volendolo) non ci riesci bene…

“fà caldo, no? apro un bottone della mia camicia” e vedo meglio la parte superiore del tuo seno… i bottoncini dei tuoi seni cominciano ad indurirsi e ogni tanto ti lecchi le labbra… mi alzo e mi avvicino a te… comincio ad accarezzarti i capelli e il collo…

“sai, hai belli capelli, un bel collo e un bel corpo. A me mi piace scattare delle foto, purtroppo oggi non ho preso la mia macchina fotografica, ma vorrei provare con te alcune possibili foto e magari la prossima volta che ci rivedremo, faccio le foto per davvero. Che ne dici, facciamo una prova? ”

“Sì, perché no? mi piace l’idea! ”

“Allora cominciamo subito! Siedi qua sul divano e prendi delle posizioni che ti vengono in mente. Voglio vedere un po’ la tua fantasia nelle posizioni che prendi! Siedi anche sul tavolo o sul divano se vuoi! Prendi posizioni erotiche e ti stai eccitando tanto…

“adesso vai alla scala e prendi diverse posizioni! ” Ti metti seduta sui gradini con le mani tra le cosce e mi guardi con sguardo erotico… poi ti giri di profilo e mi fai vedere le due gambe distese sul gradino e il profilo del tuo seno che si sta indurendo sempre di più.. e mettendo tutti i capelli da un lato, giri e mi guardi in una nuova posa… Ora ti alzi e mentre metti una gamba sul gradino superiore, giri e mi guardi. Ora ti inchini in avanti con le gambe tese fingendo di voler prendere con le mani qualcosa che ti è caduto al gradino, cosi posso ammirare le tue gambe e vedere il tuo sedere perché in questa posizione la tua gonna si alza molto… così posso intravedere la tua rosa rossa e persino il buchino del tuo culo…

“bene, sei brava, la prossima volta faremo belle foto! Ora voglio chiederti se c’è l’hai una lenzuola di seta rossa! ”

“Si c’è l’ho, ma che ti serve? ”

“dai andiamo a prenderla e vedrai! ”

Entriamo nella camera da letto.

“ecco la lenzuola rossa, allora? ”

“Hai un bel corpo e mi abbia ispirato per alcune riprese… saranno un po’ osè, non so se… ”

“dai dimmi che devo fare, non ti preoccupare! ”

“allora voglio che ti togli i vestiti, e ti metti sul tuo corpo soltanto la lenzuola.. il suo rosso focoso avvolgere il tuo corpo e descriversi sotto il tuo corpo… ”

“d’accordo! ” metti la lenzuola intorno al tuo corpo e ti guardo mentre di sotto sbottoni la tua camicia, la butti via e poi ti inchini per toglierti anche la gonna… ora sei completamente nuda sotto la lenzuola…

“bene adesso lasci un po’ larga la lenzuola e prendi diverse posizioni, per poter intravedere il tuo corpo le forme delle tue curve che si descrivono sulla lenzuola…. ” prendi diverse posizioni e ora si intravede la forma della tue cosce, del tuo sedere mentre lo muovi lentamente sotto la lenzuola e ora vedo le colline eccitate dei tuoi seni… mi guardi con uno sguardo desideroso e quasi lagnoso

“allora sono brava? ” mi dici con una foto calda ed eccitata…

“sì sei molto brava e bella, adesso avvolgiti strettamente la lenzuola intorno al tuo corpo per vedere come si descrive! Bene! Ora voglio che lasci scoperte alcune parte del tuo corpo e le altre le avvolgi nella lenzuola! Prima mettiti tutta dentro e lasci solo i tuoi capelli. Ora lascia scoperte le spalle e il collo.. ” ti accarezzo leggermente le spalle…

“ora cerca di avvolgere tutto il tuo corpo e lasciare fuori solo il tuo seno, coprendo di nuovo le tue spalle! Bene! … ” il contrasto tra il rosso e i tuoi seni eccitati pieni di desiderio, dei tuoi capezzoli duri e tesi è meraviglioso… con la mano ti tocco i seni gli palpo e sento uscire dalla tua bocca voci (perché non posso vederti essendo tutta coperta tranne il tuo seno)

“mmmmm” continuo per un po’ a palparti il seno…

“bene, ora lascia scoperta solo la pancia! ” te la bacio e la accarezzo… la tua pelle emette un odore stupendo… hai una pelle calda e umida… ora lascia scoperto solo il tuo fondoschiena e cammina un po’ nella camera, voglio vedere come muovi i tuoi emisferi… bene… ora inchinati un po’… ” di nuovo il contrasto tra il rosso e la tua pelle e meraviglioso… ti accarezzo il sedere e te lo bacio… sento di nuovo suoni erotici uscire dalla tua bocca…

“mmmm, aaah, mmmm” ruggi dolcemente come una fellina… per essere più intuonato il tuo sedere con il rosso della lenzuola, ti dò piccoli morsi sul sedere e alcuni schiaffi leggeri…

“mmmm, aaah… ”

“bene, adesso stai ancora meglio con il rosso, sei molto brava!! ” il tuo corpo ha cominciato a muoversi edonicamente senza il tuo controllo, e ha preso un ritmo di muoversi lento, erotico e pieno di desiderio… anche io sono eccitato…

“ora copriti, voglio vedere solo le tue labbra! ” lo fai.. te non mi può vedere e non sai che sto facendo… comincio a baciarti sulla bocca.. le tue labbra sono gonfie, eccitate, mi baci piena di desiderio e fame, quasi volendo mangiare le mie labbra… ti stringo su di me e ti palpo il corpo… tu essendo avvolta nella lenzuola non puoi muoverti e così sei come essere legata incapace liberarti.. con le mie mani accarezzo o maneggio con forza le tue spalle la schiena, il tuo culo…

“sìììì, sono eccitatissima, mi fai impazzire!!! ” ti sollevo e ti metto sul letto. Essendo ancora avvolta nella lenzuola, non puoi ne muoverti ne vederti e aspetti i miei baci… io piano piano per non fare rumore tolgo il pantalone e lo slip e avvicino il mio membro sulle tue labbra… te ne accorgi che non sono le mie labbra, ma il mio pene e cominci a baciarlo… metti la testa del mio pene nella tua bocca e lo succhi, lo lecchi… poi lo tolgo..

“dove è? ” con la bocca aperta e la lingua fuori lo cerchi…

“dove è? dai, dammelo ti prego, lo voglio!! ” te lo rimetto in bocca e lo succhi come pazza, quasi mi fai male succhiandolo così fortemente… lo prendi tutto nella bocca, fino alla radice.. poi un testicolo nella bocca e tu brava e duttile lo succhi.. poi ti metto tutti e due nella bocca… Sei molto sudata ed eccitata… la lenzuola si è attaccata sul tuo corpo e me ne accorgo che la parte della lenzuola che sta all’altezza delle tue cosce, è tutta bagnata…… allora apro la lenzuola

“finalmente!! Vieni ti voglio!! ” apri le mani e le gambe e subito ficco il mio membro nella tua fica… ci scoppiamo come due pazzi scatenati… te gridi dal desiderio…

“sìììì, sto per venire già! dai scopami ti prego, sfondami la fica!! sììììì!!!! aaaahhh!!! ” mi metto sdraiato sul letto e tu sali su di me e comincio a scavalcare sul mio cazzo…

“sììì come è bello!!! Aaaah vai su e giù come pazza e io ti aiuto con le mie mani tenendo fortemente le tue chiappe… sei venuta gia tre volte… ti sento sbrodolare e la tua fica e calda e morbida come burro caldo…. giri, metti la tua fica sul mio viso, cominci a leccare il mio pene e io la tua fica… dopo un po’, vengo anche io e tu sei attenta a non lasciare scapparti nessuna goccia del mio pene… ingoi tutto il mio sperma… è bello lasciarsi andare nella bocca di una donna assetata… siamo tutti e due senza fiato..

Rimaniamo per un po’ abbracciati sul letto ma ci accorgiamo che siamo molto sudati, le lenzuola sono bagnate e i nostri corpi si appiccicano molto.

“Dai andiamo a fare una doccia! ” aaaaaaaandiamo al bagno e entriamo tutti e due nella vasca.. cominciamo a giocare con il phone della doccia l’acqua è fresca e ci sveglia un po’ dalla fatica precedente ma ci eccita anche!! poi appoggiamo il phone su, prendiamo due spugne, mettiamo del sapone liquido e cominciamo a lavare l’uno il corpo dell’altro… la sensazione dei nostri corpi, lisci e scivolosi al tatto, ci eccita e scambiamo baci e abbracci….

“dai girati che ti lavo la schiena” ti dico e sento il mio pene svegliarsi… mentre ti lavo le spalle e la schiena ti do baci sul collo, sulle spalle e tu giri il collo e mi baci in bocca… il mio pene è dritto e lo senti toccare gli emisferi del tuo culo… ti faccio appoggiare le mani sull’orlo della vasca così ti pieghi in avanti… tutta la tua pelle è scivolosa e allora prendo con una mano il mio membro e cerco il tuo buco… sento che non c’è bisogno di rilassare lo sfintere del tuo buco perché è eccitato ed è bello quando all’inizio resiste essendo ancora stretto… piace anche a te e ti pieghi di più per prenderlo meglio… ora sto nel tuo caldo e stretto sedere… è bello esserci dentro…

“sìììì, dai mettimelo tutto! mmmm… lo sento che si gonfia di continuo, sìììì dai inculami bene!! Ne avevo bisogno di una cosa grossa nel mio culo!! sìììì!!! Mettilo tutto dentro! aaaahhh!!! ” muovi le tue chiappe avanti e indietro, sinistra e destra.. con le mie mani ti tengo dalla schiena all’altezza dell’ossa del bacino e ti muovo avanti e indietro ora lentamente e ora velocemente… alcune volte lo tolgo tutto per rimettertelo piano piano o velocemente… l’acqua della doccia continua a cadere su di noi…

“sìì, mi piace da morire, si aahhh sto venendo di nuovo!! Continuo e verso il mio sperma nel tuo culo, venendo contemporaneamente tutti e due…

…. Dopo un quando abbiamo ripreso

“ora voglio bendare i tuoi occhi perché ho una sorpresa per te”

“che sorpresa? Usciamo prima dalla vasca! ”

“no! qui dentro voglio farti la sorpresa! Dai, lascia che ti bendo gli occhi! ”

“vabbene… ”

“adesso ti faccio sedere su una parte della vasca dove c’è spazio per sederti comoda e senza scivolare! ” stacco il phone da su dove stava, tu stai seduta con gli occhi bendati , prendo il phone e svito la parte superiore cioè il phone lasciando solo il lungo tubo elastico da dove scorre l’acqua.. te non te sei accorta di niente e all’inizio mettendo un dito sull’estremità del tubo faccio uscire l’acqua come se fosse ancora con il phone su e comincio versare acqua su di te.

“allora questo era? Volevi versare l’acqua su di me? ” senza dirti niente metto il dito sul tubo in modo di uscire l’acqua con un po’ di pressione e lo indirizzo sul tuo seno…

“mmm, è bello come fai a mandare così l’acqua? è eccitante e mi provoca un dolce solletico!! ” i tuoi seni sotto l’acqua che ti mando con un po’ di pressione indurisce i tuoi seni e vedo i tuoi bottoncini sollevarsi…

“mmm, questa acqua fresca che accarezza i miei seni è deliziosa! Continua ti prego!! ” poi indirizzo il tubo verso il tuo pube… e

comincio ad eccitare il tuo clitoride… ogni tanto cambio la temperatura dell’acqua… ora fresca e ora tiepida…

“mmmm, sì mi piace da morire!! che sensazione!! aaaahh!!! ” ora metto mettigli il dito e così l’acqua esce con più grande pressione… e la verso al tuo clitoride e alle lebbra della tua fica…

“è così bello! mi crea una sensazione di eccitazione e di allegria!! mi ridere e insieme eccitare!! è bellissimo!!! ” Siamo tutti e due eccitati.. chiudo il rubinetto, prendo un asciugamano e comincio ad asciugarci -intanto tu togli la benda e mi abbracci, mi baci al viso

“mmm, è stato bellissimo grazie, ma è peccato fermarci adesso!!! ” Guardo la lavatrice

“ma tu sai usare bene la lavatrice? ”

“cioè? che vuol dire usare bene la lavatrice? ” per esempio sai usare bene il programma per strofinare il bucato? ”

“ma che dici? !! sei pazzo? ”

“vedrai tra poco come si usa bene una lavatrice! ” ricominciamo a baciarci, toccarci e siamo molto eccitati…

“dai adesso vedrai come si fa un buon uso della lavatrice! ” metto un asciugamano nuovo sulla lavatrice (per non scivolare) e mi metto seduto sulla lavatrice “dai sali sulla lavatrice! ” stai in piedi sulla lavatrice con una gamba ad ogni lato dei miei fianchi…

“ora siediti su di me! …. ” ti siedi piano piano prendendo tutto il pene nella tua rosa e cominci a muoverti… con una mano metto in funzione la lavatrice ad una grado prima di quello che comincia a strofinare i capi… e continui a muoverti su e giù sul mio membro. All’improvviso la lavatrice arriva al programma dello strofinamento e comincia a sbattersi… tu non ti muovi più con la tua forza, ma ti lasci ai movimenti della lavatrice… stanno vibrando i nostri corpi al ritmo della lavatrice e con le mani mi tango dagli angoli della lavatrice per scivolare a cadere , buttarci fuori!!

“sì è molto bello! sento le vibrazioni su tutto il mio corpo, sento il mio clitoride e il tuo membro in me che si muove e mi eccita tantissimo!! Tutto il mio corpo trema, stiamo tremando insieme! e non è per niente faticoso stiamo fermi e fa tutto la lavatrice!! aaaahh questo sì che è un buon uso della lavatrice!! aaaah sì!! che eccitazione!! che sensazione strana! sento tutto il mio corpo vibrare e ho la sensazione che entri sempre più in profondità in me, arrivi ne miei visceri!!!! sto per venire di nuovo aaaahhh!!! sììì!! ” e gridiamo tutti e due eccitatissimi…. e veniamo tutti e due… (questa volta avevo messo il preservativo! ) e finiamo insieme con la fine del programma della lavatrice!!

“hai ragione, così si deve usare una lavatrice!! ”

Scendiamo, ci mettiamo a mangiare qualcosa essendo davvero pieni di fame (intendo fame di cibo!! ) e poi ti saluto e vado via..

“Ciao! Era tutto stupendo! sei stati fantastico! Ci vediamo presto! ” ci baciamo “Anche tu sei stata brava!!! ” FINE

About Esperienze erotiche

Mi piace partecipare al progetto dei racconti erotici, perché la letteratura erotica da vita alle fantasie erotiche del lettore, rispolverando ricordi impressi nella mente. Un racconto erotico è più di una lettura, è un viaggio nella mente che lascia il segno.

Leggi anche

copertina racconto erotico

L’estetista di Rocco

Ciao mi chiamo Rocco ho 32 anni. Voglio raccontarvi cosa mi è successo quando decisi …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.