Ultimi racconti erotici pubblicati
Home / Coppie / La Foratura
copertina racconto erotico

La Foratura

Una sera tornando a casa da lavoro (avevo appena 19 anni), con la mia macchina percorrevo la solita strada, quando ad un tratto vidi una macchina in panne ai bordi della strada. Vicina la quale una donna (circa 40 anni) contemplava la gomma posteriore bucata, non potei che fermarmi e aiutarla.
“Io” Salve posso aiutarla.
“Lei” Certo, deve.
Da vicino non era male, indossava una gonna al ginocchio con uno spacco vertiginoso.
“io” Mi apre il cofano e per gli attrezzi.
“Lei” Certo.
Preso il cric e la chiave per svitare la ruota mi misi subito a lavoro, lei apri lo sportello posteriore della sua vettura e vi si sedette tenendo le gambe al di fuori della vettura. Mentre io stavo per togliere la gomma bucata udii un colpo di tosse e per istinto mi voltai verso la fonte del rumore, rimasi di stucco alla vista dello spettacolo che mi si mostrava davanti ai miei occhi, la gonna era aperta per lo spacco dalla mia parte e io potevo vedere una gamba perfetta e non solo, intravedevo anche gli slip, peccato che ci fosse poca luce “non potevano mettere dei lampioni più potenti”. Riuscì malgrado tutto a sostituire il pneumatico forato.
“Io” Ecco, ora può andare, ma si ricordi far riparare la gomma bucata.
“Lei” Grazie, non so come ringraziarla.. .. . Certo perché non viene a casa mia è qui vicino.
“Io” Non vorrei disturbare.
“Lei” Mi segua.
La segui e non ci mettemmo molto ad arrivare, salimmo a casa sua e la signora mi fece accomodare sul divano e si allontano, poco dopo udii dei passi molto pesanti che si avvicinavano mi volta e vidi un uomo (circa 45 anni) robusto che si avvicinava in pigiama.
“Lui” Buona sera. Ho saputo quello che ha fatto per mia moglie e le sono molto grado. Per fortuna le è capitato un bravo ragazzo. Vuole qualcosa da bere.
“Io” No grazie non bevo, ho fatto solo il mio dovere.
“Lui” Anche se ha fatto solo il suo dovere, io mi sento di doverla ringraziare in qualche modo, dalle mie parti è d’obbligo. E spero che le piaccia.
Da una porta uscii la donna, che poi scopri essere la moglie dell’uomo, coperta da una leggera vestaglia trasparente da cui si vedevano tutte le sue forme.
“Lui” Spero che mia moglie possa bastarle come ringraziamento.
“Io” Ma non capisco.
“Lui” La facevo più sveglio, potrà dare una botta a mia moglie.
“Io” Ma sta scherzando.
“Lui” No, guardi che se rifiuta la prendo come una offesa personale.
La signora si sedette affianco e con una mano comincio ad accarezzarmi sulla gamba salendo sempre più su, fino ad arrivare sulla patta dei pantaloni, dove il mio arnese era già in tiro.
“Lei” Caro credo che abbia già accettato il tuo regalo.
Detto ciò si alzò prendendomi per mano e mi condusse nella stanza da letto, dove mi fece sdraiare sul letto, e subito incomincio a togliermi i pantaloni, in un attimo rimasi in mutande. Io ero incredulo che tutto ciò stesse capitando a me, pensavo che capitasse solo nei film, invece era la realtà e mene resi conto quando la signora infilo una mano negli slip afferrando il pene e cominci a farmi una sega mentre mi baciava sulla bocca. Giunto quasi all’orgasmo decisi di prendere l’iniziativa, mi alzai sfilai gli slip, e la spinsi sul letto con forza, nel fare ciò mi accorsi che nella stanza era entrato anche il marito il quale si stava masturbando guardandoci.
“Lei” Non preoccuparti, lo eccita da morire vedere sua moglie con un’altro .
Ormai preso dall’eccitazione infilai una mano sotto la sua vestaglia e gli stappai le mutande, facendole emettere un gemito, il mio pene non voleva altro che eruttare la sua lava bollente e decisi di accontentarlo, lo diressi verso la vagina della donna per penetrarla, mentre stavo per entrare mi senti chiamare ed allora mi fermai.
“Lui” No, non puoi penetrarla nella f.. . , questo posso farlo solo io.
“Lei” Non dispiacerti piccolino avrai altri modi per godermi.
Detto ciò la moglie si girò di spalle inarcando il culo.
“Lui” Non ho detto che non la puoi penetrare, non lo puoi fare nella f.. . , ma nel culo si.
“Lei” Dai che aspetti, questo e meglio della f.. . , l’hanno apprezzato in molti.
Diceva la verità a riguardo, perché il mio pene entro senza problemi.
La situazione mi eccitava moltissimo e mi piaceva da morire, un marito che si fa scopare sua moglie sotto i suoi occhi, non tardai molto a venirle dentro.
Mentre lo estraevo vidi la signora che si masturbava freneticamente, allontanatomisi, il marito eccitatissimo si butto a scoparla, vidi il mio sperma fuoriuscire dall’ano e colare per il solco raggiungendo sia il pene che la fica della signora, vedendo ciò mi comincio a venire duro, ma decisi di andarmene, mi rivesti e mene andrai lasciando i due da soli..
Da quell’incontro non li ho più rivisti, ma da allora frequento solo coppie di quel genere. FINE

About racconti hard

Ciao, grazie per essere sulla mia pagina dedicata ai miei racconti erotici. Ho scelto questi racconti perché mi piacciono, perché i miei racconti ti spingeranno attraverso gli scenari che la tua mente saprà creare.

Leggi anche

copertina racconto erotico

Nina

Non so, non ho capito, ho una grandissima confusione in testa, sto scrivendo senza pensare; …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.