Home / Incontri / La patente dimenticata
copertina racconto erotico

La patente dimenticata

Ciao.. da Giselle.
Spero tanto di non annoiarvi con le mie storie e mi piacerebbe che qualcuno mi scrivesse un commento..
Forse ne invio troppe, ma mi diverte tanto e ho circa vent’anni di sesso da ricordare e raccontare.

Per esempio, quella volta che ho dimenticato la patente..
Devo svelare un segreto.
Sono sempre stata attratta dalla divisa della nostra polizia.
Soprattutto la Verkehrspolizei, la polizia stradale: i motociclisti hanno una tutta di pelle verde che mi fa impazzire.
Avevo 28 anni e guidavo una Fiesta quando mi fermano per un controllo: non ho la patente.
In questo caso ci sono due possibilità: lasciare lì la macchina o farsi accompagnare dal poliziotto a casa a prenderla, se non è troppo lontano.
Mi metto quasi a piangere, prego il motociclista di accompagnarmi, non ci mettiamo molto..
Sale al posto di guida, con la sua tuta verde.. è bello, giovane.
Voglio a tutti i costi approfittarne e cerco un sistema..
“Sa, una mia amica è quasi ammalata, impazzisce per i poliziotti in divisa. Ho paura per lei che si metta nei guai.
Prima o poi salta addosso a qualcuno..
Non è per niente stupido, mi mette una mano su un ginocchio..
“Niente paura, anche noi siamo uomini, e una bella donna è sempre ben accetta.
Intanto muove la mano all’interno delle gambe. Io le apro appena per accelerare i tempi. Siamo a casa.
“Vieni su, che ti faccio vedere la patente.
“Solo la patente? e solo vedere?
Mi gira la testa, so cosa sta per succedere, sento un fuoco tra le gambe e vedo che lui ha qualcosa di grosso sotto la stupenda tuta verde..
è stato il pompino più bello della mia vita: il cazzo in bocca mentre con le mani gli stringevo il culo attraverso la tuta di pelle. Lui in piedi ed io in ginocchio.
Nessuno ha parlato, mi ha riempito presto la bocca mentre mi toccavo tra le gambe, si è chiuso i pantaloni e siamo ripartiti.
“Possiamo rivederci?
“Si volentieri..
L’ho rivisto, l’ho portato a casa a chiavare, ma non mi è piaciuto, senza tuta: era uno dei tanti. FINE

About Esperienze erotiche

Mi piace partecipare al progetto dei racconti erotici, perché la letteratura erotica da vita alle fantasie erotiche del lettore, rispolverando ricordi impressi nella mente. Un racconto erotico è più di una lettura, è un viaggio nella mente che lascia il segno.

Leggi anche

copertina racconto erotico

In una giornata dedicata allo shopping

La storia ha inizio in una giornata dedicata allo shopping. Mi chiamo Franco, ho 35 …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.