Ultimi racconti erotici pubblicati
Home / Incontri / La segretaria…
copertina racconto erotico

La segretaria…

Non è certo quello che si dice “una bellezza mozzafiato”… forse è anche un pochino soprappeso… morbidamente appetibile… , di certo è intrigante e lo è stata sin dal primo giorno che l’ho conosciuta… con quel suo modo intenso di guardarmi, inequivocabilmente sensuale… che ad ogni occhiata sembra comunicarmi l’avido desiderio di essere toccata… , quelle forme prorompenti… che ad ogni sguardo sembra offrire con libidine, … quella mano che, quando la stringo per salutarla… , indugia nella mia cercando disperatamente di trasmettermi tutta la voglia che ha di prendere il mio membro… stringerlo delicatamente tra le sue lunghe dita affusolate… per poi prenderlo in bocca… e baciarlo con le sue labbra vogliose… sulle quali, quando mi guarda, passa la sua lingua vellutata… indugiando eroticamente lanciandomi eloquenti messaggi su quelle che sono le tue fantasie e quelle che sarebbero le sue impudiche voglie… tutte le volte che sono capitato nell’ufficio del mio amico ed eri sola ci ho pensato… e spesso… , la cosa m’intriga e tanto anche… e di certo non è il timore di essere sorpresi… , ma piuttosto il piacere di prolungare al massimo questa situazione intrigante per ricavarne il massimo piacere, che mi ha “trattenuto” dal metterti il mio cazzo in quella bocca che non aspetta altro!! ieri poi, mentre ero seduto intento a scrivere un promemoria per il mio amico… che non c’era, tu mi sei sgusciata silenziosa dietro… senza che io me ne avvedessi e con la scusa di vedere se la calligrafia era chiara… hai appoggiato le tue grosse e sode tette sulle mie spalle e muovendoti ha massaggiato il mio collo… provocandomi un’erezione alla vista della quale hai preso ad osservare intensamente ed avidamente… il rigonfiamento dei miei pantaloni. poi abbassando la testa mi hai sfiorato l’orecchio impercettibilmente con le tue labbra umide ed indicando una frase con la tua mano affusolata hai detto:

“lei si che scrive chiaro, diretto, fa capire esplicitamente le cose che vuole dire… è come me… anch’io sono diretta… faccio capire le cose come stanno… al mio ragazzo per esempio ho detto sin dal primo momento che non gliela avrei data… che voglio arrivare vergine al matrimonio… perchè sono fatta un po’ all’antica… anche se ho solo 22 anni” io, mostrandomi per nulla sorpreso, mentre lo ero e molto… risposi:

“scusa… ? ? non ho capito… cosa non gli vorresti dare… ? ” lei sorridendo, voluttuosamente divertita… con gli occhi concupiscenti mi guardò e rispose:

“ma come non ha capito? ? … non è possibile, un uomo interessante… navigato come lei… la fichetta… quella non gliela dò… non voglio scopare… con lui almeno fino al matrimonio… altre cose sì, è naturale altrimenti quello mi molla… è normale… in bocca… , nel culetto… lì sì glielo faccio infilare… e vedesse come gli piace… ed anche a me e tanto… specialmente quando mi stantuffa su e giù con il suo cazzo duro il mio culetto… poi gli faccio dei giochini con le mie tettone sode… faccio così… le prendo e le stringo una all’altra… vede… (per farmi capire aprendo le palme delle sue mani ed appoggiandole ai lati del seno accostò le due grosse tette che sembrava volessero scoppiare all’inerno dell’attillatissima e scollatissima maglietta… fosse stata nuda sarebbe stato meno provocante… ) ha capito come… ? … cerco di formare una specie di culetto… con le mie tette a lui piace tanto… infatti prende il suo pisello e lo mette in mezzo… fino a farlo scomparire tutto… e poi, poi pompa… pompa avanti e indietro, proprio come se mi stesse inculando… non può immaginare quanto è eccitante… solo a pensarci mi stò bagnando tutta… vuol sentire… ? ? ? ” dicendo queste parole… senza che io avessi la benchè minima reazione… , prese la mia mano… e infilandola sotto la sua gonna la mise tra le sue coscie… spostando la mutandina… mi fece sentire quanto era oramai fradicia di umori la sua passera… !! dopo aver sentito a che punto era la sua voglia… aprii con due dita le sue labbra e le infilai delicatamente nella sua fica… superficialmente però… , mi aveva fatto capire di essere vergine e di volerlo rimanere… , le cominciai a massaggiare il clitoride che aveva raggiunto delle dimensioni ragguardevoli… e fuoriusciva vistosamente mostrando, se mai ve ne fosse stato bisogno… quanta voglia aveva quella troia di farsi scopare ovunque… pur di placare la sua lasciva brama di cazzo… !! lei oramai aveva preso a gemere, senza alcun ritegno… come una cagna in calore ed io, dopo averle abbondantemente stimolato il clitoride… vedendo che la sua voluttà cresceva velocemente… mi fermai, non volevo che venisse… almeno non subito… !! come se fosse stata colpita da uno schiaffo in pieno viso… , senza smettere di dami del lei mi disse:

“perchè ha smesso… era così bello stavo godendo come non mai… il mio fidanzato non mi ha mai toccata così… , si mi tocca la fica… ma non così come lei… lo rifaccia ancora la prego… e mi metta due dita anche nel culo… ” io oramai avevo il cazzo che stava sfondando i pantaloni… lei lo capì, lo liberò… e accovacciandosi lo prese in bocca… ingoiandolo tutto, nonostante le ragguardevoli dimensioni… , arrivando a toccare con le labbra i peli del mio pube regalandomi delle sensazioni indescrivibilmente inebrianti… quando si rese conto dalle spinte che le davo… (era come chiavarla… in bocca!!! ) che stavo quasi per venire… tolse il mio cazzo dalla sua bocca e voltandosi lo prese tra le natiche e mi disse.

“ora inculami… sfondami e fammelo sentire fino in gola… come poco fa… ” dicendo questo prese a menarsi la fica e venne urlando di piacere… io sentendo il contato delle sue chiappe sul pube non riuscii più a trattenermi e le sborrai tutto il mio piacere nel culo… FINE

About A luci rosse

Mi piace scrivere racconti erotici perché esprimo i miei desideri, le storie vissute e quelle che vorrei vivere. Condivido le mie esperienze erotiche e le mie fantasie... a luci rosse!

Leggi anche

copertina racconto erotico

Assunta all’istante

Ero proprio nei casini. Mancava una settimana alla partenza per le vacanze estive della mia …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.