Ultimi racconti erotici pubblicati
Home / Incontri / Un bel culo
copertina racconto erotico

Un bel culo

Ciao sono Mario questa storia mi è capitata con la mia collega Margherita.
Si tratta di una donna di 37 anni separata dal marito e madre di tre ragazzi e da poco che lavora con me
Io sono un accanito lettore dei vostri racconti e fu proprio mentre ne leggevo uno che non mi accorsi che si trovava alle mie spalle tentai di chiudere il file ma si avvicinò e si mise al mio fianco ed inizio a leggere il racconto.
La vedevo molto presa e mi chiese se c’erano altri racconti le chiesi cosa volesse leggere.
Guardo il menu e mi indicò uno dal titolo
“con mia madre è stato stupendo”, aprii il sito ed inizio la lettura, la vedevo molto impegnata e dopo poco divenne leggermente rossa in viso le chiesi cosa la turbava, mi indico un trafiletto e di leggerlo si trattava del figlio che aveva visto la madre che si stava masturbando.
Mi baleno l’idea che fosse successo lo stesso a lei e lo dissi a Margherita incomincio a dire che mentre si stava facendo la doccia le sembrava di essere osservata ma invece di vestirsi e controllare continuo a lavarsi ma con più calma si insapono tra le gambe e si sentiva la figa che incominciava a grondare dal piacere e con l’altra mano si toccava un capezzolo che era diventato duro come un chiodo.
Finita la doccia si vestii ed uscita noto per terra una macchia si chino e vide che era sborra pulì e fece finta di niente la sua storia mi stava facendo diventare duro il cazzo in una maniera impressionante.
Margherita intanto si era seduta sulle mie cosce ed io non sapevo; come fare per non farle notare il rigonfiamento dei pantaloni, riprese a leggere, il suo fiato si faceva sempre più affannato con un braccio le cinsi il fianco, non disse nulla.
Il tutto mi stava facendo eccitare al massimo si volto e incomincio a dirmi che dal quel giorno pensa sempre a chi dei due figli più grandi si sia masturbato mentre la spiava.
Colsi la palla al balzo e dissi se da quel giorno avesse avuto dei sogni particolari verso i suoi figli divento ancora più rossa in viso ed inizio a dirmi che ultimamente si sentiva attratta dallo spiare il più grande, disse che proprio la sera prima i piccoli erano dalla nonna lei rientrando chiamò il grande, lui rispose
“sono in bagno mamma” lei senza pensarci vi si diresse e si mise in ginocchio ed incominciò a spiarlo dalla serratura, sentiva la figa che si stava bagnando e senza volerlo incomincio a toccarsi da sopra i pantaloni sperava di poter vedergli il cazzo d’un tratto il figlio si alzo dal water e si mise di fronte allo specchio con i pantaloni calati vide il figlio che si stava facendo una sega ebbe un orgasmo al solo vederlo .
Io non resistevo più incominciai a tastarle un seno da sopra la maglia mi guardo e mi sorrise le dissi che se voleva potevo aiutarla a non pensare al figlio, acconsentii e le indicai il soppalco dove nessuno ci sarebbe venuto a disturbare, mentre saliva le scale mi trovai il suo culo all’altezza del mio sguardo era fantastico.
Il classico culo a mandolino allungai una mano per toccarlo non feci in tempo ad arrivare su che mi abbasso la zip estrasse il cazzo ed inizio un succulento bocchino, le dissi di fermarsi perché volevo leccarle la figa ma incomincio ad accelerare il ritmo si fermo un secondo solo per dirmi che voleva che le sborrassi in gola e che avremmo avuto altre occasioni per poter godere l’uno dell’altro.
Le presi la testa tra le mani sentivo la sborra salire mentre venivo le dissi
“ti piace” lei con la testa fece di si lo ripulì e me lo rimise nei pantaloni mi diede un bacio e mi chiese se ci potevamo vedere verso cena le dissi di sì. FINE

About Storie erotiche

Luce bassa, notte fonda, qualche rumore in strada, sono davanti al pc pronto a scrivere il mio racconto erotico. L'immaginazione parte e così anche le dita sulla tastiera. Digita, digita e così viene fuori il racconto, erotico, sexy e colorato dalla tua mente.

Leggi anche

copertina racconto erotico

Assunta all’istante

Ero proprio nei casini. Mancava una settimana alla partenza per le vacanze estive della mia …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.