Ultimi racconti erotici pubblicati
Home / Adolescenti / Un incontro particolare
copertina racconto erotico

Un incontro particolare

Dopo una lunga giornata passata a studiare, decido di recarmi in centro, con la speranza di incontrare qualche amico, raggiungo il locale abituale dell’aperitivo, ma sfortunatamente nessuno dei miei amici era presente quella sera. Così decido di rinunciare all’aperitivo, e inizio a girare a vuoto per le vie della città. Si era ormai fatto buio, così decido di fermarmi un piccolo ristorantino del centro. Era abbastanza affollato, all’interno, gente di tutte le età; mi accomodo, inizio a mangiare, quando ad un tratto una ragazza, circa sui 30 anni entra pure lei nel locale, pure lei sola, e si siede poco distante da me. Era davvero molto bella, un viso e un portamento molto sensuale, al punto tale da non riuscire a toglierle gli occhi di dosso. Gira leggermente lo sguardo nella mia direzione, vede che la sto osservando e accenna un dolce sorriso sulle labbra e poi ritorna a dedicarsi al menù. I suoi occhi sono di un bell’azzurro, quasi grigio ma la cosa che più mi colpisce è che sembrano velati di una leggera tristezza, mi sono bastati quei pochi secondi che i nostri sguardi si sono incontrati per capire che qualcosa la intristiva. Sembra così fragile, cosi indifesa…. in questo momento vorrei prenderla tra le braccia e coccolarla…

Ma che mi sta succedendo? ? ? Non è da me comportarmi in questo modo, ma quella ragazza ha qualcosa di particolare che mi affascina… oltre alla sua bellezza, riesco a percepire tanta dolcezza. Come guidato da un richiamo, mi alzo e mi dirigo verso di lei… La saluto, mi presento e le chiedo se posso sedere al suo fianco, lei sorride, e mi indica la sedia sulla quale sedermi. Iniziamo a parlare, come 2 conoscenti di lunga data, subito riusciamo ad instaurare un rapporto particolare e di complicità, entrambi siamo aperti con l’altro, ripeto come se già conoscessimo tutto dell’altro; non mi era mai capitata una cosa simile, ma questa ragazza era davvero troppo affascinante. Non posso fare a meno di riempirla di complimenti, per il suo carattere, per la sua dolcezza e soprattutto per la sua bellezza; la cosa le provoca un certo imbarazzo, ma nel suo sguardo percepisco una certa felicità per le mie avance. Le offro un bicchiere di champagne, così da poter trascorrere ancora del tempo in sua compagnia, anche perché vi è il rischio che poi non potrò più rivederla…

In sua compagnia, il tempo vola; si alza, mio dio no se ne sta andando… invece no, mi dice: – scusa devo andare in bagno, va nella direzione del bagno, si gira di nuovo a guardarmi… quasi volesse invitarmi a seguirla… Aspetto che entri nella toelette poi la seguo… non so nemmeno io il perché ma sento che lo devo fare; lei è mi da le spalle, si sta guardando allo specchio… mi avvicino a lei da dietro… mi vede arrivare e attraverso lo specchio ci guardiamo…. il suo sguardo è intenso ma dolce… mi avvicino a lei le cingo la vita con un braccio… mentre con l’altro gli sposto leggermente i capelli dal collo e inizio a baciarglielo… tanti piccoli baci appena percepito… e mentre la bacio continuo a fissarla negli occhi… lei per un po’ sostiene il mio sguardo poi chiude gli occhi, sembra voglia gustare con maggiore intensità quello che le sto facendo. La mia mano che prima era sul suo ventre inizia a risalire lentamente sotto la sua maglietta… e si ferma sul suo seno… la sento fremere… inizio a massaggiarlo… con estrema dolcezza… sento il suo capezzolo inturgidirsi sotto la pressione delle mie dita…

L’altra mano scende sul suo fianco… lo accarezzo Un istante di lucidità ci ricorda di dover chiudere la porta a chiave… onde evitare spiacevoli sorprese. Indescrivibile la passione scoppiata tra le nostre menti e i nostri corpi. Le mie mani le accarezzano tutto il corpo, la prendo in braccio e la faccio sedere sul lavandino, continuo a baciarla con passione, poi le mie mani si avvicinano ai bottoni della sua camicetta, cosa che mi permette di riempire di baci il petto, mi avvicino sempre più ai suoi capezzoli, ancora coperti dal reggiseno, glielo levo… ed ora la mia lingua si dedica completamente al suo seno, a quella pelle così morbida e profumata, nel mentre faccio questo lei mi aiuta a slacciarle i pantaloni, nel mentre abbasso i suoi pantaloni fino alle caviglie, la mia lingua scivola tra le sue cosce, la mia lingua si muove sulle cuciture delle sue mutandine, poi le scosto e inizio a leccarla, entrambi siamo molto eccitati, si leva completamente i pantaloni, ed apre ulteriormente le gambe, così da rendere più fluido e facile il movimento della mia lingua, ha un ottimo sapore il suo piacere, continuo a leccare… dai movimenti del suo bacino sembra che la cosa le stia piacendo parecchio.

La sento gemere dal piacere che le sto dando…… la sua schiena inarcata mostra due seni inturgiditi…… lascio per una attimo la sua femminilità e mi concentro su di loro…. inizio a leccarli in tutta la superficie, mette tra le mie labbra un capezzolo e inizio a succhiarlo e morderlo con passione…… continuo per alcuni interminabili secondi e poi mi concentro anche sull’altro per dedicare la stessa attenzione. Lentamente poi risalgo lungo la sua gola….. e ritorno a baciarle la bocca…… mi allontana da lei leggermente e scende dal lavandino dove precedentemente l’avevo fatta sedere…… e con un movimento mi fa girare e mi ritrovo adesso io con il sedere appoggiato al lavandino….. comincia a baciarmi e mentre lo fa le sue mani scivolano verso il basso…. arriva alla cintura dei miei pantaloni, poi scivola ancora un po’ più giù e inizia a massaggiarmi il mio membro in erezione. Attraverso il leggero tessuto sento le sue dita…. trasmettono calore, continua in questo dolce tormento e poi con infinita delicatezza e lentezza (mi sta facendo impazzire) risale leggermente e ritorna alla cintura dove inizia ad aprirle…. poi passa ai bottoni….. ne apre uno alla volta….. vuole farmi diventare matto dalla voglia….. mentre lo fa mi guarda negli occhi con intensità………

Mi slaccia i pantaloni, abbassa i miei boxer, prendo il mio membro tra le mani, inizia a masturbarmi delicatamente, poi avvicina la sua morbida bocca, e incomincia a passare la sua lingua su tutta la superficie del mio membro, ormai durissimo e super eccitato, nel mentre le sue mani accarezzano i miei testicoli, poi lo prendo completamente fra le sue labbra, incomincia così a succhiare, sempre con estrema delicatezza, la sua testa si muove ritmicamente, è davvero straordinaria, le mie mani tra i suoi capelli la accarezzano… mentre mi fa tutto questo non toglie il suo sguardo dal mio viso, come se non volesse perdersi ogni mia piccola smorfia di piacere, e questa cosa rende il tutto ancora più eccitante. Si alza molto lentamente, strofinando il suo morbido corpo sul mio, poi un piccolo bacio, un sorriso. Prendo la sua gamba destra, la alzo leggermente, e avvicino il mio membro tra le sue cosce, non la penetro subito, ma con il mio pene tra le mani inizio a stuzzicare la sua passerina, vedo che mi desidera, inserisco la punta… inizio a muoverlo ancora, mi vuole dentro, ma io lo rilevo, e riprendo a giocare sul suo morbido e corto pelo… la sto facendo impazzire…

Poi di nuovo avvicino il mio membro al suo buchino… e questa volta, in un solo colpo la penetro… profondamente, dalla sua bocca un urlo di piacere… incomincio un ritmo molto dolce, dentro e fuori, è davvero fantastico il calore che ha tra le cosce… sul mio membro…

Le alzo tutte e due le gambe e lei le stringe attorno ai miei fianchi e la metto con le spalle attaccate al muro e in questa posizione riesco a penetrarla fino in fondo…… la sento molto eccitata…. inizio con dei colpi decisi….. le mie mani sulle sue natiche la spingono verso il mio membro per penetrarla profondamente… il ritmo incalza… sempre più veloce… intanto le nostre bocche si cercano… le nostre lingue attorcigliate si danno piacere a vicenda… poi mi fermo… a metto giù… le sue gambe toccano nuovamente il terreno… ei si abbassa un po’ e mette in bocca il mio membro ancora umido di lei… lo succhia velocemente, lo lecca… poi si rialza e mi bacia… sento il suo sapore … me lo trasmette in un bacio infuocato… la faccio girare velocemente su se stessa la piego leggermente in avanti, le faccio divaricare le gambe la penetro con intensità da dietro… la sua passerina eccitata mi lascia entrare senza nessuna difficoltà… inizio a muovermi dentro e fuori … vedo il mio pene umido di lei che scivola! in un ritmo sempre maggiore, la sento gemere… si inarca la schiena e divarica ancora di più le gambe… mi fa capire che vuole che affondi ancora più in lei…

Continua a penetrarla da dietro, avvicino le mie mani al suo seno, ed inizio a massaggiarlo, prendo i suoi capezzoli tra le dita e li stringo… entrambi siamo davvero eccitati, forse la cosa improvvisa, forse il luogo insolito… ma tutto è davvero fantastico… Mi stacco da lei, mi abbasso con il viso, lei davanti a me, a pecorina con le gambe divaricate mi offre uno spettacolo favoloso, inizio di nuovo a leccarla, il profumo del suo piacere ora è ancora più intenso… afrodisiaco, per me il gusto più buono al mondo, delizioso… Poi sposto la mia lingua sul suo ano, poi torno sulla sua passerina, poi di nuovo sull’ano… con le mani allargo le sue natiche, la mia saliva scende nel suo buchino… continuo a leccare… Poi di nuovo a leccare la sua dolcissima passerina… le mie mani iniziano a massaggiare il suo ano, che ormai è lubrificato dalla mia saliva, stacco la mia lingua dal suo splendore, mi siedo sul lavandino e la invito ad accomodarsi sopra di me, prende tra le sue mani il mio pene, lo posiziona ancora sulla fessura della sua passerina, ormai bagnatissima, il mio pene è subito dentro di lei, le mie mani e le mie dita continuano instancabilmente a massaggiare il suo ano, poi dopo circa 30 sec. di su e giù, alza leggermente il suo corpo, fa uscire il mio membro, lo riprende di nuovo tra le mani… e questa volta lo posiziona sul suo ano, delicatamente e molto lentamente lo fa entrare… Lei è eccitatissima e quindi entra nel suo culetto senza problemi….. le piace…. lo si capisce da come il suo respiro aumenta di intensità…… le sue gambe prima stese sopra le mie….. vengono come raccolte e mette i piedi sopra il piano di marmo… in questa posizione la penetrazione è molto profonda ma non le da nessun dolore ne fastidio…. anzi le piace moltissimo….. inizia a muovere il suo bacino e io l’aiuto con una mano mentre con l’altra mi dedico alla sua passerina umida dell’eccitamento….. mentre lei si muove io le massaggio il clitoride … glielo strofino sempre con maggiore intensità ……. lo sento gonfiarsi sotto le mie mani…. sento che lei sta per venire, le sopraggiunge il massimo del piacere….. sento contrarre i suoi muscoli, spasmi di piacere le percorrono il corpo…. le massaggio il seno che è inturgidito dal piacere……. poi il suo movimento rallenta sempre di più…. il suo respiro è ancora affannoso….. ma si placa un po’ alla volta…. piano piano si ferma e ti toglie da sopra…. si rimett! e in piedi e si volta verso di me e mi sussurra “adesso è il tuo turno di godere….. ” e così dicendo si abbassa leggermente …. mi prende il mio pene tra le sue labbra, inizia a succhiare di nuovo, mentre ha il mio membro in bocca, la sua lingua si muove, così da aumentare ancor di più il mio immenso piacere. Aumenta la velocità, sto per venire, la avviso, ma sembra non dare troppo importanza alla cosa, lei nel mentre si masturbai, il mio eccitamento ormai è giunto al culmine, lei avverte che ormai sto per venire, allontana la bocca, ed io le vengo sul suo petto. Poi un lungo bacio, pieno di passione, mi lascia in ricordo i suoi slip, con la promessa di rincontrarci; torniamo a sederci al tavolo, ancora entrambi pieni di piacere, beviamo un caffè, ci scambiamo i nostri numeri di telefono, con una promessa di rivederci prestissimo… FINE

About racconti hard

Ciao, grazie per essere sulla mia pagina dedicata ai miei racconti erotici. Ho scelto questi racconti perché mi piacciono, perché i miei racconti ti spingeranno attraverso gli scenari che la tua mente saprà creare.

Leggi anche

copertina racconto erotico

La gita scolastica

Ero con la mia classe in gita a Parigi quando abbiamo saputo che le cuccette …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.