Ultimi racconti erotici pubblicati
Home / Masturbazioni / Io la signora Vanna e i due guardoni
copertina racconto erotico

Io la signora Vanna e i due guardoni

Vanna al termine del nostro secondo incontro in campagna si avvicina ai due giovani 20enni che hanno assistito alla nostra scopata e con imbarazzo simulato gli dice scusate ci siamo accorti che avete visto tutto, ma era troppo tardi, spero che vedere una vecchia signora come me fare certe porcate non vi abbia turbato, i ragazzi un po’ imbarazzati risposero che era stato uno spettacolo meraviglioso, meglio di un film hard, lei allora disse che era lusingata e chiese come poteva ringraziarli, loro in modo molto deciso ci chiesero di iniziare di nuovo a fare porcate davanti a loro, Vanna non si fece pregare e io nemmeno si tolse la gonna, mi tirò giù i pantaloni e scivolammo a terra adagiati sull’erba e iniziammo un 69 dove io infilavo la mia lingua e la muovevo velocemente nella sua figa e il mio dito medio esplorava il suo culo lei intanto spompinava il mio cazzo e con le mani mi accarezzava i coglioni.
I due giovani che osservavano posti vicino a Vanna iniziarono a masturbarsi, e la incitavano dicendole dai facci vedere quanto sei vacca dai succhia tutto, lei pizzicandomi una coscia mi fece capire che voleva cambiare gioco e così ci alzammo e lei mi disse ti da fastidio se spompino un po’ anche loro, io dissi di no in cambio volevo solo incularla, lei rispose che non aspettava altro e dopo averla messa a pecorina ed avere inumidito e dilatato un po’ il suo buco del culo le entrai dentro, la tenevo per i fianchi e alternavo un colpo secco e veloce ad un altro più delicato e lei iniziava a gemere e nel frattempo prese in bocca il cazzo del primo giovane che dopo due dei suoi colpi di lingua gli veniva subito in bocca riempendola e spalmando lo sperma sul suo volto, lei indomita inizio a spompinare anche il secondo giovane mentre io continuavo a incularla, questo le durò un po’ di più ma a sua volta le venne in bocca, stavo per venire anch’io e lei lo sentiva allora fece in modo di farmi uscire dal suo culo e lo voleva ancora in bocca io mi opposi e riuscii a rimanere nel suo culo e a venirle dentro lei inizio a gemere come una pazza e mi disse mi hai proprio inculata per bene.
Io cercai di pulirle il viso e le labbra con una salvietta e i due giovani le chiesero ci fai realizzare il nostro sogno, lei disse dipende in cosa consiste ? , e i due le dissero vogliamo pisciare sul tuo corpo, lei rispose apostrofandoli stronzetti io sono una gran porca ma non un cesso e adesso fuori dai piedi, io mi misi a ridere e la aiutai a rivestirsi accarezzandola, lei mi disse comunque sappi che se tu vuoi fare quello che i due giovani mi volevano fare puoi, e io dissi grazie anche tu lo puoi fare a me. FINE

About erotico

I racconti erotici sono la mia passione. A volte, di sera, quando fuoi non sento rumori provenire dalla strada, guardo qualche persona passare e immagino la loro storia. La possibile situazione erotica che potranno vivere...

Leggi anche

copertina racconto erotico

In Palestra

Mi chiamo Stefania, ho 27 anni e lavoro come istruttrice in una palestra di fitness. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.