Ultimi racconti erotici pubblicati

Lontananza

Sommario. Maru, Mary, Maruja sono i vezzeggiativi con cui l’innamorato si rivolge alla amata.
Maru è una splendida domenicana che come professione fa la porno diva con grande successo personale.
Ora Maru è lontana per qualche giorno ed ai due amanti non resta che confessarsi il loro nostalgico struggimento per E-mail e fare l’amore per telefono.

– La E-mail di Jhon.
Carissima, ti ho telefonato più volte, oggi, senza mai trovarti in albergo… anche il cellulare era staccato, per cui ti mando questa E_mail sperando che tu la legga prima di andare a letto.
Mi manchi moltissimo amore.
Questa nostra pur breve separazione mi sta provocando sofferenze che non credevo possibili.
Cercarti e non trovarti.
Avere voglia di parlare e non trovarti aver voglia di vederti e non trovarti, aver voglia di accarezzarti .. di baciarti di fare l’amore e non trovarti…
La mancanza maggiore è, te lo confesso amore, soprattutto di carattere sessuale.
Dolcissima, solo con la tua assenza mi sono reso conto quanto io ti ami e quanto io ami il profumo della tua pelle ed il sapore dei tuoi baci, il profumo ed il sapore della tua vulva.. e la sera poi.. quando mi sdraio sul divano e tu non sei li sopra di me o sotto di me, o fra le mie gambe a succhiarmi…
Invano cerco di sopperire alle tue carezze, all’ardire inimitabile delle tue lunghe dita, al calore ed al profumo del tuo “chocho” tirandomi delle lunghissime seghe…
Invano… le seghe senza le tue mani, le seghe senza la tua presenza, le seghe senza la tua figa non sono nulla eppure tu sai quanto mi piaccia masturbarmi e quanto spesso lo faccia davanti a te o quante volte io ti chiedo di farmelo… forse sembra incredibile ma se lo faccio quando non sei qui davanti a me non mi appaga… versare il mio seme nella tua bocca, sui tuoi seni, fra le tue gambe è cosa ben diversa dal imbrattarmi le mani o sporcare in terra…
Ha se penso a te ti immagino a gambe larghe… mentre osservo la tua figa, il tuo dolce… “chocho” come tu chiami la mia fichina adorata nella tua lingua così musicale.
Mentre ti scrivo è sera da noi, e sono qui al computer con il cazzo in mano….. prima di sedermi qui mi sono masturbato davanti al caminetto… ed è un’ora almeno che me lo meno ed ho la pelle tutta irritata dall’inutile sfregamento … ma non voglio venire …… mentre me lo meno mi sembra di essere con te, dentro di te, mentre ti lecco la vagina, mentre ti lecco l’ano, mentre tu mi succhi il ” pendolino “..
Ho provato le tante varianti che abbiamo sperimentato e scoperto assieme e che tu ben conosci, dalla sega prolungata, alla lenta, dalla aspirata alla inculata, che in mancanza del tuo aiuto faccio da solo aiutandomi con un vibratore… o con il collo della bottoglia della birra, alle seghe complete …
Ieri ho comperato un melone e prima di mangiarlo l’ho ” inculato “.
è stato bello ma niente mi calma, amore… dopo pochi istanti dopo l’orgasmo mi torna la voglia di te devo riprendere la masturbazione… la sega infinita..
Ah se tu fossi qui a menarmelo, a menarmelo mentre mi baci e me lo baci o me lo succhi mentre mi tocchi e mi accarezzi… come solamente sai fare tu..
Carissima, anche questa mattina, come tutte le mattine, ho messo sul cazzo molta crema.. per mantenere la pelle morbida ed elastica… poi sono tornato a letto ed ho cominciato a fantasticare… di te ed a masturbarmi… mentre fantasticavo :

1° fantasia. Il 69.
Maruja non è lontana, mi dico, Mary è qui, ora verrà, ora entrerà dalla porta della stanza, come fa tutte le mattine direttamente dal bagno.
Entrerà con la figa ancora tutta bagnata di pioggia dorata, senza aver fatto il bidè o la doccia, come le ho chiesto di fare, e senza parlare.. mi si adagerà sopra nella guisa adatta al meraviglioso “69” :
– ” Fammi fare colazione, amore ” dirai.
– ” Si, amore .. serviti .. “, dirò ma fammi sentire prima il tuo sapore…
Che meraviglia sentire la tua figa bagnata che si adagia sulla mia bocca ed i peli umidi sul mio viso… ha come mi manca il tuo sapore del mattino.. il sapore del succo che hai fra le cosce…. quando poi non hai ancora fatto la doccia, lo sai mi piace ancora di più, allora è appena bagnata del tuo nettare ambrato ed ha un profumo pieno… allora immergo il viso sulla sua vulva/cuscino e tu ti impossessi di me con la tua bocca/mano succhiandomi.. succhiandolo .. succhiandolo…… avendo solo riguardo a non farmi venire subito a prolungare il piacere…
Intanto con la mano mi masturbo fermandomi solamente a tratti per stringermi le palle e riprendere … il gioco il grande gioco della sega infinita. Lo lascio riposare un poco .. poi riprendo .. La fantasia è ora diversa…

2° fantasia – Il culo.
Ora, Maruja ti sei voltata oh dolcissima, e come quasi tutte le mattine dopo aver gustato il sapore della mia prima sborra, mi hai offerto il culo.
Tu lo sai amore che mi piace incularti … tanto che posso farlo anche appena dopo che sono venuto… anzi è più bello dopo essere venuto una volta perché duro molto di più dentro di te.
Ricordi amore ? hai resistito per qualche tempo alle mie richieste di farti il culo poi hai ceduto ed ora me lo dai.. tutte le volte che lo voglio, carissima, anzi sempre più spesso sei tu stessa che prendi la iniziativa e vieni da me già pronta, già dilatata, già piena di burrosa crema affinché io ti inculi … perché ti piace perché ne hai voglia.
Queste fantasie bruciano la mia mente mentre con la bocca spalancata sul cuscino, il pene stretto, stretto fra la mani … mi agito in un coito frenetico e scomposto.
– ” Mary dolcissima.. Hai un ano così stretto dolce amica mia ” dico, … ed intanto il mio coito tormenta il cuscino… e le mani stringono il pene forte forte.. ma non vengo ancora.. perché dopo tutto sarebbe finito e io ne voglio ancora, … di sesso voglio dire, di bocca di fica, di ano .. mi costringo a fermarmi…
Mi faccio una doccia, poi fumo la pipa.. il mio pene si calma un poco l’acqua fresca, il sapone poi ancora la crema idratante …. ora mi stendo sul letto, ho vicino a me un pacco di cotone idrofilo ed una bottiglia di alcool.

3° fantasia – L’uccello di fuoco.
Mi arresto un momento e mi preparo un impacco con cotone idrofilo ed alcool che stendo sulle pallle e sul cazzo … tutto il mio sesso si scalda, brucia come il fuoco, mentre gocce di brace scendono lungo solco e invadono l’ano…
è tutta una fiamma fra le mie gambe… mi prendo il cazzo con la mano e lo vezzeggio :
– ” Si piccolo mio … fra poco il bruciore si attenuerà ora ti afferro ed un poco ti masturbo un poco… so che ti piace tanto… “. Intanto la sega riprende, vapori di nebbia multicolore invadono la mia anima…
Ho una voglia terribile di venire ma resisto e lo massaggio e lo massaggio e lo massaggio.. mentre qualche lacrima densa di piacere esce e sfugge e scende lungo l’asta… ho si venire o non venire? ma … ma come porre termine al mio piacere…
Ora lo asciugo e lo lascio riposare un poco… fino a che si rilassa e diventa tenero, tenero, poi, riprendo la sega..
Tu sai Mary quanto a lui piace essere vezzeggiato e accarezzato e lisciato e curato con crema e stretto fra le gambe e stretto fra le mani ….
Ora il desiderio è troppo forte basterebbe una carezza ancora e… sarebbe ORGASMO devo rendere la stimolazione più intensa ma meno idonea a farlo venire…

4° Fantasia – La sega Dark.
Mi sono lasciato scivolare dal letto.
Sono a carponi sul pavimento.
Ho montato una cintura di cuoio alla vita, due pinzette mi stringono i capezzoli ed ad esse ho appeso due ciondoli di vetro, pesano e mi allungano i capezzoli.. ho in mano una cordicella morbida… una grossa sfera nella bocca.
Ora mi appendo per il cazzo.
Passo il cordoncino alla base delle palle, più volte, e stringo forte, forte … passo i due capi fra le natiche sull’ano poi nella cintura la cima passa nella carrucola che è a soffitto … tiro e la fune mi tira il cazzo dietro ed in alto ..
Provo a masturbarlo ma la pelle non scorre.. ed è freddo… occorre crema sulla mano in modo che scorra la mano sulla pelle del pene…
è duro come un sasso, lo stringo.. va perdendo la sua sensibilità … si raffredda ancora invano con la mano piena di crema lo sfrego e lo riscaldo…
Ora lo tengo al caldo sotto la pancia fra la pancia ed il cuscino… poi lo slego… ritorna a vivere… mi metto a quattro zampe con il piumino infilato nel … ” hoyo ” come lo chiami tu e… riprendo la sega .. la sega infinita… mentre la sborra è li pronta a schizzare.
Ogni tanto sfugge qualche goccia di preseme la ripulisco o la uso come lubrificante .. intanto il gusto del piacere si è diffuso su tutto il mio corpo… tutta la pelle è sensibile dai capezzoli, alle labbra, al bocca, al collo all’ano… è tempo di stimolarmi l’apertura anale e la prostata…

5° fantasia – Tribolazione anale.
– “Ricordi Mary?
la quinta fantasia ?
Prendo il massaggiatore lungo che tu conosci.. non quello di vetro che usa anche Jo per massaggiarsi l’ano, quello fatto con un ramo di frassino… che tu stessa usi per toccarti il punto G dentro la vulva quando ti masturbi davanti a me…..
L’ho usato a lungo lubrificandolo bene il tutto… per prepararmi alla prova più difficile quella con il dilatatore anale ….
Ho messo sul comodino la serie corta in ebano nero dal .. 25 al 55 quella preferita da te..
Tu sai che non sono mai riuscito ad imbucare il 55….
Su ciascuno ho posto il numero della serie, il diametro e la maggiorazione rispetto al diametro e la maggiorazione rispetto alla circonferenza, rispetto al precedente, come mi avevi chiesto di fare, qualche giorno fa…
n. 1 – 25 mm – 00 % – 000 %
n. 2 – 30 mm + 20 % + 44 %
n. 3 – 35 mm + 16 % + 36 %
n. 4 – 40 mm + 14 % + 30 %
n. 5 – 45 mm + 12 % + 26 %
n. 6 – 50 mm + 11 % + 23 %
n. 7 – 55 mm + 10 % + 21 %
– Pensa maru per ingoiare il n. 7 il tuo ” 55 ” lo sfintere deve dilatarsi fino a 17 cm !!! di circonferenza..
– ” sono quasi sicuro che riderai quando leggerai questa mia… ?
Lo so che tu ce la fai bene ad imboccare il 55 anche se tua figa tira paurosamente ma tu sei più elastica del mio piccolo ano…
Quando torni faremo delle gare a chi lo prende più grosso … ma a parità di condizioni tutti e due nel culo, voglio dire….
– Haaa !!! non ce la faccio più .. non vado oltre il cinque cara … mi fa male… il sei forse riuscirei ma il sette di certo mi spaccherebbe il culo …
Oh non è per la paura del male, lo sai, ma il fatto che chissà quanto dovrei restare poi senza sesso anale… e magari andare in clinica per farmi ricucire..
è tanto tempo che coltivo una fantasia stupenda… quella di farmi “rompermi il culo” voglio dire
“Te ne ho parlato ricordi vero … ?
Dovranno esser soddisfatte però alcune condizioni :
– 1° Tu dovrai essere qui vicino a me o sotto di me mentre un aiutante me lo fa… o forse se preferisci me lo fai tu stessa con un vibratore !!!
Ti faccio scegliere …
– 2° Ci deve essere qui Max, pronto a ricucirmi.. non voglio restare con un culo “slabrato” per come quello di Gigi..
E poi …. ooooohh.. non resisto più Mary …. ho bisogni di venire .. devo veeeenire…

6° Fantasia – Jhon viene !!!
– ” Non ne posso più amore ..
– ” apri la bocca …..
– ” Tutto.. tutto …
– ” Succhia … !!!!
– Il dito qui … più su più dentro…
– ” Succhia …. per dio..
– ” Haaaaaaaaaaaaaaa

P. S. – Mi sono lavato ed ho pulito in terra, ora vado a letto.
Domani, carissima, cerca di essere in albergo presto…
In ogni caso ti aspetterò tutta la notte se necessario e ci faremo una sega al telefono, ti prego mentre ci scambieremo una E_mail o chattiamo … sul sito che sai, non c’è mai nessuno…
Non mi dire di no Mary.. Fammi felice …….

– La risposta di Maru
Carissimo ..
Sono stanca ed andrei a letto ma ho letto la tua E_mail ed… avrei voglia di svegliarti… ma non è giusto..
Per cui rispondo brevemente alle tue fantasie mentre con una mano mi tocco … il chocho… a proposito delle tue fantasie fammi fare un breve commento..
– Prima fantasia. è vero caro … non c’è modo migliore per incominciare la giornata che fare un 69 con te.
Molti amano prendere il caffè, la mattina, a me piace il tuo latte, il tuo latte tiepido..
I molti bocchini che faccio durante lo spettacolo non sono mai la stessa cosa.. è come la prima sigaretta… la migliore e poi molti Partner sono spesso spompati nel vero senso della parola e non lasciano al momento dell’orgasmo più di qualche goccia di sborra insipida che mi affretto a far scivolare dalle labbra per dimostrare che è il mio partner è venuto davvero e non finge …
Questo quando va bene poiché come sai non di rado devo andare sul palcoscenico con in bocca la cialda contenente latte condensato e se lui non viene o viene senza emettere sperma, la schiaccio e spaccio il latte per … sborra.
Dimenticavo, amore, ho sentito che hai pulito il pavimento, non voglio rimproverarti ma mi raccomando.. non sciupare tutta la sborra di questi giorni, mettila in frigo con un po’ di zucchero quando torno ne faremo l’uso che tu sai……
– Seconda fantasia…
Si amore hai ragione a ricordarmelo quanto sbagliavo a negarti il rapporto anale !!!
Ora è la cosa che mi piace di più, vedo che te ne sei accorto specie quando tu me lo infili dentro dentro per ” starci ” lo capisco quando mi chiedi… :
– ” Non muoverti, ferma non muoverti ” ed allora sei tu a frugarmi con il cazzo ed a cercare di entrare il più a fondo possibile … mentre io mi tocco la clitoride e tu le dita nel ” chocho ” mi tocchi…
Sai tu hai la misura giusta caro… la più adatta al mio culo, più adatta al culo che alla mia fica… che, se permetti… prende misure di cazzo anche decisamente maggiori sia per diametro che per lunghezza..
Tesoro, nella terza e nella quarta fantasia, io non ci sono più per niente… mentre ti abbandoni a giochi.. che di solito facciamo assieme.
Non mi ami più?
Scherzo amore… uno dei primi giochi che faremo quando torno sarà proprio l’uccello di fuoco ..
Prima un po’ si sega.. poi ti cospargo il cazzo le palle e l’ano.. con il whisky.. Infine il pompino… retrostimolato… con due dita dentro.. ti va? ..
Mi fai ridere quando metti il piumino nel culo sei buffo da matti..
Mi fai ridere anche adesso che ci penso Ne approfitti almeno per fare la polvere ai mobili ?
Quinta fantasia.
Si amore faremo una gara assieme ed a armi pari ano contro ano e vinca il migliore:
Tu il trenta .. Io il trenta..
Tu 35 Io il 35
Tu il 40, Io il 40
Fino… alla prima …. lacerazione.
Avverti Max… intanto… che si prepari…
Se rimedia tutta la serie delle prolunghe falliche … potrebbe incularci lui stesso mentre noi vicini ci baciamo e ci amiamo…
Pensavo ad una cosa del genere..
Quando Max incula me tu potresti tenermi in braccio stringermi e baciarmi ed incoraggiarmi quando mi fa male, poi quando incula te io potrei tenerti in braccio con il cazzo nella figa ed accarezzarti.. dimmi se sei d’accordo ?
Ciao.. vedi nel parlare di queste cose mi sono bagnata tutta…
Ora mi faccio un breve ditale e vado a letto..
Buona notte amore. Mary
Ha dimenticavo …
Domani ci sarà .. alle due in punto cercami sulla la chat.
Ciao amore.

I due amanti sono alla chat e si telefonano
– ” Ciao .. ci sei Maru ?
– ” Ciao ci sono amore. Sono qui, nuda. Con la passera bagnata ..
– ” dentro ?
– ” dentro e fuori, come piace a te sono andata nel bagno e mentre pisciavo ho messo la mano davanti per bagnare tutto il pelo….
– ” Sei stupenda Maru
– ” Anche tu caro … Pensa che ieri sera malgrado la serata piena, quando ho letto la tua Mail, ieri sera ho sentito il bisogno di masturbarmi due volte…
– ” Mi fa piacere piccola… Pero sono gelosa di quello che fai in scena. Cosa hai fatto ieri sera ?
– ” Beh te l’ho detto mi sono masturbata una volta con le mani la seconda velocemente, con il vibratore…
– ” No gioia, volevo dire nella serata sul palcoscenico e dopo lo spettacolo
– ” Geloso ? … Beh sai da mezzanotte all’una ho fatto lo spettacolo solito..
– ” Lou ti ha chiavata ?
. ” Si certo Lou mi ha chiavata, piuttosto bene ha fatto una cavalcata intesa anche se non lunga..
– ” E Ron ti ha inculata ?
– ” Si certo come da copione no ? Ti dirò che mi ha inculata piuttosto duramente.. infine ho lesbicato con la Lilli, come al solito.
– ” hai goduto ?
– ” Ma no !! lo sai che durante lo spettacolo non godo quasi mai. Anche se avolte è davvero difficile resistere alle lappate della Lilli… Credo proprio che la Lilli si dimentichi che è uno spettacolo … Lei non sa di seghe, tira a farti venire davvero.
– ” Le piaci tu, lo sai ”
– ” Ma no sciocchino, lo fa per far venire meglio lo spettacolo.. La gente sembra scema ma se ne accorge quando fingi e quando vieni davvero.. A lei piace davvero quello che fa….
– ” Le piaci tu insisto… ”
– ” Può darsi del resto lo sai che noi dello spettacolo siamo tutte un po’ lesbiche. Fra noi donne ci si lecca in maniera egregia, lo sai no ? Ma l’amore è una altra cosa…
– ” Allora, chi ti ha fatto godere… ?
– ” Dopo siamo andati casa di Lou.. a bere qualche cosa … e li Lilli che conosce la tua abitudine .. quella di farmi “La festa” mi riferisco lo ha detto ed i ragazzi loro hanno tanto insistito che ho dovuto lasciarli fare…
– ” Ti hanno inculata mentre facevi il 69 con Lilli ?
– ” Si ma non tormentarti lo sai che è un gioco ..
– ” Quello lo devi fare solamente con me.. lo sai
– ” Si amore te lo prometto..
– ” Ora fammi venire Maru, ti prego … ”
– ” Si amore sdraiati nel letto… ora ti chiamo al telefono… ”
– ” Ci sei ? Ciao amore…
– ” Ciao cara…
– ” Sei steso ?
– ” Si sono steso … ”
– ” Rilassati e fa quello che ti dico..
– ” prendilo in mano..
– ” Si Maru ce l’ho in mano.
– ” Hai preso un preservativo ed il vibratore ?
– ” Si, ho anche la crema del sole
– ” Rispondi in maniera breve .. non parlare.. basta si e no. Incomincia con una lenta, fai ?
– ” Si.. amore
– ” Continua amore .. lento io intanto mi infilo un dito nella figa..
– ” Si.. amore
– ” Dimmi quando comincia ad uscire il preseme
– ” Si.. te lo dirò
– ” Ora toccati il buchino… fatto ?
– ” Si
– ” Ora entra e va verso la prostata.. e massaggiala con il polpastrello
– ” Sii… Vedo che incomincia ad uscire il preseme…
– ” Rallenta la sega e … ora prepara la strada al vibratore.. entra con due e ruotale… dentro
– ” Sii
– ” Anche io mi sono infilata il vibratore nella figa un 40 ed ora mi tocco la clitoride, tu intanto continua con le dita..
– ” Ohhh
– ” Bravo se pensi che tu sia pronto infilaci il vibratore, piano, piano… metti il preservativo Che numero hai preso ?
– ” Il ….. il 35…
– ” Si bravo .. fatto ?
– ” Siii è tutto dentro..
– ” muovilo lentamente
– ” Siii …
– ” Ora accelera …
– ” Siii
– ” Accelera ancora….
– ” Siiiiiiiii
– ” Vieni amore vieni…
– ” Siiiiiii
Lungo silenzio
– ” Hai provato piacere amore ?
– ” Si ……. Moltissimo e tu ? ”
– ” Sono venuta anch’io amore ..
– ” Andiamo a letto ? ”
– ” Si andiamo ”
– ” Ci sentiamo domani ? ”
– ” Si a quest’ora.. amore ”
– ” bacino ?
– ” bacino… smuuhhh
– ” Smuhhhh
– ” Lingua ?
– ” Si amore lingua qui sul ” chocho… FINE

About Esperienze erotiche

Mi piace partecipare al progetto dei racconti erotici, perché la letteratura erotica da vita alle fantasie erotiche del lettore, rispolverando ricordi impressi nella mente. Un racconto erotico è più di una lettura, è un viaggio nella mente che lascia il segno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.