Ultimi racconti erotici pubblicati
Home / Masturbazioni / Una sera come tante in chat…
copertina racconto erotico

Una sera come tante in chat…

Le mie giornate sono piene di lei, pieni i miei pensieri, le mie fantasie.
è la mia mente che la desidera, il mio corpo che la chiama.
Sono OBBLIGATA a raccontarvi la mia storia con Simona, lo devo fare per condividerlo con più persone possibili, per scaricarmi.
Una storia che adesso è “fisica” e vive nel fiato e nel sudore della nostra pelle abbracciata, ma che è cominciata casualmente in rete.

<Simona> Ciao.. disturbo? Mi chiamo Simona
<elena> io elena
<Simona> Piacere.. ti disturbo? sei già impegnata in altre conversazioni?
<elena> no, non disturbi
<Simona> è poco tempo che uso Internet.. io chiamo da Milano tu?
<elena> Torino
<Simona> quanti anni hai?
<elena> 22
<Simona> Io 23, sono impiegata e appassionata di Internet anche se non ci capisco ancora molto
<elena> può sembrare un casino immenso all’inizio
<elena> bhe… lo è!
<Simona> tu lo usi da molto?
<elena> un po’, non tantissimo
<Simona> e come ti trovi? io.. è la terza volta che lo uso
<elena> beh alla fine bene
<elena> è molto divertente
<elena> soprattutto qui in chat
<Simona> vedo! si possono conoscere un sacco di amici e amiche
<elena> come mai in questo canale?
<Simona> Così.. siccome non conosco nessuno ho provato con un po’ di nomi tu sei la prima che mi ha risposto
<elena> e di cosa ti piacerebbe parlare?
<Simona> oh di qualsiasi cosa, io sono una chiacchierona.. !! a te di cosa piacerebbe parlare?
<elena> anch’io sono una chiacchierona, o almeno così dicono,
<elena> solo che non mi vengono mai subito buoni argomenti : ( che scarsa!
<elena> ^_^
<Simona> dai non preoccuparti gli argomenti vengono da soli soprattutto a noi chiacchierone.. tu studi o lavori?
<elena> studio
<elena> tu che lavoro fai?
<Simona> io sono impiegata.. non me la sentivo di proseguire gli studi
<elena> il bello della chat è che poi ti trovi a fare delle confessioni a praticamente degli sconosciuti
<elena> ad esempio sto dicendo a una che oggi mi sono depilata là in mezzo!
<elena> forse è il mezzo che sblocca tutte le nostre inibizioni diurne, o forse l’ora tarda
<Simona> infatti.. credo anche io sia così. forse il fatto di essere protetti da un computer permette di dire
cose che non si direbbero mai di persona. non credo sia una cosa negativa
<elena> no anzi!
<elena> dai prova te a dire qualcosa che faccia faccia non diresti mai!
<Simona> hehe.. èuna sfida con me stessa?
<elena> esatto!
<Simona> ok ci provo
<Simona> oggi pomeriggio morivo dalla voglia di fare l’amore!
<Simona> Ho vinto la sfida?
<elena> mhh… un buon primo passo! : )
<elena> ma bisogna andare avanti
<Simona> e come?
<elena> ad esempio: hai poi soddisfatto la voglia?
<Simona> Sì.. ma da sola haimè
<elena> ti capita spesso?
<elena> di soddisfarti da sola?
<Simona> sì.. a te?
<elena> sì, mi piace
<Simona> cavolo è davvero come dici.. io non direi mai queste cose in faccia a qualcuno
<elena> vedi? e ti piacerà sempre più ! il senso di complicità e liberazione
<elena> che si prova è delizioso e molto eccitante, per me
<Simona> hai ragione!
<Simona> piace anche a me soddisfarmi da sola
<elena> come lo fai? , dai poi ti racconto di come lo faccio io
<Simona> io? sdraiata sul letto, in genere nuda oppure solo in reggiseno
<elena> una mia fantasia è farlo in un luogo pubblico
<Simona> anche io ci penso
<elena> di nascosto
<elena> in treno
<elena> una volta ho avuto il coraggio
<elena> in un treno di quello con gli scompartimenti
<elena> sulla linea Savona Torino
<elena> verso Savona sulle montagne non c’è più nessuno
<elena> ero sola in scompartimento
<Simona> cosa hai fatto?
<elena> non ho resistito…. e una manina è finita sotto la gonna
<elena> era di quelle corte e larghe
<elena> l’ho alzata un po’ sulle cosce
<elena> e ho scostato le mutandine
<Simona> hai goduto?
<elena> come non mai. quando son scesa alla stazione mi tremavano ancora le gambe per l’orgasmo
<Simona> sei single o accoppiata?
<elena> attualmente singolare
<elena> perchè?
<Simona> così! anche io single
<elena> dici che siamo a più alto tasso ditalini?
<Simona> credo di sì.. bhè è davvero eccitante poter dire queste cose avevi ragione
<elena> mi sa però che ti devi ancora un po’ sbloccare
<elena> ti stai eccitando?
<Simona> se devo essere sincera, un po’ sì..
<Simona> tu anche?
<elena> sì a dire il vero
<Simona> io non mi sono mai masturbata in un luogo pubblico.. però ci penso anche io, come fantasia
<elena> dove ti piacerebbe?
<Simona> in un bar, seduta al tavolino, cercando di non farmi vedere
<elena> mhh.. non dovresti avere le mutandine
<elena> te le devi sfilare da sotto la gonna
<Simona> tu come fai a toccarti? vai dentro o stai fuori?
<elena> bhe di solito tutte due
<elena> ad un tavolino però rimarrei fuori
<elena> per dare meno nell’occhio
<Simona> sto facendo passi avanti vero?
<elena> bravissima passi da gigante!
<Simona> dai adesso tocca a te.. qualcosa di forte
<elena> una volta ho usato una candela
<Simona> quanto sei entrata?
<elena> non ricordo… al momento ti giuro mi sembrava abbastanza! ; P
<Simona> a me piace da impazzire farmi leccare il sesso
<elena> mhh… anch’io lo adoro
<elena> sia dentro che fuori?
<Simona> sii.. mi piace sentir la lingua spingere dentro..
<Simona> sono brava?
<elena> bravissima!
<Simona> adesso a te, qualcosa di forte
<elena> e quando la lingua va a titillare il clito?
<elena> bhe… la candela poi l’ho messa dietro
<elena> mi ha fatto impazzire
<Simona> mi fa impazzire.. a te?
<Simona> adesso tocca a me
<Simona> hai mai fatto godere un ragazzo con la bocca?
<elena> si
<Simona> e con il seno?
<elena> tu?
<Simona> io con il seno sì, con la bocca no
<elena> io con la bocca una sola volta
<elena> tocca a me
<elena> con una ragazza?
<Simona> io no.. tu?
<Simona> però ne ho voglia
<elena> io sì
<elena> scusa adesso devo andare
<elena> magari ci risentiamo?
<elena> andiamo avanti
<Simona> si quando ci sei?
<Simona> mi scrivi in mail?
<Simona> il mio indirizzo è:
<Simona> stacchi subito?
<elena> ok, ti scriverò
<elena> cmq domani stessa ora
<elena> prob ci sarò
<elena> allora, ammetti che ti è piaciuto
<Simona> scrivimi e non scomparire..
<Simona> sì.. ti dico anche una cosa.. stavo iniziando a toccarmi
<elena> anch’io…
<elena> un bacio
<elena> smack!
<Simona> anche a te, sei simpatica e sono contenta di averti conosciuta, spero diventeremo amiche
<Simona> ti dico un’altra cosa inconfessabile.. io adesso vado a letto e mi tocco
<elena> una sera facciamolo assieme
<elena> penso che anch’io… sta notte
<Simona> certo.. ne sarei felice
<elena> mi sono eccitata tantissimo!
<Simona> pensi che potremo diventare amiche?
<Simona> anche io
<elena> certo, lo spero!
<Simona> sei dolce. FINE

About Storie erotiche

Luce bassa, notte fonda, qualche rumore in strada, sono davanti al pc pronto a scrivere il mio racconto erotico. L'immaginazione parte e così anche le dita sulla tastiera. Digita, digita e così viene fuori il racconto, erotico, sexy e colorato dalla tua mente.

Leggi anche

copertina racconto erotico

Propositiva

Ho appena finito di mangiare, per fortuna negli ultimi tempi mi tratto meglio, basta panini …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.